Iscriviti alla newsletter

7 modi per battere l'alto costo della sedentarietà

aerobic exercise

Quali sono i costi sanitari associati alla sedentarietà? Secondo diversi nuovi studi pubblicati su The Lancet, sono almeno $ 67 miliardi all'anno, circa $ 54 miliardi dei quali rappresentano i costi medici diretti. E questo non include i costi della morte prematura.


I risultati, che raggruppano 16 studi con un milione di partecipanti, per un periodo di otto anni, appaiono tra 4 ricerche che hanno esaminato i risultati dell'inattività fisica prima delle Olimpiadi. Un set precedente di articoli era apparso nel 2012. In un certo senso, i risultati sembrano peggiori 4 anni più tardi: più ore restiamo seduti, più velocemente lasciamo questa terra.


Questo vale anche per coloro che guardano la televisione: un sottogruppo di mezzo milione di osservatori televisivi è stato seguito come parte di uno degli studi. Le persone che sedevano per più di 3 ore al giorno davanti la TV sperimentavano tassi di mortalità progressivamente più alti. E sedersi davanti a una TV è leggermente peggiore di quando si è seduti al lavoro, anche se gli autori non sanno perché. Potrebbe essere che guardare più la TV fa parte di uno stile di vita non sano, o forse gli spettatori della TV amano fare spuntini.


C'è un lato positivo negli studi di The Lancet: anche le persone che siedono al loro posto di lavoro per 8 ore al giorno possono invertire l'aumento del tasso di mortalità attraverso un'attività vigorosa. Muoviti velocemente per più di un'ora al giorno e il tasso di mortalità scende a un livello basso, come se non fossi affatto rimasto seduto. Questo risultato altamente positivo è nuovo. Ora dobbiamo solo far muovere le persone.

 

Il problema dell'inattività

In che modo l'inattività aumenta i costi medici? Una risposta è semplice: l'inattività aumenta molte malattie croniche come ictus, malattie cardiache, diabete, cancro e demenza. Ma ognuna è impedita dall'attività fisica.
Muoviti di più, vivi più a lungo. Muoviti di più, ti senti meglio. Muoviti di più, pensi meglio.


Come al solito, quando si affronta il sistema informativo che è il corpo umano, le variabili più importanti potrebbero essere sconosciute. Sembra che le persone tendano a raggrumarsi di più quando si siedono: sappiamo cosa succede negli aeroplani. Uno studio giapponese recente sulla visione della TV ha rilevato un aumento del 70% di embolie polmonari (coaguli nei polmoni) quando le persone guardavano la TV da 2 a 5,5 ore, e aumentava del 250% quando le persone trascorrevano più di 5 ore al giorno davanti alla tv.


Un'altra cosa che accade quando ci sediamo troppo a lungo è che il metabolismo del glucosio sembra andare in tilt. Anche restare seduti e obesità sono altamente correlati. La mia ipotesi personale è che anche la funzione immunitaria cambia negativamente rimanendo sedentari.


Le persone spesso sanno che dovrebbero muoversi di più, ma non lo fanno perché ci sono grandi incentivi nella vita e nel lavoro per non muoversi, e i governi hanno fatto poco per incoraggiare l'attività fisica per gran parte della popolazione mondiale.

 

Soluzioni all'inattività

I ricercatori di The Lancet chiariscono che se vuoi risparmiare sui costi dell'assistenza sanitaria, uno dei modi più economici e più convenienti per farlo è far muovere le persone. Camminare, girovagare, passeggiare, marciare, andare in bici, fare escursioni e nuotare può salvare milioni di vite e molti miliardi di dollari.


In un mondo in cui le persone si siedono attaccate ai loro monitor a pranzo, e gli adolescenti restano fermi sui loro cellulari nel centro commerciale invece di fare sport, devi inventare modi diversi per riportare la gente alla natura. Uno degli atti umani più naturali e piacevoli è camminare e correre.


Ecco una lista di sette azioni pubbliche e private che aiutano a far muovere le persone:

  1. Trasporto di massa. Quando è più economico, più facile e più conveniente usare il trasporto di massa rispetto alla macchina, le persone si spostano molto di più. Ma non dovresti mettere le fermate troppo vicine se vuoi incoraggiare le persone a camminare molto.
  2. Piste ciclabili e bici pubbliche, in particolare nelle città congestionate. Se le persone possono andare in giro più velocemente in bicicletta che in auto, spesso approfittano di questa opzione. Tuttavia, i proprietari di auto in genere non amano le piste ciclabili e devono essere applicate le regole del traffico affinché possano funzionare.
  3. Tasse sulla benzina più alte. I proprietari di automobili non amano molto questa opzione, anche se sapessero quante vite si possono salvare riducendo gli inquinanti potrebbero cambiare idea. Le persone sono particolarmente inconsapevoli del modo in cui gli inquinanti atmosferici provocano malattie respiratorie e diminuiscono in modo indipendente la produttività del lavoro. Solo perché la roba è invisibile non significa che non possa fare male a te, al tuo lavoro e al tuo business.
  4. Scrivanie e riunioni in piedi. Stare in piedi richiede molta più energia che stare seduti e spesso i lavoratori che stanno in piedi spesso si sentono più vigili.
  5. Fare delle pause. Alzarsi ogni 30 minuti per un breve tempo può migliorare un po' i tassi di mortalità. Ed è meglio per il morale delle persone al lavoro se si alzano e visitano gli altri.
  6. Un nuovo approccio alla televisione. Non c'è alcuna ragione intrinseca per cui devi sederti mentre guardi la TV. Puoi salire e scendere uno scalino come routine, anche usando un vecchio libro di testo o una pila di libri di dieta come scalino. La maggior parte delle macchine da palestra sono compatibili con la TV.
  7. Enfatizza l'allenamento a intervalli. C'è qualcosa di utile nell'affrontare l'esercizio fisico, anche se è solo per 10 o 20 secondi alla volta. La maggior parte delle persone non pensa alle pause del gabinetto come opportunità per l'esercizio fisico ad alta intensità, ma le scale sono spesso luoghi convenienti in cui restare brevemente senza fiato.


