Cosa si è detto ieri nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto ieri nel Mondo dell'Alzheimer

Buongiorno

Ecco di seguito gli aggiornamenti di ieri del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Le questioni etiche poste dalla Stimolazione Cerebrale Profonda nell'Alzheimer

I primi, e promettenti, studi sulla stimolazione cerebrale profonda (DBS) per il trattamento dell'Alzheimer hanno aperto un percorso per futuri studi clinici.

Ma dei ricercatori della University of Pennsylvania, in una nuova recensione sul Journal of Alzheimer's Disease,...

Ecco l'ennesimo farmaco che ferma l'Alzheimer ... nei topi

In circostanze normali, la proteina tau contribuisce al funzionamento normale e sano dei neuroni del cervello.

In alcune persone, però, si raccoglie in grovigli tossici che danneggiano le cellule cerebrali. Tali grovigli sono una caratteristica dell'Alzheimer e di altre...

Individuato un segnale chimico diffuso in tutto il cervello che potenzia la memoria

Come fa l'attenzione più alta a migliorare la nostra capacità mentale? 

Questa è la domanda affrontata da una nuova ricerca eseguita all'Università di Bristol e pubblicata ieri sulla rivista Cell Reports, che ha scoperto un segnale chimico rilasciato in tutto...

I funghi possono ritardare o prevenire la demenza?

Alcuni funghi commestibili e medicinali contengono composti bioattivi che possono aumentare la crescita dei nervi nel cervello e proteggere dagli stimoli neurotossici, come l'infiammazione, che contribuiscono alle malattie neurodegenerative come la demenza e...

Anche dal Giappone c'è l'annuncio di una soluzione per l'AD ... dei topi

L'acetilcolina è un neurotrasmettitore del cervello che ha un ruolo importante nel controllo dell'attenzione e nella cognizione. La disfunzione del sistema dell'acetilcolina è considerata una delle cause dell'Alzheimer (AD) e della demenza vascolare.

Ora un gruppo...

La forma del cervello è collegata alla nostra personalità e al rischio di malattie mentali

Una nuova ricerca rivela che la forma del nostro cervello può fornire indizi sorprendenti su come ci comportiamo e sul nostro rischio di sviluppare disturbi della salute mentale.

Antonio Terracciano, Professore Associato della Florida State University, insieme a un gruppo...

Grande studio esclude che la terapia di deprivazione androgenica aumenti il rischio di AD

Uno studio su vasta scala e basato sulla popolazione, condotto dal Dr. Laurent Azoulay, ricercatore senior al Jewish General Hospital, ha concluso che l'uso della terapia di deprivazione androgenica (ADT) per trattare il cancro avanzato alla prostata non è associato...

Le radici dell'Alzheimer possono essere addirittura nel grembo materno

Le reazioni biochimiche che causano l'Alzheimer potrebbero iniziare nel grembo materno, o subito dopo la nascita, se il feto o il neonato non ricevono vitamina A a sufficienza, secondo una nuova ricerca eseguita alla University of British Columbia (Canada).

Questa nuova...

Un'anomalia delle 'cellule-guardiane' soffoca lentamente i neuroni

Un'anormalità in cellule particolari che avvolgono i vasi sanguigni nel cervello porta ad un deterioramento dei neuroni, con possibili influenze sullo sviluppo dell'Alzheimer, secondo uno studio guidato dalla University of Southern California.

Le 'cellule-guardiane' chiamate...

Le attività mentali possono proteggere dal lieve deterioramento cognitivo

Ricercatori della Mayo Clinic hanno scoperto che l'impegno in attività stimolanti mentalmente, anche in tarda età, può proteggere dal decadimento cognitivo lieve di nuova insorgenza, che è la fase intermedia tra il normale invecchiamento cognitivo e la demenza.

Lo...

Lanciato in Iran il primo trattamento erboristico al mondo per l'Alzheimer

Ricercatori e scienziati iraniani hanno presentato il primo rimedio a base di erbe per il trattamento dell'Alzheimer, chiamato Melitropic. Il farmaco è stato reso pubblico nel corso di una cerimonia presso l'Istituto Iraniano Piante Medicinali del Centro Accademico Istruzione,...

Caregiving di Alzheimer: la comunicazione efficace con il paziente

L'Alzheimer e le altre demenze diminuiscono gradualmente la capacità di una persona di comunicare. La comunicazione con una persona con Alzheimer richiede pazienza, comprensione e buona capacità di ascolto.
Le strategie che seguono possono aiutare te e la persona con...

A Pisa si sperimenta la pasticca anti-Alzheimer: si cercano 100 volontari

PISA. Non ti posso curare, ma posso evitare di farti ammalare. Di farti imbiancare il cervello, di smettere di essere la persona che eri. I primi dieci pazienti, per la sperimentazione, a Pisa, il professor Ubaldo Bonuccelli, già li ha trovati. E ha iniziato a trattarli,...

