Ricerche

Le onde alfa organizzano la lista delle cose da fare nel cervello

Le onde alfa organizzano la lista delle cose da fare nel cervelloDiverse fasi dell'onda alfa codificano diverse parti della scena visiva. (Fonte: studio)Le nostre cellule cerebrali «emettono scintille» tutto il tempo. Da questa attività elettronica nascono onde cerebrali: oscillazioni con diverse larghezze di banda.


E, come una stazione radio usa diverse frequenze per trasportare informazioni specifiche lontano dalla sorgente di emissione, così fa il cervello. E, proprio come gli ascoltatori della radio con una certa preferenza musicale si sintonizzano sulla frequenza che porta la musica preferita, le aree del cervello entrano in sintonia con la lunghezza d'onda rilevante per il loro funzionamento.

 

Le onde alfa non sono noiose

Ole Jensen, professore di Oscillazioni Neuronali al «Donders Institute for Brain, Cognition and Behaviour» della Radboud University, cerca di capire come funziona in dettaglio questa rete che invia e riceve informazioni attraverso le oscillazioni.


In precedenza aveva scoperto un nuovo ruolo delle onde alfa, che da molto tempo erano ritenute onde noiose, e che nascono quando il cervello funziona al minimo e una persona sta sonnecchiando. Jensen ha spostato questa interpretazione, mostrando l'importanza della frequenza alfa: essa aiuta a spegnere un'area del cervello irrilevante in un determinato compito. Essa ci aiuta a concentrarci su ciò che è veramente importante in quel momento.

 

La lista delle cose da fare

Nello studio che è apparso ieri su Trends in Neurosciences, Jensen postula una nuova teoria sul funzionamento effettivo di questo meccanismo, di fronte ad un compito visivo. "Noi pensiamo che le diverse fasi dell'onda alfa codifichino le diverse parti di una scena visiva. Essa aiuta a scomporre le informazioni visive in piccoli lavori e quindi ad eseguire i compiti in un ordine specifico. La lista delle cose da fare per il nostro sistema di attenzione visiva: focalizzarsi sul viso, concentrarsi sulla mano, concentrarsi sul vetro, guardarsi intorno. E poi tutto da capo".


Jensen sta ora pianificando di testare questa nuova interpretazione delle onde alfa sia negli animali che nell'uomo.

 

 

 

 

 


FonteRadboud University Nijmegen  (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti:  Ole Jensen, Bart Gips, Til Ole Bergmann, Mathilde Bonnefond. Temporal coding organized by coupled alpha and gamma oscillations prioritize visual processing. Trends in Neurosciences, 2014; DOI: 10.1016/j.tins.2014.04.001

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.

Sostieni l'Associazione; una donazione, anche minima, ci aiuterà ad assistere malati e famiglie e continuare ad informarti. Clicca qui a destra:

 


 

 

Potrebbe interessarti anche:

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Privacy e sicurezza dati - Informativa ex Art. 13 D. Lgs. 196/03

Gentile visitatore,

l'Associazione tratterà i Tuoi dati personali nel rispetto del D. Lgs. 196/G3 (Codice della privacy), garantendo la riservatezza e la protezione dei dati.

Finalità e modalità del trattamento: I dati personali che volontariamente deciderai di comunicarci, saranno utilizzati esclusivamente per le attività del sito, per la gestione del rapporto associativo e per l'adempimento degli obblighi di legge. I trattamenti dei dati saranno svolti in forma cartacea e mediante computer, con adozione delle misure di sicurezza previste dalla legge. I dati non saranno comunicati a terzi né saranno diffusi.

Dati sensibili: Il trattamento di dati sensibili ex art. 1, lett. d del Codice sarà effettuato nei limiti di cui alle autorizzazioni del Garante n. 2/08 e n. 3/08, e loro successive modifiche.

Diritti dell'interessata/o: Nella qualità di interessato, Ti sono garantiti tutti i diritti specificati all'art. 7 del Codice, tra cui il diritto di chiedere e ottenere l'aggiornamento, la rettificazione o l'integrazione dei dati, la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, e il diritto di opporsi, in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei dati personali che Ti riguardano.

Titolare del trattamento è l'Associazione di volontariato "Associazione Alzheimer o.n.l.u.s.”, con sede a Riese Pio X – Via Schiavonesca, 13 – telefax 0423 750 324.

Responsabile del trattamento è la segretaria dell’Associazione in carica.

Gestione «cookies»

Un cookie è una breve stringa di testo che il sito web che si sta visitando salva automaticamente sul computer dell'utente. I cookies sono utilizzati dagli amministratori di molti siti web per migliorarne funzionamento ed efficienza e per raccogliere dati sui visitatori.

Il nostro sito non utilizza i cookies per identificare i visitatori, ma per raccogliere informazioni al fine di arricchirne i contenuti e rendere il sito più fruibile.

Come cambiare le impostazioni del browser per la gestione dei cookies

È possibile decidere se permettere ai siti web che vengono visitati di installare i cookies modificando le impostazioni del browser usato per la navigazione. Se hai già visitato il nostro sito, alcuni cookies potrebbero essere già stati impostati automaticamente sul tuo computer. Per sapere come eliminarli, clicca su uno dei link qui di seguito: