Iscriviti alla newsletter

Prevalenza Alzheimer nel 2019

 

 

MONDO
Europa
ITALIA
VENETO

Casi totali stimati di demenza nel mondo 2010/2013, proiezioni 2030/2050

Regione GBD
(Global Burden of Disease)
Popolaz. over-60 2010 (milioni) Preval. grezza stimata 2010 (%) Casi stimati di demenza (milioni)
2010 2013 2030 2050
Asia 406,55 3,9 15,94 21,87 39,79 71,84
Australasia 4,82 6,4 0,31 0,37 0,62 1,02
Asia Pacifico RA 46,63 6,1 2,83 3,26 5,50 7,58
Oceania 0,49 4,0 0,02 0,02 0,04 0,09
Asia Centrale 7,16 4,6 0,33 0,29 0,44 0,88
Asia Orientale 171,61 3,2 5,49 10,46 18,83 33,61
Asia Meridionale 124,61 3,6 4,48 4,74 8,50 16,61
Asia Sud-Orientale 51,22 4,8 2,48 2,74 5,87 12,05
             
Europa 160,18 6,2 9,95 10,93 14,80 20,75
Europa Occidentale 97,27 7,2 6,98 7,84 10,03 16,02
Europa Centrale 23,61 4,7 1,10 1,23 1,69 2,29
Europa Orientale 39,30 4,8 1,87 1,86 2,03 2,44
             
Americhe 120,74 6,5 7,82 8,77 15,08 30,51
Nord America RA 63,67 6,9 4,38 4,58 7,28 11,74
Paesi Caraibici 5,06 6,5 0,33 0,38 0,63 1,14
Paesi delle Ande 4,51 5,6 0,25 0,31 0,64 1,46
AL Centrale 19,54 6,1 1,19 1,38 2,95 7,07
AL Sud 8,74 7,0 0,61 0,71 1,17 2,13
AL Tropicale 19,23 5,5 1,05 1,42 3,13 6,97
             
Africa 71,07 2,6 1,86 2,78 5,24 12,35
NordAfrica/Medioriente 31,11 3,7 1,15 1,47 2,91 7,29
ASS Centrale 3,93 1,8 0,07 0,13 0,23 0,48
ASS Orientale 16,03 2,3 0,36 0,55 1,06 2,45
ASS Meridionale 4,66 2,1 0,10 0,19 0,29 0,49
ASS Occidentale 15,33 1,2 0,18 0,44 0,76 1,63
             
Mondo 758,54 4,7 35,56 44,35 75,62 135,46

Fonte: Dementia: A Public Health Priority, Alzheimer’s Disease International
The Global Impact of Dementia 2013-2050, Alzheimer’s Disease International
RA= Reddito Alto, AL = America Latina, ASS = Africa Sub-Sahariana.

 

 

Casi di Alzheimer nel mondo attribuibili ai 'fattori di rischio modificabili'

Fattore di rischio modificabile Prevalenza  nella Popolazione Rischio Relativo (95% CI*) Rischio attribuibile popolazione % (CI*) Numero casi attribuibili in milioni (CI*)
Bassa scolarità 40.0% 1.59 (1.35, 1.86) 19.1% (12.3%, 25.6%) 6.5 (4.2, 8.7)
Fumo 27.4% 1.59 (1.15, 2.20) 13.9% (3.9%, 24.7%) 4.7 (1.3, 8.4)
Inattività fisica 17.7% 1.82 (1.19, 2.78) 12.7% (3.3%, 24.0%) 4.3 (1.1, 8.1)
Depressione 13.2% 1.90 (1.55, 2.33) 10.6% (6.8%, 14.9%) 3.6 (2.3, 5.1)
Ipertensione in mezza età 8.9% 1.61 (1.16, 2.24) 5.1% (1.4%, 9.9%) 1.7 (0.5, 3.4)
Diabete 6.4% 1.39 (1.17, 1.66) 2.4% (1.1%, 4.1%) 0.8 (0.4, 1.4)
Obesità mezza età 3.4% 1.60 (1.34, 1.92) 2.0% (1.1%, 3.0%) 0.7 (0.4, 1.0)
Combinate (max)     50.7% 17,187,028

