Associazione Alzheimer ONLUS

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

    Iscriviti   


captcha 

Annunci e info

15enne sviluppa test per individuare presto l'Alzheimer e, forse, impedire che si sviluppi

15enne sviluppa test per individuare presto l'Alzheimer e, forse, impedire che si sviluppiKrtin NithiyanandaUn 15enne britannico di origine Indiana ha sviluppato un test potenziale per l'Alzheimer, che potrebbe consentire di diagnosticare la condizione 10 anni prima della comparsa dei primi sintomi.


Attualmente l'Alzheimer può essere rilevato solo attraverso una serie di test cognitivi o esaminando il cervello dopo la morte.


Ma Krtin Nithiyanandam di Epsom nel Surrey (GB), ha sviluppato un anticorpo «cavallo di Troia» che può penetrare nel cervello e legarsi alle proteine neurotossiche che sono presenti nelle prime fasi della malattia.


Gli anticorpi, che verrebbero iniettati nel sangue, sono anche associati a delle particelle fluorescenti che possono poi essere individuate su una scansione cerebrale.


Krtin ha presentato il test allo Google Science Fair Prize e ha saputo la scorsa settimana di essere stato ammesso alla finale. Saprà il mese prossimo se ha vinto una prestigiosa borsa di studio e il tutoraggio per portare avanti ulteriormente la sua idea.


"Il principale vantaggio del mio test è l'uso potenziale per diagnosticare l'Alzheimer prima che appaiano i sintomi, focalizzandosi sulle alterazioni fisiopatologiche, alcune delle quali possono partire un decennio prima dei sintomi", ha detto Krtin al Daily Telegraph. "Questa diagnosi precoce potrebbe aiutare le famiglie a prepararsi per il futuro e garantire che siano usati i farmaci esistenti per ottenere un migliore effetto. Un altro vantaggio è che a causa delle nanoparticelle fluorescenti coniugate, la sonda diagnostica può essere usata per visualizzare l'Alzheimer in modo non invasivo".


Le malattie neurodegenerative come la demenza sono così difficili da diagnosticare e trattare a causa della barriera emato-encefalica, uno strato in più di materiale cellulare che circonda i vasi sanguigni nel cervello, e che rifiuta di lasciare passare qualsiasi cosa che non sia assolutamente essenziale. Ma gli anticorpi di Krtin possono passare attraverso quella barriera.


Gli ultimi test di laboratorio mostrano anche che essi «ammanettano» le proteine tossiche, impedendo loro di svilupparsi ulteriormente, fatto che potrebbero fermare l'Alzheimer nel suo percorso. Krtin, che frequenta la Grammar School di Sutton, ha detto: "Alcune delle mie nuove ricerche preliminari hanno suggerito che la mia sonda diagnostica potrebbe avere un potenziale terapeutico, allo stesso tempo di quello diagnostico. Ho scelto l'Alzheimer, perché mi affascinano le neuroscienze e il funzionamento del cervello. L'Alzheimer ogni anno uccide più persone di cancro al seno e alla prostata combinati ed è anche considerata una delle più grandi sfide mediche del 21° secolo. Ho imparato a conoscere i suoi effetti crudeli e devastanti e come interferisce con la vita quotidiana, e nessuno dovrebbe essere costretto a vivere con questa malattia debilitante".


Krtin, che soffriva di problemi di udito da bambino, vuole studiare medicina quando lascerà la scuola. "Ho visto personalmente che differenza può fare per la vita delle persone e voglio fare la differenza per la vita degli altri".


Andrea Cohan, responsabile marketing della Google Science Fair, ha detto che i giovani spesso hanno avuto la capacità creativa di risolvere alcuni dei più grandi problemi del mondo. "Vogliamo sostenere e promuovere la prossima generazione di scienziati e ingegneri. Il Regno Unito, ancora una volta, si è dimostrato come un focolaio di creazione della scienza". Migliaia di progetti sono stati inviati a Google da più di 90 paesi. Altri aspiranti britannici che hanno raggiunto la finale sono Peter Sta di 14 anni di Londra, Matthew Reid di 14 anni del Sussex, e Robert Saunt di 15 anni del Leicestershire.


Il Ministro della Scienza Jo Johnson ha detto: "Sono felice di sentire che abbiamo quattro giovani scienziati con eccezionale talento provenienti dal Regno Unito in finale della Google Science Fair. Dalla realtà virtuale, alla diagnosi di Alzheimer, le loro idee brillanti non sono solo fonte di ispirazione, ma hanno un reale potenziale di impatto un giorno, nel futuro, sulla vita delle persone. Le mie congratulazioni vanno a tutti loro e auguro loro ogni successo mentre stanno per mostrare i loro progetti sulla scena mondiale".


