Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Buongiorno

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it. Clicca sul titolo per leggere tutto l'articolo.

Attivisti chiedono che al paziente di demenza sia permesso di chiedere la morte assistita per tempo

L'organizzazione di attivisti 'Dying with Dignity' (Morire con Dignità) sta esortando i legislatori federali e provinciali (del Canada) a permettere alle persone con diagnosi di demenza di chiedere prima la morte assistita, mentre sono ancora in grado di fare la scelta.

L'amministratore...

'Fai esercizio fisico o avrai l'Alzheimer'? Non ci penso nemmeno!

Questa settimana ho imparato che per ogni boccone di torta che mangio, e per ogni passo che non faccio, il mio cervello si restringe, le mie cellule invecchiano più velocemente e i telomeri del mio DNA (qualsiasi cosa siano) si accorciano.

Questo grazie ad uno studio...

L'incidenza della demenza sembra scendere ... forse, ma gli scienziati non sanno perchè

Nonostante la preoccupazione di un'esplosione nei prossimi decenni dei casi di demenza nella popolazione che invecchia, un nuovo studio basato sui dati del Framingham Heart Study (FHS) suggerisce che il tasso di nuovi casi di demenza in realtà potrebbe essere in...

Memory Ensamble: per preservare i ricordi, il cervello deve regolare le reti neurali

La memoria, cioè la nostra capacità di registrare, conservare e richiamare le esperienze passate, costituisce una delle abilità più importanti e affascinanti del nostro cervello. Da oltre quarant'anni, i neuro-scienziati si interessano ai meccanismi biologici che...

La demenza frontotemporale collegata ad un'alimentazione anomala

Il primo studio a indagare in maniera scientifica sui modelli alimentari nella demenza frontotemporale (FTD) ha trovato che i pazienti con questo disturbo hanno abitudini alimentari chiaramente inadeguate.

Lo studio, pubblicato online su JAMA Neurology il 25 gennaio,...

Alzheimer: il puzzle complesso della neurodegenerazione

L'Alzheimer è una malattia spaventosa. Incurabile, progressiva, gravosa e tuttora biologicamente misteriosa, colpisce soprattutto gli anziani e fa degenerare inesorabilmente il tessuto cerebrale dei pazienti.

Nel farlo, essa sottrae a milioni di persone la loro memoria...

I 'poltroni' in mezza età avranno un cervello più piccolo in vecchiaia

Una scarsa condizione fisica nella mezza età può essere collegata a una dimensione più piccola del cervello 20 anni più tardi, secondo uno studio pubblicato il 10 Febbraio 2016 online su Neurology®.

"Nel nostro studio abbiamo trovato una correlazione diretta...

Trovato nuovo marcatore nel sangue per diagnosi precoce dell'Alzheimer

Un marcatore biologico del sangue legato all'Alzheimer, che in futuro potrebbe servire per un esame diagnostico affidabile del sangue per la demenza progressiva e fatale, è stato identificato dai ricercatori della Tel Aviv University, del Rambam Medical Center / Techion-Israele...

Studente vince premio scientifico per trattamento di Alzheimer ricavato dalla pelle di rana

Una studentessa di 16 anni di Hobart in Australia, che ha studiato l'uso di una sostanza chimica della pelle delle rane arboree come un possibile trattamento per l'Alzheimer, ha vinto un premio nazionale della scienza per il suo impegno nel dopo-scuola.

Hannah Sutton ha...

Giovani adulti e anziani hanno onde cerebrali diverse. E' questo il declino cognitivo?

Scienziati della cognizione hanno trovato ulteriori prove che il cervello che invecchia funziona in modo diverso rispetto a quello più giovane, a parità di operazione di memoria, indicando una nuova direzione potenziale per la cura e l'esplorazione della cognizione...

Lo shock dei 50mila volt della 'Taser' può danneggiare la memoria e il ragionamento

Più di due milioni di cittadini sono stati finora 'tasati' dalla polizia negli Stati Uniti, visto che negli ultimi dieci anni le pistole stordenti Taser sono diventate una delle armi meno-letali preferite dai servizi di polizia del paese. Ma cosa provoca lo shock di...

Il cervello assegna posizioni separate alle cose conosciute, aumentando l'efficienza del riconoscimento

Una nuova ricerca svolta all'Università di Guelph (Canada) sul cervello e sulla memoria potrebbe aiutare lo sviluppo di terapie per le persone con Alzheimer o con schizofrenia.

Lo studio, eseguito dal professore di psicologia Boyer Winters, con il suo gruppo di ricerca,...

Non c'è una regola che dice come informare un individuo con demenza della morte di una persona cara

Cara Carol: Mia nonna è morta improvvisamente, lasciando il nonno, che è nella fase centrale dell'Alzheimer, più confuso che mai.

Ho litigato con i miei genitori su come gestire le sue ripetute domande su dove è la nonna. Entrambi i miei genitori sentono...

La struttura a maglia che circonda il nucleo dei neuroni è danneggiata nell'Alzheimer

La morte delle cellule cerebrali nell'Alzheimer è legata alla rottura di uno scheletro che circonda il nucleo delle cellule, secondo la scoperta di una ricercatrice dell'Università del Texas di San Antonio.

Si prevede che questa scoperta possa aprire nuovi percorsi di...

 

Gli eventi dei prossimi giorni:

Film "Still Alice" ad Asolo

Giovedì, 18 February 2016 05:00pm - 07:00pm
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : La Fornace, Via Strada Muson 2c, Asolo

Film: "E SE VIVESSIMO TUTTI INSIEME?"

Giovedì, 18 February 2016 08:30pm
Nell'ambito del Caffè Alzheimer di Montebelluna:
GIOVEDI' 18 FEBBRAIO 2016 ALLE 20:30
NELL'AUDITORIUM...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna
Vedi descrizione evento

Io e te: una relazione educativa che cresce e ci cambia

Martedì, 01 March 2016 04:30pm - 06:30pm
Ritroviamoci al Caffè
"Il cuore resta anche quando si perde la ragione ...
impariamo...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna
Vedi descrizione evento

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto

Martedì, 08 March 2016 08:30pm - 10:00pm
Ogni 2° martedì del mese si riunisce il Gruppo AMA (Auto-Mutuo-Aiuto)
dalle 20:30 alle 22:00
nella...
Luogo : Centro Sociale, Via Roma 21, Altivole (TV)
Associazione Alzheimer onlus - Cell. 329 4511952 - 0423 750324

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Archetto antisosta

Archetto antisosta verniciato in rosso con dispositivo per lucchetto.
Il prezzo comprende l'IVA vigente.
Il...

Bobby medio

Cagnolino ottenuto da un asciugamano di spugna di puro cotone, dimensione 40 x 60 cm.
Disponibile nei...

Viaggio nelle Venezie - Verona

Immagini VeronaCollana Viaggio nelle Venezie Verona, Civiltà della bellezza
 
La città Scaligera e il suo straordinario...

Viaggio nelle Venezie - Vicenza

Immagini VicenzaCollana Viaggio nelle Venezie Vicenza, la Provincia preziosa
 
Una città “preziosa” per i sontuosi...

Il cuore non dimentica

"Il cuore non dimentica"
di Marisa Basso
In viaggio con mia madre e il “Signor Alzheimer”
Perchè...

Set 2 Bobby

Set di 2 cagnolini ottenuti da asciugamani di spugna in puro cotone, dimensioni 110x60 e 40x60 cm.
Disponibile...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2016 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°