Iscriviti alla newsletter

Quanti anni sono 'essere abbastanza vecchi per morire'?

Gli anziani si concentrano di più sulla qualità della vita che sulla sua durata.

death ends a life not a relationship by exsillentio d59593o'Death ends a life not a relationship' di exsillentio

Ridevo di mio padre che negli ultimi anni della sua vita guardava ogni giorno i necrologi. Ora non rido più. Da più anni di quanto mi interessa ammettere ho i requisiti per avere lo sconto per anziani, ed è raro il mese in cui non noto la scomparsa di un ex compagno di classe o collega, amico o parente, o almeno una celebrità, che è mio coetaneo o più giovane.

E, al di là dell'argomento iniziale, le conversazioni con gli amici nella mia coorte di età tornano inevitabilmente alla salute o all'assistenza sanitaria. Occasionalmente, c'è anche una discussione animata su come gestiremo ipotetici scenari futuri in cui abbiamo di fronte circostanze potenzialmente fine-vita.

Cosa saremmo disposti a fare o non fare, per comprare più tempo? E quanto tempo aggiuntivo sarebbe necessario per rendere utile la spesa e la sofferenza inerenti a tali misure? In altre parole, la maggior parte delle persone alla fine affronterà la questione di quanti anni servono per 'essere abbastanza anziani per morire'.

 

Le nostre reazioni alla morte cambiano mentre invecchiamo

Le reazioni alla morte dipendono molto dall'età della persona deceduta, ma dipendono anche dall'età della persona che sta dando un senso a quella morte. Ricordo vividamente che quando ero giovane adulto, sapere della morte di qualcuno che aveva da 60 a poco più di 70 anni non mi sconvolgeva. Dopotutto, quell'età non era sufficiente per morire?

Non sono più così sprezzante riguardo alle morti in questa fascia di età e usare la frase 'stroncato nel fiore degli anni' non sembrerebbe così fuori luogo come una volta. Si può valutare come si sentono gli altri sulla morte ascoltando le parole che scelgono quando si discute di una persona scomparsa di recente.

Chiunque avesse meno di 50 anni alla morte, è quasi sempre descritto come 'tragicamente giovane', specialmente nel caso di bambini o adolescenti. E, mentre una persona che muore tra i 50 e i 60 viene spesso definita 'morta giovane', la parola 'tragicamente' è usata più raramente.

Le persone tra i 60 e i 70 sono un po' più difficili da classificare: non sono di solito considerate 'giovani', ma non sono nemmeno 'vecchie'. La morte tra i 70 e gli 80 è più o meno accettata come normale e si considera che spegnersi tra gli 80 a i 90 sia in vecchiaia matura e con una vita molto piena.

Qualunque età dopo i 90 è incredibilmente di successo.

 

Come si sentono gli anziani per la morte?

Data la vicinanza maggiore degli anziani allo spettro della morte, ci si potrebbe aspettare che l'ansia raggiunga il picco durante questo periodo di vita. Tuttavia, la ricerca ha coerentemente dimostrato che non è così. L'ansia da morte è più alta in mezza età che in vecchiaia, e le persone anziane spesso si preoccupano più della morte dei loro cari che della propria.

Degli studi dimostrano che gli anziani si preoccupano principalmente di morire male. Provano ansia per il processo di morte, piuttosto che di morire, e si preoccupano dell'impatto che la loro morte avrà su quelli che restano indietro.

Di conseguenza, l'attenzione tra gli anziani è molto sulla qualità della vita piuttosto che sulla sua durata, e la demenza è spesso citata come l'uomo nero più temuto di tutti. Tra i più vecchi, quelli che hanno passato i 95, c'è una semplice accettazione della vicinanza della morte come parte della vita, e molti vivono quotidianamente con l'atteggiamento 'sono pronto a morire'. Per chi ha una salute molto cattiva, la morte a volte è persino considerata una via d'uscita.

 

Come funziona l'aspettativa di vita

E quindi, quanto tempo possiamo realisticamente aspettarci di vivere? L'aspettativa di vita è un concetto spesso frainteso. Ho incontrato persone che, sapendo che l'aspettativa di vita degli antichi era piuttosto corta, credevano che le persone che vivevano in tempi precedenti fossero semplicemente morti a 35 o 40 anni perché quella era la loro aspettativa di vita.

L'aspettativa di vita non funziona in questo modo. Considera un'ipotetica popolazione di umani in cui ogni persona che nasce muore subito alla nascita o vive fino esattamente fino a 100 anni. Quando calcoliamo l'età media alla morte in questa popolazione (cioè la sua aspettativa di vita), scopriamo che l'aspettativa di vita per questo gruppo è di 50 anni. Si noti che nessuno sta in effetti morendo a 50 anni; è semplicemente una media.

Storicamente, le aspettative della vita umana sono state abbattute dall'orribile tasso di mortalità tra i bambini piccoli. Solo di recente, nel 1900, l'aspettativa di vita in tutto il mondo era di 32 anni, ma ciò non significa che fosse comune per gli adulti nel 1900 morire quando avevano circa 32 anni.

Nelle società di cacciatori-raccoglitori e nelle popolazioni umane preistoriche, una persona che superava i pericoli dell'infanzia e raggiungeva l'età adulta aveva buone possibilità di arrivare a 60, o addirittura a 70 anni. La descrizione della durata della vita umana dell'Antico Testamento (Salmi 90:10) come 'tre ventine più dieci' (70 anni) era probabilmente corretta per quei tempi.