Krtin, che si è trasferito in Gran Bretagna dall'India con la famiglia quando era un bambino, rappresenta anche il Surrey nello squash, è membro del St John’s Ambulance Cadets e sta lavorando per il trofeo Duke of Edinburgh Award. Suo padre è consulente IT e la madre è assistente di insegnamento.


"Vincere la Google Science Fair potrebbe veramente cambiare la vita, non riesco nemmeno cominciare a descrivere quello che potrebbe essere"
, ha aggiunto. "Sarebbe più di un sogno che si avvera, e mi incoraggerebbe anche a perseguire i miei interessi nel campo della scienza, e, spero, un giorno, di cambiare il mondo".

 

 

 


Fonte: Sarah Knapton in The Telegraph (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Informazione pubblicitaria

Notizie da non perdere

Orienteering: un modo per addestrare il cervello e contrastare il declino cogn…

27.01.2023

Lo sport dell'orienteering (orientamento), che attinge dall'atletica, dalle cap...

Effetti della carenza di colina sulla salute neurologica e dell'intero si…

23.01.2023

Assorbire colina a sufficienza dall'alimentazione è cruciale per proteggere il corpo e il cervello ...

Scoperta ulteriore 'barriera' anatomica che difende e monitora il ce…

11.01.2023

Dalla complessità delle reti neurali, alle funzioni e strutture biologiche di base, il ...

L'invecchiamento è guidato da geni sbilanciati

21.12.2022

Il meccanismo appena scoperto è presente in vari tipi di animali, compresi gli esseri umani.

Goccioline liquide dense come computer cellulari: nuova teoria sulla causa del…

22.09.2022

Un campo emergente è capire come gruppi di molecole si condensano insieme all'interno d...

'Ingorgo' di proteine nei neuroni legato alla neurodegenerazione

12.09.2022

Un nuovo studio condotto da ricercatori dell'EPFL rivela che un complesso proteico malfunzionante pu...

Scoperto un fattore importante che contribuisce all'Alzheimer

22.08.2022

Una ricerca guidata dai dott. Yuhai Zhao e Walter Lukiw della Luisiana State University ...

Dare un senso alla relazione obesità-demenza

2.08.2022

Questo articolo farà capire al lettore perché l'obesità a volte può aumentare il ris...

Svolta per l'Alzheimer? Confermato collegamento genetico con i disturbi i…

26.07.2022

Uno studio eseguito in Australia alla Edith Cowan University (ECU) ha confermato il legame tra Alzhe...

Studio rivela dove vengono memorizzati i frammenti di memoria

22.07.2022

Un momento indimenticabile in un ristorante può non essere esclusivamente il cibo. Gli ...

A 18 come a 80 anni, lo stile di vita è più importante dell'età per il…

22.07.2022

Gli individui senza fattori di rischio per la demenza, come fumo, diabete o perdita dell...

Le donne possono vivere meglio con una dieta migliore

22.07.2022

Mangiare frutta e verdura di colori più brillanti può aiutare i problemi di salute delle donne. <...

Il ciclo dell'urea astrocitica nel cervello controlla la lesione della me…

30.06.2022

Nuove scoperte rivelano che il ciclo dell'urea negli astrociti lega l'accumulo di amiloide-beta e la...

Aumentano le evidenze di origini alternative delle placche di Alzheimer

13.06.2022

I risultati di uno studio potrebbero spiegare perché i farmaci progettati per rimuovere i depositi ...

La scoperta del punto di svolta nell'Alzheimer può migliorare i test di …

20.05.2022

 Intervista al neurologo William Seeley della Università della California di San Francisco

Perché il diabete tipo 2 è un rischio importante per lo sviluppo dell'A…

24.03.2022

Uno studio dell'Università di Osaka suggerisce un possibile meccanismo che collega il diabete all'A...

Identificazione dei primi segnali dell'Alzheimer

7.03.2022

Un team multidisciplinare di ricerca, composto da ricercatori del progetto ARAMIS, dell...

Nuovo metodo di selezione farmaci spiega perché quelli di Alzheimer falliscon…

31.01.2022

Analizzando i meccanismi di malattia nei neuroni umani, dei ricercatori dell'Università de...

Perché dimentichiamo? Nuova teoria propone che 'dimenticare' è in …

17.01.2022

Mentre viviamo creiamo innumerevoli ricordi, ma molti di questi li dimentichiamo. Come m...

Studio cinese: 'Metti spezie nel tuo cibo per tenere a bada l'Alzhei…

13.01.2022

Proprio come 'una mela al giorno toglie il medico di torno', sono ben noti i benefici di...

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.