Fonte: nih.gov Riferimenti: DE Barnes, K Yaffe. The Projected Impact of Risk Factor Reduction on Alzheimer's Disease Prevalence. Lancet Neurol., 2011, DOI (*) CI= Intervallo di confidenza

 

 

Casi di Alzheimer nel mondo che potrebbero essere evitati

riducendo i 'fattori di rischio modificabili' del 10% (barre grigio medio) o del 25% (bare grigio scuro). I fattori di rischio sono quelli della tabella qui sopra, nello stesso ordine.PreventableCases.jpg

Legenda: Low education=Bassa scolarità, Smoking=Fumo, Physical inactivity=Inattività fisica, Depression=Depressione, Mid-life hypertension=Ipertensione in mezza età, Diabetes=Diabete, Mid-life obesity=Obesità in mezza età, Combined=Combinate. In alto i numeri di casi che si potrebbero evitare con una riduzione del 10% o del 25%

Fonte: nih.gov Riferimenti: DE Barnes, K Yaffe. The Projected Impact of Risk Factor Reduction on Alzheimer's Disease Prevalence. Lancet Neurol., 2011, DOI

 

Indice DALY 2002[b]Distribuzione nel mondo di Alzheimer e altre demenze 2002[/b][br]Indice DALY ([url=http://en.wikipedia.org/wiki/Age_adjustment]Age-standardised Disability-Adjusted Life Year[/url]) di malati per 100,000 abitanti.[br](Fonte: [url=http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Alzheimer_and_other_dementias_world_map_-_DALY_-_WHO2002.svg]Wikipedia[/url])

 

DALY_2004[b]Distribuzione nel mondo di Alzheimer e altre demenze 2004[/b][br]Indice DALY ([url=http://en.wikipedia.org/wiki/Age_adjustment]Age-standardised Disability-Adjusted Life Year[/url]) di malati per 100,000 abitanti. [br]Fonte: [url=http://en.wikipedia.org/wiki/File:Alzheimer_and_other_dementias_world_map_-_DALY_-_WHO2004.svg]Wikipedia[/url]

 

 

Casi di demenza in Europa nel 2013

(Solo casi diagnosticati. Il numero reale è probabilmente molto più alto)

Paese Popolazione (milioni) Casi di demenza diagnosticati
Uomini Donne Totale Incidenza%
Austria 8,406 45.938 99.494 145.432 1,73
Belgium 10,807 62.972 128.309 191.281 1,77
Bulgaria 7,375 37.851 72.042 109.893 1,49
Croatia 4,384 20.394 46.682 67.076 1,53
Cyprus 1,051 4.333 6.917 11.250 1,07
Czech Rep. 10,538 45.532 97.778 143.310 1,36
Denmark 5,592 29.715 55.847 85.562 1,53
Estonia 1,341 5.469 16.252 21.721 1,62
Finland 5,394 29.287 62.945 92.232 1,71
France 63,511 375.843 799.113 1.174.956 1,85
Germany 81,880 517.136 1.054.968 1.572.104 1,92
Greece 11,399 75.392 126.375 201.767 1,77
Hungary 9,928 43.636 105.291 148.927 1,50
Ireland 4,580 17.895 31.574 49.469 1,08
Italy 60,876 414.975 857.341 1.272.316 2,09
Latvia 2,232 8.902 26.812 35.714 1,60
Lithuania 3,287 12.567 34.768 47.335 1,44
Luxembourg 0,522 2.327 4.662 6.989 1,34
Malta 0,421 1.878 3.423 5.301 1,26
Netherlands 16,705 83.247 162.314 245.561 1,47
Poland 38,251 150.371 350.721 501.092 1,31
Portugal 10,674 62.260 120.266 182.526 1,71
Romania 21,453 90.484 179.820 270.304 1,26
Slovakia 5,477 17.834 40.774 58.608 1,07
Slovenia 2,040 9.324 22.711 32.035 1,57
Spain 46,763 280.149 538.197 818.346 1,75
Sweden 9,513 60.479 112.656 173.135 1,82
Great Britain 62,896 360.581 677.210 1.037.791 1,65
Jersey 0,098 483 918 1.401 1,43
Iceland 0,330 1.487 2.435 3.922 1,19
Norway 4,946 25.932 51.226 77.158 1,56
Switzerland 7,730 44.201 89.521 133.722 1,73
Turkey 75,344 134.927 196.586 331.513 0,44
 Totale 595,746 3.073.701 6.175.948 9.249.649 1,52