Ciò che è diverso nella durata della vita moderna nei paesi sviluppati è il gran numero di persone che vivono più di 80 o 90 anni. Secondo il National Center for Health Statistics, l'aspettativa di vita alla nascita negli Stati Uniti nel 2021 era di 73,5 anni per gli uomini e 79,3 per le donne. Ma il termine chiave qui è 'alla nascita'.

La metà degli uomini che raggiungono i 70 anni sarà ancora viva 13,7 anni dopo, il che si traduce in un'aspettativa di vita di circa 83 per i settantenni maschi americani. Allo stesso modo, una donna americana di 70 anni può aspettarsi di vivere 15,9 anni in più, raggiungendo circa 86 anni. Quindi, la tua aspettativa di vita è un obiettivo mobile che aumenta con l'età.

Alla fine, l'età in cui una persona pensa di essere 'abbastanza vecchia da morire' è un giudizio altamente personale che oscilla con le proprie circostanze di età, salute e altre circostanze di vita. Il mio obiettivo nello scrivere questo post è fornire un contesto per aiutare i lettori a risolvere una domanda che molti sono destinati ad affrontare.

 

 

 


Fonte: Frank McAndrew PhD, professore di psicologia al Knox College

Pubblicato su Psychology Today (> English) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di testi o marchi inclusi nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer OdV di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali collegamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

Notizie da non perdere

Accumulo di proteine sulle gocce di grasso implicato nell'Alzheimer ad es…

21.02.2024

In uno studio durato 5 anni, Sarah Cohen PhD, biologa cellulare della UNC e Ian Windham della Rockef...

Sintomi visivi bizzarri potrebbero essere segni rivelatori dell'Alzheimer…

1.02.2024

Un team di ricercatori internazionali, guidato dall'Università della California di San F...

Demenze: forti differenze regionali nell’assistenza, al Nord test diagnostici …

30.01.2024

In Iss il Convegno finale del Fondo per l’Alzheimer e le Demenze, presentate le prime linee g...

Felici e contenti: cosa possiamo imparare dalle 'zone blu'

24.01.2024

I residenti delle 'zone blu' hanno vite lunghe e felici. Proviamo il loro modo di vivere sano.

<...

È un comportamento eccentrico o è Alzheimer?

16.01.2024

Hai un genitore anziano che dimentica il nome del nipote e ti chiedi se è ora di trovare...

Svelata una teoria rivoluzionaria sull'origine dell'Alzheimer

28.12.2023

Nonostante colpisca milioni di persone in tutto il mondo, il morbo di Alzheimer (MA) man...

Perché bisogna dormire? Il sonno insufficiente è legato a molte malattie croni…

27.12.2023

"Termina ogni giorno prima di iniziare il successivo e i...

Diagnosi di Alzheimer: prenditi del tempo per elaborarla, poi vai avanti con m…

4.12.2023

Come posso accettare la diagnosi di Alzheimer?

Nathaniel Branden, compianto psicoterape...

Zen e mitocondri: il macchinario della morte rende più sana la vita

20.11.2023

Sebbene tutti noi aspiriamo a una vita lunga, ciò che è più ambito è un lungo periodo di...

Perché avere troppi hobby non è una brutta cosa

27.10.2023

Alcune persone vengono in terapia sentendosi sopraffatti e incerti sulla loro tendenza a...

Infezione cerebrale da funghi produce cambiamenti simili all'Alzheimer

26.10.2023

Ricerche precedenti hanno implicato i funghi in condizioni neurodegenerative croniche co...

Scoperta nuova causa di Alzheimer e di demenza vascolare

21.09.2023

Uno studio evidenzia la degenerazione delle microglia nel cervello causata dalla tossicità del ferro...

Malato di Alzheimer: la casa di cura la paga lo Stato?

25.05.2023

Chi si fa carico delle spese per un malato di Alzheimer ricoverato in una casa di riposo? Scopriamo ...

La demenza ci fa vivere con emozioni agrodolci

23.05.2023

Il detto è: dolce è la vita. E, anche se vorremmo momenti costantemente dolci, la vita s...

I ricordi potrebbero essere conservati nelle membrane dei tuoi neuroni

18.05.2023

Il cervello è responsabile del controllo della maggior parte delle attività del corpo; l...

Immergersi nella natura: gioia, meraviglia ... e salute mentale

10.05.2023

La primavera è il momento perfetto per indugiare sulle opportunità.

La primavera è un m...

Qualità della vita peggiora quando l'Alzheimer è complicato dal cancro

28.04.2023

Che considerazioni si possono fare per una persona con Alzheimer che riceve anche la diagnosi di can...

Gli interventi non farmacologici per l'Alzheimer sono sia efficaci che co…

19.04.2023

Un team guidato da ricercatori della Brown University ha usato una simulazione al computer per di...

Farmaci per il sonno: limitazioni e alternative

18.04.2023

Uno studio pubblicato di recente sul Journal of Alzheimer's Disease è l'ultima ...

Menopausa precoce e terapia ormonale ritardata alzano il rischio di Alzheimer

17.04.2023

Le donne hanno più probabilità degli uomini di sviluppare il morbo di Alzheimer (MA), e ...

Logo AARAssociazione Alzheimer OdV
Via Schiavonesca 13
31039 Riese Pio X° (TV)

We use cookies

We use cookies on our website. Some of them are essential for the operation of the site, while others help us to improve this site and the user experience (tracking cookies). You can decide for yourself whether you want to allow cookies or not. Please note that if you reject them, you may not be able to use all the functionalities of the site.