La linea di fondo: le persone sono macchine per il cammino e la vita moderna ci lascia troppo seduti. Se trascorressimo forse un sedicesimo delle nostre ore di veglia (1 ora al giorno) spostandoci in qualche modo, potremmo mitigare molti degli effetti negativi del nostro lavoro sedentario e della nostra vita sociale.

 

 

 


Fonte: Matthew J. Edlund MD in Psychology Today (> English text) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non rappresenta necessariamente l'opinione dell'Associazione Alzheimer onlus di Riese Pio X ma solo quella dell'autore citato come "Fonte". I siti terzi raggiungibili da eventuali collegamenti contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente. Liberatoria completa qui.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

Notizie da non perdere

Accumulo di proteine sulle gocce di grasso implicato nell'Alzheimer ad es…

21.02.2024

In uno studio durato 5 anni, Sarah Cohen PhD, biologa cellulare della UNC e Ian Windham della Rockef...

Sintomi visivi bizzarri potrebbero essere segni rivelatori dell'Alzheimer…

1.02.2024

Un team di ricercatori internazionali, guidato dall'Università della California di San F...

Demenze: forti differenze regionali nell’assistenza, al Nord test diagnostici …

30.01.2024

In Iss il Convegno finale del Fondo per l’Alzheimer e le Demenze, presentate le prime linee g...

Felici e contenti: cosa possiamo imparare dalle 'zone blu'

24.01.2024

I residenti delle 'zone blu' hanno vite lunghe e felici. Proviamo il loro modo di vivere sano.

<...

È un comportamento eccentrico o è Alzheimer?

16.01.2024

Hai un genitore anziano che dimentica il nome del nipote e ti chiedi se è ora di trovare...

Svelata una teoria rivoluzionaria sull'origine dell'Alzheimer

28.12.2023

Nonostante colpisca milioni di persone in tutto il mondo, il morbo di Alzheimer (MA) man...

Perché bisogna dormire? Il sonno insufficiente è legato a molte malattie croni…

27.12.2023

"Termina ogni giorno prima di iniziare il successivo e i...

Diagnosi di Alzheimer: prenditi del tempo per elaborarla, poi vai avanti con m…

4.12.2023

Come posso accettare la diagnosi di Alzheimer?

Nathaniel Branden, compianto psicoterape...

Zen e mitocondri: il macchinario della morte rende più sana la vita

20.11.2023

Sebbene tutti noi aspiriamo a una vita lunga, ciò che è più ambito è un lungo periodo di...

Perché avere troppi hobby non è una brutta cosa

27.10.2023

Alcune persone vengono in terapia sentendosi sopraffatti e incerti sulla loro tendenza a...

Infezione cerebrale da funghi produce cambiamenti simili all'Alzheimer

26.10.2023

Ricerche precedenti hanno implicato i funghi in condizioni neurodegenerative croniche co...

Scoperta nuova causa di Alzheimer e di demenza vascolare

21.09.2023

Uno studio evidenzia la degenerazione delle microglia nel cervello causata dalla tossicità del ferro...

Malato di Alzheimer: la casa di cura la paga lo Stato?

25.05.2023

Chi si fa carico delle spese per un malato di Alzheimer ricoverato in una casa di riposo? Scopriamo ...

La demenza ci fa vivere con emozioni agrodolci

23.05.2023

Il detto è: dolce è la vita. E, anche se vorremmo momenti costantemente dolci, la vita s...

I ricordi potrebbero essere conservati nelle membrane dei tuoi neuroni

18.05.2023

Il cervello è responsabile del controllo della maggior parte delle attività del corpo; l...

Immergersi nella natura: gioia, meraviglia ... e salute mentale

10.05.2023

La primavera è il momento perfetto per indugiare sulle opportunità.

La primavera è un m...

Qualità della vita peggiora quando l'Alzheimer è complicato dal cancro

28.04.2023

Che considerazioni si possono fare per una persona con Alzheimer che riceve anche la diagnosi di can...

Gli interventi non farmacologici per l'Alzheimer sono sia efficaci che co…

19.04.2023

Un team guidato da ricercatori della Brown University ha usato una simulazione al computer per di...

Farmaci per il sonno: limitazioni e alternative

18.04.2023

Uno studio pubblicato di recente sul Journal of Alzheimer's Disease è l'ultima ...

Menopausa precoce e terapia ormonale ritardata alzano il rischio di Alzheimer

17.04.2023

Le donne hanno più probabilità degli uomini di sviluppare il morbo di Alzheimer (MA), e ...

Logo AARAssociazione Alzheimer OdV
Via Schiavonesca 13
31039 Riese Pio X° (TV)

We use cookies

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.