Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Gli integratori di olio di pesce (acidi grassi omega-3) influenzano il declino cognitivo?

Gli acidi grassi Omega-3 sono nutrienti essenziali per abbassare la pressione sanguigna, ridurre i trigliceridi, rallentare lo sviluppo della placca nelle arterie, ridurre la possibilità di ritmo cardiaco anomalo e la probabilità di infarto e ictus.

Gli acidi grassi...

La neuroscienza della danza: il ballo impegna e cambia il cervello in modi unici

La neuroscienza della danza è un campo di ricerca relativamente nuovo, ma in rapida crescita. Negli ultimi mesi sono stati pubblicati una serie di nuovi studi e una dissertazione basata su ricerche nelle neuroscienze della danza. Questi risultati ci aiutano a capire...

E' questo il futuro del trattamento dell'Alzheimer?

Per anni abbiamo accettato che il morbo di Alzheimer (MA) è incurabile e, per la maggior parte, non trattabile, scrive Fran Power.

Fino ad oggi, gli studi farmaceutici hanno avuto scarso successo - e quelli con questa condizione e le loro famiglie hanno dovuto accettare...

Come ritardare invecchiamento e demenza con il potere del pensiero positivo

Le persone che sono positive verso l'invecchiamento hanno un rischio minore di demenza rispetto ai loro coetanei negativi. Se sono attivi e hanno una buona vita sociale probabilmente vivranno anche più a lungo.

Viswa Nathan, è la prova vivente di ciò. Egli non è...

Devi andare su Marte? Non dimenticare le pillole anti-radiazioni

La NASA e società spaziali private come SpaceX pianificano di inviare esseri umani sul pianeta rosso entro i prossimi 15 anni, ma tra le principali sfide che devono affrontare le future missioni spaziali con equipaggio è la protezione degli astronauti dalla pericolosa...

Fattori di rischio vascolari interagiscono con l'amiloide-beta accelerando il declino cognitivo

I fattori di rischio vascolari aumentano il rischio di deterioramento cognitivo degli anziani e sembrano avere un effetto sinergico negativo con l'amiloide-beta del cervello, la proteina che si aggrega in placche neurotossiche nel cervello degli individui con morbo di...

Più scelta per le persone che vivono con la demenza

L'assistenza centrata sulla persona è fondamentale per un'assistenza sanitaria di alta qualità. In questo secondo articolo della mia serie sulla demenza, mi concentro sulla necessità di assistenza alla demenza centrata sulla persona.

La cura della demenza centrata...

Il giorno più lungo: riconoscere le fasi iniziali della demenza

Un familiare in visita a suo padre in una casa di cura, una volta, mentre lasciava la stanza di suo padre, disse: "Se papà volesse solo provare di più ...". Ciò a cui si riferiva era che papà non sapeva più chi erano i suoi figli. Tutta la famiglia pensava che...

Consigli nutrizionali per le persone con demenza

Le persone affette da demenza spesso dimenticano di mangiare e bere e possono diventare disinteressate al cibo, ma la malnutrizione e la disidratazione causano danni ancora maggiori allo stato fisico e mentale della persona.

Poiché l'80% delle persone che vivono nelle...

Ricercatrice canadese crea un indice per individuare i pazienti a rischio di demenza

La dott.ssa Sarah Pakzad (in foto) è determinata a migliorare la qualità dell'assistenza sanitaria per i canadesi.

Da 7 anni, la ricercatrice originaria di Parigi lavora nel suo ufficio all'Université de Moncton, per prevedere meglio il rischio di sviluppare la demenza:...

La gran parte delle persone con segni iniziali di Alzheimer non avrà demenza

Nell'ultimo decennio, i ricercatori hanno identificato nuovi modi per rilevare i primi segni biologici del morbo di Alzheimer (MA). Questi primi segni, rilevati dai biomarcatori, possono essere presenti prima che una persona inizi a manifestare sintomi fisici [della malattia].

Quello...

Bambini aiutano pazienti con demenza a ripristinare i ricordi

"È una malattia crudele", ha detto Sian Hanley. Sua madre, Mo, fa parte di un gruppo di pazienti affetti da demenza che partecipano a un esperimento unico a Conwy (Galles).

Mo, di 83 anni e altri pazienti di un centro diurno a Colwyn Bay hanno trascorso tre giorni...