Fonte: Alzheimer Europe

 

Prevalenza % demenza in alcuni paesi e studi Europei

Paese (studio, anno esaminato, casi esaminati) Età 65– 74 75– 84 +85 Media
T D U T D U T D U T D U
Belgium (Kurz et al., 1998, 2.253) 4,4 4,1 4,8 11,1 10,4 12,3 11,0 10,0 7,8 8,0 8,3 8,3
Denmark (Andersen et al., 92-94, 3.299) 4,7 4,2 5,3 11,4 10,3 13,1 7,1 8,0 6,4
Finland (Rahkonen et al., 1998, 601) 18,3 39,4 22,8 18,6 24,3
France (Letenneur et al., 88-89, 3.149) 2,9 3,2 2,6 7,1 8,0 5,5 21,6 21,5 12,3 6,5 4,5 8,5
Germany (Riedel-Heller et al., 97-98, 1.265) 9,4 9,5 9,1 34,8 37,2 23,9 17,4 12,6 18,9
Italy (Ravaglia et al., 99-2000, 1.016) 1,2 1,0 1,4 4,5 6,3 1,5 32,2 45,1 12,8 5,9 2,6 8,5
Netherlands (Ott et al., 90-93, 4.915) 1,4 1,5 1,3 10,9 12 8,8 34,8 35,6 31,6 9,4 11,5 5,9
Spain (Lobo et al., 1987, 1.080) 3,2 3,0 3,5 8,3 10,9 9,9 20,0 22,6 15,8 7,4 8,0 5,9
Sweden (Von Strauss et al., 1992, 1.424) 13,5 14,2 11,6 33,4 36,0 22,4 25,1 27,4 17,0
UK (Saunders et al., 1991, 5.182) 1,4 1,1 1,7 6,4 7,7 5,1 19,9 24,4 13,5 8,6 10,9 6,0

95% confidence interval, D=Donne, U=Uomini, T=Totale
Fonte: C. Berr et al. European Neuropsychopharmacology, 2005

 

 

La stima dei casi di demenza nel 2023 è stata effettuata applicando per la demenza late onset i tassi sesso ed età specifici calcolati in una revisione sistematica degli studi di popolazione europei di qualità maggiore1 e, per quella early onset, i tassi sesso ed età specifici rilevati nella provincia di Modena. Per il Mild Cognitive Impairment(MCI) sono stati utilizzati i tassi sesso ed età specifici elaborati in una revisione sistematica di 11 studi di popolazione che hanno riguardato Stati Uniti, Europa, Asia e Australia.

In Italia, sulla base dei residenti al 1 gennaio 2023 (ISTAT), è possibile stimare 1.126.961 casi di demenza nella fascia d’età uguale o superiore ai 65 anni (tabella 1.1) e 23.730 casi di demenza giovanile compresi nella fascia d’età 35-64 anni (tabella 1.2). È possibile stimare Il numero di persone con MCI in 952.101 (tabella 1.3). Il rapporto femmine/maschi è pari a 2,3 (≥65 anni) nella demenza late onset e a 1,08 in quella early onset (35-64 anni) (tabelle 1.1 e 1.2). Per quanto riguarda il MCI il rapporto femmine/maschi è pari a 1,3 (tabella 1.3).

