Iscriviti alla newsletter

Niacina: la fontana della giovinezza

Niacina: la fontana della giovinezzaI nematodi vivono più a lungo se assumono l'integratore alimentare niacina (Foto: negativa al microscopio di Michael Ristow / ETH Zurich)La vitamina niacina ha un effetto di prolungamento della vita dei nematodi, ha dimostrato Michael Ristow. Nel suo studio, il professore dell'ETH di Zurigo conclude anche che le cosiddette specie reattive dell'ossigeno sono salutari, principio in disaccordo non solo con l'opinione generale, ma anche con molti dei suoi colleghi.


Chi non vorrebbe vivere una vita lunga e sana? Un integratore alimentare già disponibile potrebbe aiutare in questo senso, secondo quanto hanno dimostrato gli scienziati dell'ETH di Zurigo nei nematodi. La vitamina B3 - nota anche come niacina - e il suo metabolita nicotinamide nella dieta dei vermi li fa vivere circa un decimo più del solito.


Come ha dimostrato sperimentalmente un team internazionale di ricercatori guidati da Michael Ristow, professore di metabolismo energetico, la niacina e il nicotinamide hanno l'effetto di promuovere la formazione dei cosiddetti radicali liberi. "Nei nematodi queste specie reattive dell'ossigeno prolungano la vita", dice Ristow.

 

"Nessuna prova scientifica dell'utilità degli antiossidanti"

Questo potrebbe sembrare sorprendente visto che le specie reattive dell'ossigeno sono generalmente considerate dannose. La visione di Ristow contraddice anche l'opinione dei libri di testo, sostenuta da molti altri scienziati. Le specie reattive sono note per i danni alle cellule somatiche, una condizione chiamata stress ossidativo.


Particolari sostanze, i cosiddetti antiossidanti, che si trovano anche nella frutta, nella verdura e in alcuni oli vegetali, sono in grado di neutralizzare i radicali liberi. Molti scienziati ritengono che gli antiossidanti siano benefici per la salute. "L'affermazione che l'assunzione di antiossidanti, in particolare in forma di compresse, promuove qualsiasi aspetto della salute umana manca di sostegno scientifico", dice Ristow. Egli non nega che frutta e verdura siano sani. Tuttavia, questo può essere causato anche da altri composti in essi contenuti, come ad esempio i cosiddetti polifenoli.


"Frutta e verdura sono sani, nonostante il fatto che essi contengono antiossidanti", spiega il professore dell'ETH-Zurigo. Sulla base dei risultati attuali e di molti di quelli precedenti, egli è convinto che le piccole quantità di specie reattive dell'ossigeno e lo stress ossidativo che innescano abbiano un impatto di promozione della salute. "Le cellule possono gestire bene lo stress ossidativo e neutralizzarlo", dice Ristow.

 

La sostanza che imita lo sport di resistenza

In precedenti studi sugli esseri umani, Ristow ha dimostrato che l'effetto di miglioramento della salute dello sport di resistenza è mediato dall'aumento della formazione di specie reattive dell'ossigeno - e che gli antiossidanti annullano questo effetto.


Sulla base di questo studio, egli conclude che la niacina determina una condizione metabolica simile all'esercizio fisico. "La niacina inganna il corpo facendogli credere che si sta esercitando - anche quando non è vero", dice Ristow. Tali composti sono noti come "imitativi dell'esercizio".


I ricercatori hanno condotto i loro esperimenti sul modello di organismo Caenorhabditis elegans. Questo verme, che è lungo solo un millimetro, può essere facilmente mantenuto e vive solo un mese, il che lo rende l'organismo modello ideale per la ricerca sull'invecchiamento.

 

Rilevante anche per gli esseri umani

I risultati dello studio possono avere rilevanza anche per l'uomo, dice Ristow. Dopo tutto, la via metabolica iniziata dalla niacina nei nematodi è molto simile a quella degli organismi superiori. La possibilità che la niacina abbia effetti simili sulla speranza di vita dei topi è oggetto delle ricerche atuali di Ristow. Studi precedenti suggeriscono anche un effetto della niacina nel migliorare la salute degli esseri umani con livelli alti di colesterolo nel sangue.


La niacina e il nicotinamide sono stati approvati come integratori alimentari decenni addietro. Ristow riesce facilmente a prevedere le sostanze che saranno usate ampiamente per scopi terapeutici in futuro. Tutta una serie di cibi contengono naturalmente la niacina: essi comprendono carne, fegato, pesce, arachidi, funghi, riso e crusca di frumento. Resta da dimostrare, secondo Ristow, se l'assunzione di nutrienti è sufficiente per ottenere un effetto di miglioramento della salute o per estendere la longevità.

 

Impatto contestato degli enzimi

L'ultimo studio sugli effetti della niacina e del nicotinamide si basa su una particolare classe di enzimi, le sirtuine, che convertono la niacina in nicotinamide. Sono anche coinvolte nella regolazione genica, aiutando a sotto-regolare l'attività di alcuni geni.


Fino ad oggi, è contrastante l'opinione degli scienziati sull'effeto delle sirtuine sul prolungamento della vita. Il lavoro di Ristow e del suo gruppo, ora suggerisce che l'attività delle sirtuine in realtà allunga la vita nei nematodi. Secondo lo studio, tuttavia, l'effetto di prolungamento della vita non viene dalla sotto-regolazione genica, come si era spesso supposto in passato.


