Associazione Alzheimer ONLUS logo

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

Cure e farmaci

Allo stato delle attuali conoscenze, la medicina non dispone di un trattamento che sia in grado di impedire il progredire della malattia e riportare il malato alla normalità. Esistono soltanto farmaci “sintomatici” che possono in parte migliorare la situazione esistente e rallentare la progressione della malattia. Tuttavia, è importante sottolineare che:

  • questi farmaci sono da utilizzare nella prima fase della malattia, lieve e moderata (non nelle fasi avanzate);
  • non funzionano in tutti i casi (ci sono malati che rispondono bene al trattamento, i “responders”, e altri che invece non hanno alcun beneficio, i “non-responders”) e non si sa in anticipo quali siano;
  • possono avere effetti collaterali anche gravi (quindi la somministrazione di questi farmaci necessita della supervisione di un medico specialista).

E’ opportuno precisare inoltre che raramente i bisogni del paziente possono essere affrontati con la semplice somministrazione di un solo farmaco più o meno efficace e, al contrario, richiedono un approccio che può essere effettuato in vari modi che tenga conto del quadro clinico (caratterizzato non solo dalla presenza di sintomi cognitivi, ma anche di sintomi non cognitivi), dalla presenza di malattie precedenti o in atto (diabete, ipertensione, disturbi psichiatrici), delle ripercussioni sull’autonomia della persona e delle problematiche sociali e familiari. Distinguiamo i farmaci per la Malattia di Alzheimer e farmaci per i disturbi del comportamento.

 

 

 

Puoi trovare lo stato attuale delle conoscenze sulla malattia, le possibili cause, le prospettive di trattamenti futuri
(tutto documentato da centinaia di riferimenti a studi) in questo documento redatto da ricercatori della
University of California di San Francisco e pubblicato sulla rivista Cell.

 

 

Annuncio pubblicitario

Usiamo cookie

Sul nostro sito Web usiamo solo cookie 'tecnici' utili per il suo funzionamento, non usiamo cookie di tracciamento.

Se decidi di non consentirne l'uso, potresti non riuscire a usufruire di tutte le funzionalità del sito.