La depressione accelera l'invecchiamento del cervello

Gli psicologi dell'Università del Sussex hanno trovato un legame tra la depressione e un'accelerazione della velocità con la quale invecchia il cervello. Anche se gli scienziati avevano riferito in precedenza che le persone con depressione o ansia hanno un rischio maggiore...

Il microscopico 'toxoplasma gondii' ha un ruolo nell'Alzheimer?

Da bambina, invece di essere divertita da principesse e unicorni, ero una grande fan di qualsiasi film o serie che mostrava strane creature, come Visitors o Aliens, i film horror SciFi.

Ben presto mi sono resa conto che, sfortunatamente, gli alieni non esistono (per quanto...

6 modi per convivere con la singletudine

Per molti adulti, essere single per un lungo periodo di tempo, è un'esperienza profondamente dolorosa, che può sembrare che non finirà mai. Secondo una nuova ricerca di Jeffrey Jackson del Virginia Tech, c'è una ragione per cui il dolore che accompagna la singletudine,...

Etica della demenza: l'impalcatura sociale della memoria

Il numero di individui che soffrono di demenza è in costante aumento; per questo le questioni morali sollevate dalle malattie neurodegenerative che provocano i sintomi caratteristici della demenza sono di pressante preoccupazione pratica. In questo contesto, il punto...

Lo stato socioeconomico percepito può influenzare quanto vecchi ci sentiamo

Uno studio recente rivela che il modo in cui gli anziani percepiscono il loro status socioeconomico ha un'influenza su quanto si sentono vecchi e sul loro atteggiamento nei confronti dell'invecchiamento. Nello specifico, più le persone considerano scadente il loro stato...

Trovato un modo di attivare i geni: opportunità per le neurodegenerazioni?

Un team di ricercatori giapponesi ha sviluppato un codice molecolare sintetico per indurre l'attivazione dei geni. Il processo, descritto nel Journal of American Chemical Society, potrebbe portare in futuro a terapie genetiche per una vasta gamma di malattie.

In...

Come interagire con un parente che ha la demenza

Negli ultimi anni è aumentata costantemente la consapevolezza che circonda la demenza. Il numero delle persone affette sta aumentando, come pure quello della spesa per la ricerca.

Studi recenti hanno dimostrato l'importanza dell'assistenza, non solo per l'individuo...

La teoria 'amiloide' dell'Alzheimer è sbagliata e da abbandonare?

In una stanza buia del Krembil Research Institute di Toronto, il dottor Donald Weaver sta guardando uno schermo coperto di puntini verdi fluorescenti. Ma non va bene. Quei punti luminosi verdi sono esattamente ciò che questo ricercatore di Alzheimer non voleva vedere:...

 

I prossimi eventi:

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Valdobbiadene

Lunedì, 28 May 2018 18:00 - 19:30
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di...
Luogo : Palazzo Celestino Piva, Via Piva, Valdobbiadene

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Altivole

Martedì, 12 June 2018 20:30 - 22:30
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto...
Luogo : Centro Sociale, Via Roma 21, Altivole

CA Pedemontano: Servizi, rete e territorio, percorsi di assistenza

Giovedì, 21 June 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : C/o distretto sanitario, Via Toniolo 2, Vedelago

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Valdobbiadene

Lunedì, 25 June 2018 18:00 - 19:30
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di...
Luogo : Palazzo Celestino Piva, Via Piva, Valdobbiadene

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Altivole

Martedì, 10 July 2018 20:30 - 22:30
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di Auto-Mutuo-Aiuto...
Luogo : Centro Sociale, Via Roma 21, Altivole

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Bracciale GPS anti-rimozione

Nuovo GPS Tracking “WEAR3” che rivoluziona il settore sanitario. Le persone con Alzheimer, demenza...

I ricordi perduti

"I RICORDI PERDUTI"
di Giulia Basile
" ... ci sono dolori che nessuna penna è in grado...

I Mestieri di Venezia

I Mestieri di Venezia Storia, arte, devozione delle corporazioni dal XIII al XVIII secolo
Un viaggio...

Specchio rotondo

Specchio stradale rettangolare completo di palo di installazione.
Diametri disponibili 50 - 60 - 70...

Set 3 Bobby

Set di 3 cagnolini ottenuti da asciugamani di spugna in puro cotone, dimensioni 110x60, 40x60 e 30x30...

Cru Cabernet Sauvignon

Il vino Rosso D.O.C. ?CRU d?annata? è ottenuto da un uvaggio di Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc.
La...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°