Al contrario l' effetto è dovuto alla conversione della niacina in nicotinamide. Studiando i nematodi geneticamente modificati che non erano in grado di convertire il nicotinammide in alcuni altri prodotti del metabolismo, gli scienziati non hanno osservato alcun prolungamento della vita, anche dopo la sovra-espressione delle sirtuine, che altrimenti porta ad un aumento della longevità.

 

 

 

 

 


Fonte: ETH Zurich.

Riferiemnti: Kathrin Schmeisser, Johannes Mansfeld, Doreen Kuhlow, Sandra Weimer, Steffen Priebe, Ines Heiland, Marc Birringer, Marco Groth, Alexandra Segref, Yariv Kanfi, Nathan L Price, Sebastian Schmeisser, Stefan Schuster, Andreas F H Pfeiffer, Reinhard Guthke, Matthias Platzer, Thorsten Hoppe, Haim Y Cohen, Kim Zarse, David A Sinclair, Michael Ristow. Role of sirtuins in lifespan regulation is linked to methylation of nicotinamide. Nature Chemical Biology, 2013; DOI: 10.1038/nchembio.1352

Pubblicato da Fabio Bergamin in ethlife.ethz.ch (> English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari proposti da Google sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.

Sostieni l'Associazione; una donazione, anche minima, ci aiuterà ad assistere malati e famiglie e continuare ad informarti. Clicca qui a destra:

 


 

 

Notizie da non perdere

Accumulo di proteine sulle gocce di grasso implicato nell'Alzheimer ad es…

21.02.2024

In uno studio durato 5 anni, Sarah Cohen PhD, biologa cellulare della UNC e Ian Windham della Rockef...

Sintomi visivi bizzarri potrebbero essere segni rivelatori dell'Alzheimer…

1.02.2024

Un team di ricercatori internazionali, guidato dall'Università della California di San F...

Demenze: forti differenze regionali nell’assistenza, al Nord test diagnostici …

30.01.2024

In Iss il Convegno finale del Fondo per l’Alzheimer e le Demenze, presentate le prime linee g...

Felici e contenti: cosa possiamo imparare dalle 'zone blu'

24.01.2024

I residenti delle 'zone blu' hanno vite lunghe e felici. Proviamo il loro modo di vivere sano.

<...

È un comportamento eccentrico o è Alzheimer?

16.01.2024

Hai un genitore anziano che dimentica il nome del nipote e ti chiedi se è ora di trovare...

Svelata una teoria rivoluzionaria sull'origine dell'Alzheimer

28.12.2023

Nonostante colpisca milioni di persone in tutto il mondo, il morbo di Alzheimer (MA) man...

Perché bisogna dormire? Il sonno insufficiente è legato a molte malattie croni…

27.12.2023

"Termina ogni giorno prima di iniziare il successivo e i...

Diagnosi di Alzheimer: prenditi del tempo per elaborarla, poi vai avanti con m…

4.12.2023

Come posso accettare la diagnosi di Alzheimer?

Nathaniel Branden, compianto psicoterape...

Zen e mitocondri: il macchinario della morte rende più sana la vita

20.11.2023

Sebbene tutti noi aspiriamo a una vita lunga, ciò che è più ambito è un lungo periodo di...

Perché avere troppi hobby non è una brutta cosa

27.10.2023

Alcune persone vengono in terapia sentendosi sopraffatti e incerti sulla loro tendenza a...

Infezione cerebrale da funghi produce cambiamenti simili all'Alzheimer

26.10.2023

Ricerche precedenti hanno implicato i funghi in condizioni neurodegenerative croniche co...

Scoperta nuova causa di Alzheimer e di demenza vascolare

21.09.2023

Uno studio evidenzia la degenerazione delle microglia nel cervello causata dalla tossicità del ferro...

Malato di Alzheimer: la casa di cura la paga lo Stato?

25.05.2023

Chi si fa carico delle spese per un malato di Alzheimer ricoverato in una casa di riposo? Scopriamo ...

La demenza ci fa vivere con emozioni agrodolci

23.05.2023

Il detto è: dolce è la vita. E, anche se vorremmo momenti costantemente dolci, la vita s...

I ricordi potrebbero essere conservati nelle membrane dei tuoi neuroni

18.05.2023

Il cervello è responsabile del controllo della maggior parte delle attività del corpo; l...

Immergersi nella natura: gioia, meraviglia ... e salute mentale

10.05.2023

La primavera è il momento perfetto per indugiare sulle opportunità.

La primavera è un m...

Qualità della vita peggiora quando l'Alzheimer è complicato dal cancro

28.04.2023

Che considerazioni si possono fare per una persona con Alzheimer che riceve anche la diagnosi di can...

Gli interventi non farmacologici per l'Alzheimer sono sia efficaci che co…

19.04.2023

Un team guidato da ricercatori della Brown University ha usato una simulazione al computer per di...

Farmaci per il sonno: limitazioni e alternative

18.04.2023

Uno studio pubblicato di recente sul Journal of Alzheimer's Disease è l'ultima ...

Menopausa precoce e terapia ormonale ritardata alzano il rischio di Alzheimer

17.04.2023

Le donne hanno più probabilità degli uomini di sviluppare il morbo di Alzheimer (MA), e ...

Logo AARAssociazione Alzheimer OdV
Via Schiavonesca 13
31039 Riese Pio X° (TV)

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.