Iscriviti alla newsletter

Darce Fardy: La demenza è irreversibile, ma puoi ancora godere della vita

Darce Fardy: La demenza è irreversibile, ma puoi ancora godere della vita

Allora come vado nei miei sforzi per convivere con  la demenza?

Penso che ci sia stato un passo avanti rilevante nel decorso della mia malattia negli anni, ma non notabile ... ammesso che ci sia una distinzione. La demenza avanza lentamente e non c'è speranza di recupero.

Sto trovando difficile aver a che fare con notizie complicate e misteri televisivi. Dorothea deve premere il pulsante 'pausa' per spiegare cosa diavolo sta succedendo. Per questo motivo prendiamo nota dei nostri misteri preferiti.


Il giornalista Andre Picard ci dice che più di mezzo milione di canadesi hanno la demenza e il numero cresce. Lo descrive come spaventoso. Globalmente, 50 milioni ce l'hanno.

Elenca i modi per eliminare la demenza: leggere, scrivere, essere fisicamente attivi, essere impegnati socialmente, mangiare sano e dormire bene. Un incidente ha fermato le mie visite in palestra ma tornerò, e presto, spero.

Picard scrive che ci sono poche cose che i baby-boomers che invecchiano temono più della demenza e del perdere la dignità. Non ho mai sperimentato una perdita di dignità, probabilmente a causa del modo in cui Dorothea, la mia famiglia e gli amici la trattano. La demenza non è un treno in fuga. È ancora possibile godere della vita.


Sono sempre stato mattiniero, spesso ero a lavoro intorno alle sette. Adesso sono saldato al letto, strisciandoci dentro a ogni occasione. Faccio una serie di esercizi per guarire la mia spalla danneggiata che mi ha demolito. Arrivare a letto sembra molto attraente ogni volta che lo faccio.


Ho molte distrazioni benvenute dalla mia demenza. Con mia grande sorpresa, di recente ho saputo che mi è stato assegnato un riconoscimento nazionale per il mio contributo alla promozione di un governo aperto e responsabile.

Quando mi sono ritirato dalla CBC, sono stato invitato a diventare il primo commissario per la libertà d'informazione della Nuova Scozia, in base alla nuova legge sulla libertà d'informazione.

Ero indipendente e, anche se il governo era obbligato a fornire le risorse per consentirmi di svolgere il lavoro, tale requisito non è mai stato soddisfatto. Mi è stato dato un piccolo compenso giornaliero per i giorni lavorati.

Dato malvolentieri è come definirei lo scarno sostegno del governo. Non c'era alcun supporto di personale per un certo tempo. L'ufficio aveva una scrivania e una sedia.

Un giorno Dorothea entrò con un tavolo da casa per aiutare ad arredare la stanza spoglia. Ha messo il suo nome su di esso e lo ha recuperato anni più tardi quando mi sono ritirato a 75 anni. E' stato in quel momento che ho fondato la 'Right to Know Coalition' (coalizione per il diritto di sapere), ancora esistente.

Il Grace-Pepin Access to Information Award, un premio nazionale annuale, è arrivato come una grande sorpresa. È stato celebrato a un ricevimento familiare / amichevole organizzato dall'attuale commissario della Nova Scotia, Catherine Tully. L'annuncio è stato fatto a Ottawa tramite un collegamento video.

Sono rimasto sorpreso quando sono arrivato all'ufficio di Catherine. Famiglia, amici, ex personale dell'ufficio e alcuni che erano impiegati del governo ai miei tempi mi aspettavano.

Hai ragione di concludere che questa notizia non ha niente a che fare con la mia demenza, o forse lo ha. Ci sono sempre distrazioni disponibili per noi che viviamo sotto il velo della malattia. Dobbiamo solo accogliere queste distrazioni e non essere imbarazzati.

