Associazione Alzheimer ONLUS

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

    Iscriviti   


captcha 

Esperienze e opinioni

I benefici del sesso includono anche la memoria

I benefici del sesso includono anche la memoria

Gli esseri umani trascorrono una quantità straordinaria di tempo a pensare, perseguire e fare sesso. Non si tratta solo di fare figli, perché le persone fanno sesso molto prima e dopo aver avuto figli - se ne hanno.

Ci sono molti altri motivi per cui le persone non riescono a evitare di tenersi le mani l'uno con l'altro: alcuni sono fisici, alcuni sono emotivi, altri sono orientati agli obiettivi, e altri possono essere dovuti all'insicurezza.

Qualunque sia la ragione, se fai sesso di frequente, è probabile che tu veda alcuni benefici. Non solo fa bene al tuo benessere mentale, ma ha anche un impatto positivo sulla tua salute generale. Diversi studi nel corso degli anni hanno mostrato gli effetti del sesso. Qui ci sono 13 delle scoperte più importanti fatte finora.

 

1. Il sesso rilascia sostanze chimiche che alleviano il dolore

Le endorfine sono antidolorifici naturali del corpo. Durante il sesso, le endorfine inondano il corpo e il cervello, alleviando ogni disagio. Per alcune persone, può curare un mal di testa. Ciò può essere dovuto alle endorfine o al rilascio del neurotrasmettitore serotonina, che ti fa sentire felice.

 

2. Il sesso brucia calorie

Il sesso non è efficace come altre forme di esercizio, ma sicuramente brucia diverse calorie. Uno studio dell'Università di Montreal ha esaminato quante calorie bruciano le coppie durante il sesso. Durante una sessione di 30 minuti, gli uomini hanno bruciato in media 101 calorie, mentre le donne ne hanno bruciate 69. Si trattava di circa 4,2 calorie o 3,1 calorie al minuto rispettivamente.

 

3. Potenzia il tuo sistema immunitario

Uno studio pubblicato sulla rivista Psychology Report ha rilevato che gli studenti che avevano fatto sesso almeno una volta alla settimana presentavano livelli più alti di un certo anticorpo che è vitale per combattere le malattie. In effetti, i livelli erano superiori del 30% rispetto a quelli che non avevano fatto affatto sesso.

 

4. Il sesso fa bene al cuore

Secondo il NHS (servizio sanitario nazionale in GB), tutto ciò che esercita il cuore fa bene, e questo include il sesso. Ma i benefici dipendono da quanto rigoroso lo fai. In media, la frequenza cardiaca massima durante il rapporto sessuale è all'incirca uguale a quella di una rampa di scale, e, per tua conoscenza, è raccomandato di allenarsi moderatamente per circa 150 minuti alla settimana.

 

5. Aiuta con lo stress

Oltre a tutte le sostanze chimiche del benessere che il tuo cervello rilascia durante il sesso, hai anche una diminuzione del cortisolo. La ricerca ha dimostrato come il sesso penetrativo aiuti le persone a far fronte al meglio allo stress, ma tutti i tipi aiutano le persone a rilassarsi.

 

6. Riduce il rischio di cancro alla prostata

Uno studio pubblicato su BMJ nel 2004 ha rilevato che le eiaculazioni frequenti sembrano essere collegate a un rischio ridotto di cancro alla prostata. Su 50.000 maschi di età compresa tra 40 e 75 anni, gli uomini che hanno riferito 21 o più episodi al mese avevano meno probabilità di contrarre il cancro alla prostata rispetto a quelli che ne riferivano da 4 a 7. Uno studio successivo ha replicato i risultati.

 

7. Il sesso ti fa sentire più in salute

Il sesso può anche aumentare il senso di benessere. Secondo uno studio condotto su 3.000 americani di età compresa tra 57 e 85 anni, le persone che stavano facendo sesso hanno valutato la loro salute generale più alta di quelle che non lo facevano. L'amore era anche legato a persone che dicevano di avere una salute "eccellente", piuttosto che "buona" o "scadente".

 

8. Riduce il rischio di ulcera

Un matrimonio felice ha dimostrato nelle ricerche di ridurre il rischio di angina (una condizione del cuore) e ulcere dello stomaco negli uomini. In uno studio su 10.000 uomini, quelli che si sentivano "amati e supportati" avevano un rischio minore di angina. In un altro studio su 8.000 uomini, quelli che avevano problemi a casa avevano più possibilità di sviluppare un'ulcera duodenale. Il sesso non è l'unico modo per mostrare amore e affetto, ma è certamente uno.

 

9. Il sesso abbassa la pressione sanguigna

Secondo uno studio del 2003, le persone che si abbracciano spesso avranno probabilmente una pressione sanguigna più bassa. Le coppie che si tenevano le mani per 10 minuti e poi si abbracciavano per 20 secondi non erano molto agitate per lo stress causato da attività come parlare in pubblico.

 

10. Migliora il sonno

Come discusso in precedenza, il sesso è esercizio, quindi è normale sentirsi stanchi dopo di esso. Ma il rilascio di ossitocina ti aiuta anche a sentirti assonnato. Per gli uomini in particolare, un orgasmo riduce l'attività nella corteccia prefrontale del cervello, che è davvero importante per dormire bene la notte. Uno studio, riportato dal Mail online, ha mostrato come il flusso sanguigno dopo l'orgasmo esaurisce i muscoli del glicogeno che produce energia, sfiancandoti ulteriormente.

