Associazione Alzheimer ONLUS logo

NewsletterLogo
Con l'iscrizione alla newsletter ricevi aggiornamenti giornalieri o settimanali sulla malattia, gli eventi e le proposte dell'associazione. Il tuo indirizzo email è usato solo per gestire il servizio, non sarà mai ceduto ad altri.

    Iscriviti   


captcha 

Demenza: cosa possono fare le persone religiose

several people unite their hands

“Oh Signore mio Dio! Quando, con grande meraviglia, considero tutte le opere compiute dalle tue mani, vedo le stelle, sento il potente tuono, è evidente la tua potenza in tutto l'universo".


Questa è la prima strofa di un inno scritto nel 1899 da Stuart K. Hines. Adoro questo inno; mi dà forza e mi eleva ogni volta che lo sento! Sono cresciuta ascoltando questo inno nella mia chiesa e cantandolo con i miei genitori e i miei nonni.


La chiesa è stata una parte significativa della mia vita e adoro la mia famiglia di chiesa. È un privilegio frequentare la chiesa, è un'opportunità di amicizia con persone che hanno le tue stesse convinzioni. Si formano amicizie e si sviluppa un legame cristiano. Sarei profondamente addolorata se non potessi andare in chiesa, specialmente nei momenti di bisogno.


Nel corso degli anni ho sentito di caregiver che non possono più frequentare la chiesa a causa delle condizioni della persona amata che ha il morbo di Alzheimer (MA). Questo mi rattrista, quando i caregiver hanno bisogno di questa ispirazione e devono essere sollevati in un modo che solo la chiesa o la famiglia della chiesa può dare.


Lo zio di mio marito è morto da poco. La prima domenica dopo che suo zio è tornato a casa dall'ospedale con hospice, ha ricevuto una visita dalla sua famiglia di chiesa. L'intera congregazione (quelli che potevano) sono andati a trovarlo direttamente dopo il servizio di adorazione.


Uno dopo l'altro sono entrati nella stanza, gli hanno tenuto la mano e l'hanno salutato. Quando tutti si sono radunati nel soggiorno, hanno iniziato a cantare. Usando i libri dei canti che avevano portato dalla chiesa. Cantavano: "Quanto sei grande", "La vecchia dura croce" e "Incredibile grazia". Lo zio di mio marito cantava al massimo della sua voce, la stanza era piena di amore, gioia e pace. Che benedizione è stato sperimentare il potere di quella visita.


Le famiglie della chiesa devono essere consapevoli delle molte famiglie che vivono con la demenza e non possono più frequentare la chiesa come una volta. La persona che convive con il MA potrebbe non ricevere la compagnia della chiesa e così per il caregiver. Ci sono così tante cose che una famiglia di chiesa può fare per sostenere queste famiglie.


La prima cosa che viene in mente è informarsi su questa malattia. Più sai, più capirai meglio cosa sta passando il caregiver. Se la persona che vive con il MA si comporta male mentre è in chiesa, la famiglia di chiesa dovrebbe imparare a rispondere (non reagire) a comportamenti scorretti. Devi ricordare che la persona che vive con la demenza sta facendo il meglio che può fare, il suo cervello sta fallendo, il suo cervello sta morendo.


Mostra gentilezza, per il caregiver, non dimenticarti di lui. Invia una cartolina, fai un cesto regalo, prepara una torta per la famiglia, vai a trovarlo, prepara un pasto, sii innovativo!! Se non può venire in chiesa, porta la chiesa da lui. Gli uomini della tua chiesa potrebbero organizzare e pianificare di stare con un marito che vive con MA, in modo che la moglie possa avere il tempo di pranzare con i suoi amici, o le donne della tua chiesa potrebbero fare lo stesso per una moglie che vive con il MA, quindi suo marito può avere un po' di tempo per lui!


Se la persona che vive con il MA tende ad agitarsi dentro grandi gruppi, potresti fare un video del coro che canta gli inni preferiti. Che dire di fare la comunione in casa o di trovare il tempo di pregare con il caregiver? Potresti iniziare facendo cose molto semplici e poi crescere per soddisfare i bisogni emotivi e fisici di questi caregiver, insieme ad alcuni dei bisogni della persona che vive con questa malattia.


Sebbene lo zio di mio marito non avesse il MA, il potere di quella visita era sufficientemente grande. Ha toccato ogni persona presente quel giorno in quella casa. Che espansione per le molte persone presenti e che vedevano la gentilezza, l'aiuto e l'amore che una famiglia di chiesa può dare. Potresti essere l'unica bibbia che alcune persone leggeranno. Fai la differenza! Spero che tu abbia il 'Miglior Giorno di Sempre!"

 

 

 


Fonte: Lesia R. Henderson in The Sampson Independent (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali collegamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Informazione pubblicitaria

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.