 

 

 


Fonte: Darce Fardy in Chronicle Herald (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali colelgamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Notizie da non perdere

Zen e mitocondri: il macchinario della morte rende più sana la vita

20.11.2023

Sebbene tutti noi aspiriamo a una vita lunga, ciò che è più ambito è un lungo periodo di...

Perché avere troppi hobby non è una brutta cosa

27.10.2023

Alcune persone vengono in terapia sentendosi sopraffatti e incerti sulla loro tendenza a...

Infezione cerebrale da funghi produce cambiamenti simili all'Alzheimer

26.10.2023

Ricerche precedenti hanno implicato i funghi in condizioni neurodegenerative croniche co...

Scoperta nuova causa di Alzheimer e di demenza vascolare

21.09.2023

Uno studio evidenzia la degenerazione delle microglia nel cervello causata dalla tossicità del ferro...

Malato di Alzheimer: la casa di cura la paga lo Stato?

25.05.2023

Chi si fa carico delle spese per un malato di Alzheimer ricoverato in una casa di riposo? Scopriamo ...

La demenza ci fa vivere con emozioni agrodolci

23.05.2023

Il detto è: dolce è la vita. E, anche se vorremmo momenti costantemente dolci, la vita s...

I ricordi potrebbero essere conservati nelle membrane dei tuoi neuroni

18.05.2023

Il cervello è responsabile del controllo della maggior parte delle attività del corpo; l...

Immergersi nella natura: gioia, meraviglia ... e salute mentale

10.05.2023

La primavera è il momento perfetto per indugiare sulle opportunità.

La primavera è un m...

Qualità della vita peggiora quando l'Alzheimer è complicato dal cancro

28.04.2023

Che considerazioni si possono fare per una persona con Alzheimer che riceve anche la diagnosi di can...

Gli interventi non farmacologici per l'Alzheimer sono sia efficaci che co…

19.04.2023

Un team guidato da ricercatori della Brown University ha usato una simulazione al computer per di...

Farmaci per il sonno: limitazioni e alternative

18.04.2023

Uno studio pubblicato di recente sul Journal of Alzheimer's Disease è l'ultima ...

Menopausa precoce e terapia ormonale ritardata alzano il rischio di Alzheimer

17.04.2023

Le donne hanno più probabilità degli uomini di sviluppare il morbo di Alzheimer (MA), e ...

Flusso del fluido cerebrale può essere manipolato dalla stimolazione sensorial…

11.04.2023

Ricercatori della Boston University, negli Stati Uniti, riferiscono che il flusso di liq...

L'impatto del sonno su cognizione, memoria e demenza

2.03.2023

Riduci i disturbi del sonno per aiutare a prevenire il deterioramento del pensiero.

10 Consigli dei neurologi per ridurre il tuo rischio di demenza

28.02.2023

La demenza colpisce milioni di persone in tutto il mondo, quasi un over-65 su 10. Nonost...

Orienteering: un modo per addestrare il cervello e contrastare il declino cogn…

27.01.2023

Lo sport dell'orienteering (orientamento), che attinge dall'atletica, dalle cap...

Effetti della carenza di colina sulla salute neurologica e dell'intero si…

23.01.2023

Assorbire colina a sufficienza dall'alimentazione è cruciale per proteggere il corpo e il cervello d...

Scoperta ulteriore 'barriera' anatomica che difende e monitora il ce…

11.01.2023

Dalla complessità delle reti neurali, alle funzioni e strutture biologiche di base, il c...

L'invecchiamento è guidato da geni sbilanciati

21.12.2022

Il meccanismo appena scoperto è presente in vari tipi di animali, compresi gli esseri umani.

Goccioline liquide dense come computer cellulari: nuova teoria sulla causa del…

22.09.2022

Un campo emergente è capire come gruppi di molecole si condensano insieme all'interno de...

Logo AARAssociazione Alzheimer OdV
Via Schiavonesca 13
31039 Riese Pio X° (TV)

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.