Ricerche

Nuove speranze per l'Alzheimer: una variante genetica può posticipare l'insorgenza

Nuove speranze per l'Alzheimer: una variante genetica può posticipare l'insorgenza

JudesPoirier, PhD, CQ, del «Douglas Mental Health Institute» e della McGill University di Montreal in Canada, ed il suo team, hanno scoperto che una variante genetica relativamente frequente veicola realmente una protezione significativa contro la forma comune dell'Alzheimer e può ritardare l'insorgenza della malattia di ben quattro anni. Questa scoperta apre nuove strade per il trattamento di questa malattia devastante.


Il Dott. Poirier ha annunciato questi risultati alla Conferenza Internazionale annuale dell'Alzheimer's Association a Copenhagen. Il suo studio su larga scala ha identificato varianti genetiche naturali che forniscono protezione dalla forma comune dell'Alzheimer, con l'obiettivo di individuare processi biologici specifici suscettibili di interventi farmaceutici.


"Abbiamo trovato che delle varianti genetiche specifiche in un gene chiamato «HMG CoA reduttasi», che di norma regola la produzione e la mobilitazione del colesterolo nel cervello, possono interferire con, e ritardare, l'insorgenza dell'Alzheimer di quasi 4 anni. Questo è un passo avanti importante in un settore in cui i successi sono stati scarsi in questi ultimi anni", dice il Dott.Poirier, la cui ricerca precedente aveva portato alla scoperta di una variante genetica formalmente associata con la forma comune dell'Alzheimer.


"Questi ultimi risultati genetici del gruppo del Dott. Poirier sono un importante passo avanti nella comprensione della neurobiologia dell'Alzheimer, e anche sull'uso della genetica per identificare un nuovo bersaglio molecolare interessante che è suscettibile di sviluppo terapeutico", ha aggiunto Brigitte Kieffer, Direttore Scientifico del Centro di Ricerca del Douglas Mental Health University Institute.

 

Un approccio diverso

Negli ultimi due decenni, gli sforzi di ricerca di tutto il mondo si sono concentrati sull'identificazione di fattori genetici e ambientali che causano o accelerano laprogressione della forma comune dell'Alzheimer. Tuttavia sapevamo poco sui possibili fattori genetici protettivi che possono ritardare o anche prevenire l'insorgenza della malattia negli esseri umani.


E' ben documentato che un sottogruppo di individui più anziani portatori di fattori genetici predisponenti per la forma comune dell'Alzheimer riescono a sfuggire alla malattia e a vivere una vita lunga e produttiva senza problemi di memoria, fino ai 90 anni.

 

 

 

 

 


FonteDouglas Mental Health University Institute  (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.

Sostieni l'Associazione; una donazione, anche minima, ci aiuterà ad assistere malati e famiglie e continuare ad informarti. Clicca qui a destra:

 


 

 

Potrebbe interessarti anche:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy e sicurezza dati - Informativa ex Art. 13 D. Lgs. 196/03

Gentile visitatore,

l'Associazione tratterà i Tuoi dati personali nel rispetto del D. Lgs. 196/G3 (Codice della privacy), garantendo la riservatezza e la protezione dei dati.

Finalità e modalità del trattamento: I dati personali che volontariamente deciderai di comunicarci, saranno utilizzati esclusivamente per le attività del sito, per la gestione del rapporto associativo e per l'adempimento degli obblighi di legge. I trattamenti dei dati saranno svolti in forma cartacea e mediante computer, con adozione delle misure di sicurezza previste dalla legge. I dati non saranno comunicati a terzi né saranno diffusi.

Dati sensibili: Il trattamento di dati sensibili ex art. 1, lett. d del Codice sarà effettuato nei limiti di cui alle autorizzazioni del Garante n. 2/08 e n. 3/08, e loro successive modifiche.

Diritti dell'interessata/o: Nella qualità di interessato, Ti sono garantiti tutti i diritti specificati all'art. 7 del Codice, tra cui il diritto di chiedere e ottenere l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, e il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che Ti riguardano.

Titolare del trattamento è l'Associazione di volontariato "Associazione Alzheimer o.n.l.u.s.”, con sede a Riese Pio X – Via Schiavonesca, 13 – telefax 0423 750 324.

Responsabile del trattamento è la segretaria dell’Associazione in carica.

Gestione «cookies»

Un cookie è una breve stringa di testo che il sito web che si sta visitando salva automaticamente sul computer dell'utente. I cookies sono utilizzati dagli amministratori di molti siti web per migliorarne funzionamento ed efficienza e per raccogliere dati sui visitatori.

Il nostro sito non utilizza i cookies per identificare i visitatori, ma per raccogliere informazioni al fine di arricchirne i contenuti e rendere il sito più fruibile.

Come cambiare le impostazioni del browser per la gestione dei cookies

È possibile decidere se permettere ai siti web che vengono visitati di installare i cookies modificando le impostazioni del browser usato per la navigazione. Se hai già visitato il nostro sito, alcuni cookies potrebbero essere già stati impostati automaticamente sul tuo computer. Per sapere come eliminarli, clicca su uno dei link qui di seguito: