Associazione Alzheimer ONLUS logo

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

    Iscriviti   


captcha 

Integratori di vitamine o minerali non prevengono la demenza [studio]

food supplements

Un'ampia rassegna di studi non ha trovato prove concrete che gli integratori di vitamine e minerali siano efficaci nel prevenire il declino cognitivo o la demenza.


La meta-analisi, pubblicata nel Cochrane Database of Systematic Review, comprendeva 28 studi con oltre 83.000 persone cognitivamente sane over-40. Le relazioni coprivano un'ampia gamma di vitamine e minerali, da soli e combinati, in varie dosi, con partecipanti seguiti fino a 18 anni.


Otto studi hanno esaminato gli antiossidanti beta carotene, vitamina C e vitamina E. Uno ha confrontato la vitamina D e il calcio con i placebo. Un esperimento con integratori di zinco e rame comprendeva più di mille partecipanti e uno sul selenio ne aveva più di 3.700. Ci sono stati 17 studi sulle vitamine del gruppo B o combinazioni di queste con antiossidanti e minerali.


Gli scienziati non hanno trovato alcuna evidenza che l'integrazione di vitamine o minerali avesse un effetto significativo. C'era qualche suggerimento di un beneficio nell'integrazione a lungo termine con antiossidanti, ma anche lì le evidenze erano deboli.


"Siamo un po' delusi", ha detto il dott. Naji Tabet, ricercatore di psichiatria della Brighton e Sussex Medical School in Inghilterra e uno degli autori dello studio. "Ci aspettavamo di trovare alcune evidenze di un impatto notevole. Ma sulla base di questo studio - il più grande del suo genere, credo - non c'è un integratore vitaminico o minerale efficace che un medico possa sentirsi a suo agio nel raccomandare per prevenire il declino cognitivo".

 

 

 


Fonte: Nicholas Bakalar in New York Times (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Anne WS Rutjes, David A Denton, Marcello Di Nisio, Lee‐Yee Chong, Rajesh P Abraham, Aalya S Al‐Assaf, John L Anderson, Muzaffar A Malik, Robin WM Vernooij, Gabriel Martínez, Naji Tabet, Jenny McCleery. Vitamin and mineral supplementation for maintaining cognitive function in cognitively healthy people in mid and late life. Cochrane Database of Systematic Reviews, 17 Dec 2018, DOI: 10.1002/14651858.CD011906.pub2

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali collegamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Informazione pubblicitaria

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.