Preval Italia 2023 ISSFonte: Istituto Superiore Sanità

 

Prevalenza demenza in Italia nel 2013 per gamma di età

solo casi diagnosticati (il CNR stima che il 40% delle persone con demenza non abbiano avuto la diagnosi)

Gruppo
età
Casi di demenza diagnosticati
Uomini Donne Totale
30 - 59 21.529 11.830 33.359
60 - 64 3.615 17.220 20.834
65 - 69 28.402 24.503 52.905
70 - 74 43.916 61.878 105.794
75 - 79 78.872 113.943 192.815
80 - 84 107.893 195.928 303.822
85 - 89 84.671 236.950 321.621
90 - 94 38.741 153.097 191.838
95+ 7.337 41.991 49.328
Totale 414.975 857.341 1.272.317

Fonte: Alzheimer Europe

 

Prevalenza demenza in Italia per anni di scolarità Preval_Demenza_x_Scolarità.gif

Fonte: Studio ILSA/CNR

 

Prevalenza demenza in Italia per anni di settore di attività lavorativo Preval_Demenza_x_Lavoro.gif

(Fonte: Studio ILSA/CNR

 

Prevalenza percentuale (*)

di alcune patologie del sistema nervoso, per sesso e classe d'età.

PATOLOGIA Maschi Femmine Totale
Gruppo età: 65-69 70-74 75-79 80-84 Tot. 65-69 70-74 75-79 80-84 Tot. 65-69 70-74 75-79 80-84 Tot.
Demenza, di cui: 1,0 2,3 9,5 18,5 5,3 1,3 4,6 8,8 22,7 7,2 1,2 3,5 9,0 21,1 6,4
- Alzheimer 0,4 0,8 2,8 5,7 1,7 0,7 2,4 4,3 9,0 3,2 0,6 1,7 3,6 7,7 2,5
- Demenza vascolare 0,4 0,8 2,8 3,7 1,4 0,4 0,7 1,5 5,0 1,5 0,4 0,8 2,0 4,5 1,4
Parkinsonismo, di cui: 1,2 1,8 5,1 7,0 2,9 1,4 2,4 4,4 5,6 3,0 1,3 2,1 4,6 6,1 3,0
- Morbo di Parkinson 0,5 1,0 3,7 5,1 1,9 0,9 2,2 3,0 4,1 2,2 0,7 1,7 3,3 4,4 2,1

(*) I dati sono standardizzati sulla popolazione italiana, Censimento 1991
Fonte: Studio ILSA/CNR

 

L'Alzheimer era la 6a causa di morte in Italia nel 2012 (Fonte tabelle e grafici: Istat)

Istat_Principali_Cause_Morte_Italia_2012.jpg

Era l'unica, tra le principali, a crescere in modo drammatico tra il 2007 e il 2012, passando dalla 9a posizione alla 6a, e dal 2,8% al 4,3% sul totale.

Istat_Principali_Cause_Morte_Italia_2012vs2007.jpg

In termini di macro-regioni, era la 5a nel Nord-Ovest e nel Centro, la 6a nel Nord-Est e scende al 7o posto nelle Isole e all'8o posto nel Sud.

Istat_Principali_Cause_Morte_Italia_2012_geoarea.jpg

L'analisi per genere vede una minore incidenza per gli uomini (9o posto, 2,8% sul totale) rispetto alle donne (5o posto e 5,7% sul totale).

Istat_Principali_Cause_Morte_Italia_2012_genere.jpg

 


Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Nota: L'articolo potrebbe riferire dati o risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


Logo AARAssociazione Alzheimer OdV
Via Schiavonesca 13
31039 Riese Pio X° (TV)

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.