Studio sulle donne conferma che l'inquinamento dell'aria può portare alla demenza

Minuscole particelle di inquinamento atmosferico - il tipo che proviene principalmente dalle centrali elettriche e dalle auto - possono aumentare notevolmente la probabilità di demenza, compreso l'Alzheimer, secondo una ricerca diretta dalla University of Southern California.

Scienziati...

Sconcerto in GB per un paziente americano di demenza abbandonato dai familiari in un parcheggio

Gli spettatori di un programma investigativo della BBC hanno espresso tristezza e incredulità dopo la trasmissione di Lunedì scorso, che parlava del caso di un pensionato americano ritrovato a vagare per le strade di Hereford nel 2015.

L'uomo non era in grado di dare...

La carenza di glucosio nel cervello può scatenare l'Alzheimer

Uno dei primi segni dell'Alzheimer è una diminuzione dei livelli di glucosio nel cervello che appare nelle prime fasi del lieve deterioramento cognitivo, prima che comincino ad emergere i sintomi di problemi di memoria.

Però finora non era chiaro se è una causa o una...

NAP, il farmaco candidato che stabilizza i microtubuli, il sistema vitale di trasporto dei neuroni

La Tau è una proteina chiave del cervello, ed è coinvolta nell'Alzheimer e in altre malattie del cervello.

Gli aggregati di Tau chiamati "grovigli neurofibrillari" sono stati associati alla morte delle cellule nervose e al declino cognitivo.

Un nuovo importante studio...

Alla richiesta di dire una frase completa nel test per la demenza, la sua risposta è stata sorprendente

 
Recentemente è mancata una santa che era tra noi. Stava lottando da un certo numero di anni con la demenza e aveva vissuto negli ultimi mesi in una struttura.

All'inizio della malattia, quando era dal neurologo per capire se aveva realmente la demenza, si è sottoposta...

I meccanismi per cui la privazione del sonno limita la capacità del cervello di formare nuovi ricordi

Studiando i topi, gli scienziati della Johns Hopkins University hanno rafforzato le evidenze che l'obiettivo fondamentale del sonno è ricalibrare le cellule del cervello responsabili dell'apprendimento e della memoria, in modo che gli animali possano 'solidificare' le...

La progettazione può aiutare un malato di Alzheimer a vivere a casa più a lungo?

Due settimane fa, Mary McCreesh ha avuto il tipo di notizia che ti fa mancare: suo padre 82-enne ha avuto la diagnosi ufficiale di Alzheimer. Con questo pensiero Mary McCreesh, di Wayne in Pennsylvania, è andata lo scorso Venerdì pomeriggio al Philadelphia Home Show.

Ha...

 

I prossimi eventi:

Le terapie alternative - Caffè Alzheimer Montebelluna

Martedì, 14 February 2017 16:30
Ritroviamoci al Caffè
E' una iniziativa, organizzata dal Comune di Montebelluna e dalla...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Altivole

Martedì, 14 February 2017 20:30 - 22:00
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di...
Luogo : Centro Sociale, Via Roma 21, Altivole (Sala Centro Sollievo)

L'ambiente terapeutico e percorsi non farmacologici di cura - Caffè Azheimer Pedemontano

Giovedì, 16 February 2017 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Sede Municipale – Piazza 13 Martiri, Cavaso del Tomba

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto

Martedì, 28 February 2017 17:45 - 19:15
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando ai Gruppi di...
Luogo : Palazzo Celestino Piva, Via Piva, Valdobbiadene

L'amministratore di sostegno e il tutore legale - Caffè Alzheimer Montebelluna

Martedì, 14 March 2017 16:30
Ritroviamoci al Caffè
E' una iniziativa, organizzata dal Comune di Montebelluna e dalla...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Bobby grande

Cagnolino ottenuto da un asciugamano di spugna di puro cotone, dimensione 110 x 60 cm.
Disponibile...

Olio extra vergine oliva

L'olio ottenuto dai 1600 olivi delle coltivazioni Ca' Rossa permette all'Azienda Agricola Saporiti Angelo...

I Mestieri di Venezia

I Mestieri di Venezia Storia, arte, devozione delle corporazioni dal XIII al XVIII secolo
Un viaggio...

Monti azzurri

I Monti Azzurri: Atlante dei Colli Euganei
La particolare ubicazione, la genesi vulcanica, i diversi...

Paletto pedonale

Paletto parapedonale verniciato bianco con 2 fasce rinfrangenti rosse.
Diametro 6 cm, altezza 120 cm....

Orologio GPS

Localizzatore satellitare con funzioni di telefonia integrato in un orologio da polso. La migliore soluzione...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2017 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°