 

11. Il sesso aiuta gli uomini a essere più in contatto con le loro emozioni

Nel 2005, una ricerca del Centro Medico Universitario Groningen ha scoperto che il sesso può aiutare gli uomini a entrare in contatto con le loro emozioni. I partecipanti maschi si sono sottoposti a scansioni cerebrali per monitorare il flusso sanguigno cerebrale mentre le loro partner femminili li stimolavano. I risultati hanno mostrato che il flusso sanguigno aumenta nell'insula posteriore ed è ridotto all'amigdala destra. L'insula è un'area che è stata collegata all'elaborazione di emozioni, dolore e calore.

 

12. Aiuta a potenziare la memoria

Il sesso può migliorare le prestazioni delle persone nei test della memoria a breve termine, secondo uno studio di quest'anno. Alcuni ricercatori hanno concluso che il sesso stimola la crescita delle cellule cerebrali in aree del cervello associate alla memoria, mentre altri suggeriscono che è a causa del "bagliore residuo" (piacere che perdura dopo una esperienza piacevole) sessuale che ci riempie di dopamina e ossitocina. C'è un crescente corpo di ricerca che mostra come il sesso migliora il potere del cervello.

 

13. Potrebbe aiutare a ridurre l'ansia

Durante il sesso diminuisce il flusso di sangue all'amigdala, l'area del cervello legata ai disturbi d'ansia. Molto sangue che fluisce all'amigdala può aumentare la possibilità di sviluppare un disturbo d'ansia o altri problemi di salute mentale, quindi il sesso potrebbe essere un modo per ridurre tale rischio.

 

 

 

 


Fonte: Lindsay Dodgson in Insider (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali collegamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Informazione pubblicitaria

Notizie da non perdere

Orienteering: un modo per addestrare il cervello e contrastare il declino cogn…

27.01.2023

Lo sport dell'orienteering (orientamento), che attinge dall'atletica, dalle cap...

Effetti della carenza di colina sulla salute neurologica e dell'intero si…

23.01.2023

Assorbire colina a sufficienza dall'alimentazione è cruciale per proteggere il corpo e il cervello ...

Scoperta ulteriore 'barriera' anatomica che difende e monitora il ce…

11.01.2023

Dalla complessità delle reti neurali, alle funzioni e strutture biologiche di base, il ...

L'invecchiamento è guidato da geni sbilanciati

21.12.2022

Il meccanismo appena scoperto è presente in vari tipi di animali, compresi gli esseri umani.

Goccioline liquide dense come computer cellulari: nuova teoria sulla causa del…

22.09.2022

Un campo emergente è capire come gruppi di molecole si condensano insieme all'interno d...

'Ingorgo' di proteine nei neuroni legato alla neurodegenerazione

12.09.2022

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'EPFL rivela che un complesso proteico malfunzionante pu...

Scoperto un fattore importante che contribuisce all'Alzheimer

22.08.2022

Una ricerca guidata dai dott. Yuhai Zhao e Walter Lukiw della Luisiana State University ...

Dare un senso alla relazione obesità-demenza

2.08.2022

Questo articolo farà capire al lettore perché l'obesità a volte può aumentare il ris...

Svolta per l'Alzheimer? Confermato collegamento genetico con i disturbi i…

26.07.2022

Uno studio eseguito in Australia alla Edith Cowan University (ECU) ha confermato il legame tra Alzhe...

Studio rivela dove vengono memorizzati i frammenti di memoria

22.07.2022

Un momento indimenticabile in un ristorante può non essere esclusivamente il cibo. Gli ...

A 18 come a 80 anni, lo stile di vita è più importante dell'età per il…

22.07.2022

Gli individui senza fattori di rischio per la demenza, come fumo, diabete o perdita dell...

Le donne possono vivere meglio con una dieta migliore

22.07.2022

Mangiare frutta e verdura di colori più brillanti può aiutare i problemi di salute delle donne. <...

Il ciclo dell'urea astrocitica nel cervello controlla la lesione della me…

30.06.2022

Nuove scoperte rivelano che il ciclo dell'urea negli astrociti lega l'accumulo di amiloide-beta e la...

Aumentano le evidenze di origini alternative delle placche di Alzheimer

13.06.2022

I risultati di uno studio potrebbero spiegare perché i farmaci progettati per rimuovere i depositi ...

La scoperta del punto di svolta nell'Alzheimer può migliorare i test di …

20.05.2022

 Intervista al neurologo William Seeley della Università della California di San Francisco

Perché il diabete tipo 2 è un rischio importante per lo sviluppo dell'A…

24.03.2022

Uno studio dell'Università di Osaka suggerisce un possibile meccanismo che collega il diabete all'A...

Identificazione dei primi segnali dell'Alzheimer

7.03.2022

Un team multidisciplinare di ricerca, composto da ricercatori del progetto ARAMIS, dell...

Nuovo metodo di selezione farmaci spiega perché quelli di Alzheimer falliscon…

31.01.2022

Analizzando i meccanismi di malattia nei neuroni umani, dei ricercatori dell'Università de...

Perché dimentichiamo? Nuova teoria propone che 'dimenticare' è in …

17.01.2022

Mentre viviamo creiamo innumerevoli ricordi, ma molti di questi li dimentichiamo. Come m...

Studio cinese: 'Metti spezie nel tuo cibo per tenere a bada l'Alzhei…

13.01.2022

Proprio come 'una mela al giorno toglie il medico di torno', sono ben noti i benefici di...

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.