Associazione Alzheimer ONLUS logo

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

Linee-guida dietetiche per la prevenzione dell'Alzheimer

Linee-guida dietetiche per la prevenzione dell'Alzheimer

Il rischio di sviluppare l'Alzheimer aumenta con l'età, con i fattori genetici, e con diversi fattori di rischio medico. Gli studi hanno suggerito anche che i fattori dietetici e lo stile di vita possono influenzare il rischio, aumentando la possibilità che le strategie di prevenzione siano efficaci.


Questo corpo di ricerca è incompleto. Tuttavia, poiché i fattori di stile di vita per l'Alzheimer con più supporto scientifico sono quelli delle malattie cardiovascolari e del diabete, è ragionevole fornire una guida preliminare per aiutare le persone che desiderano ridurre il loro rischio.


In occasione della Conferenza Internazionale su Nutrizione e Cervello di Washington/DC del 19-20 luglio 2013, ai relatori è stato chiesto di commentare le possibili linee guida per la prevenzione dell'Alzheimer, con l'obiettivo di sviluppare un insieme di passi pratici, seppur preliminari, da consigliare ai membri del pubblico. Da questa discussione, sono emerse 7 linee guida relative alle abitudini salutari di dieta ed esercizio fisico.

 

 

 

 


Fonte: Science Direct (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Neal D. Barnard, Ashley I. Bush, Antonia Ceccarelli, James Cooper, Celeste A. de Jager, Kirk I. Erickson, Gary Fraser, Shelli Kesler, Susan M. Levin, Brendan Luceyi, Martha Clare Morris, Rosanna Squitti. Dietary and lifestyle guidelines for the prevention of Alzheimer's disease. Neurobiology of Aging, Volume 35, Supplement 2, September 2014, Pages S74–S78. doi:10.1016/j.neurobiolaging.2014.03.033

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Annuncio pubblicitario

Usiamo cookie

Sul nostro sito Web usiamo solo cookie 'tecnici' utili per il suo funzionamento, non usiamo cookie di tracciamento.

Se decidi di non consentirne l'uso, potresti non riuscire a usufruire di tutte le funzionalità del sito.