Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Cambio dell'alimentazione può aiutare la salute mentale

La salute generale del sistema digestivo modula il funzionamento del sistema immunitario e l'attività cerebrale attraverso l'asse microbioma-intestino-cervello.

Risultati di ricerche recenti indicano un possibile legame tra gli squilibri nella microflora intestinale,...

Quando la memoria svanisce nella demenza, l'arte è la chiave dell'anima

Ho lavorato per decenni come assistente sociale diplomata in Gerontologia e ho incontrato molte persone con disturbi gravi della memoria. Una delle questioni più difficili è stato trovare il modo di comunicare.

La perdita di memoria non significa che una persona non...

L'odore della persona, conservato per anni, può aiutare a risolvere casi di wandering

Comunicato stampa - Per aiutare la direttiva del Governatore Ron DeSantis di mantenere sicuri in casa gli anziani, l'amministrazione della Florida sta collaborando con l'azienda Scent Evidence K9 per distribuire 2.000 Scent Preservation Kits® (kit per conservare...

Trattare l'Alzheimer con semplici reagenti molecolari?

A volte i problemi più complessi hanno soluzioni reali molto semplici. Un gruppo di ricercatori sudcoreani ha riferito una strategia efficace ed efficiente basata su redox (ossidoriduzione) per integrare diverse funzioni in semplici reagenti molecolari contro le...

Perché i disturbi del sonno sono così comuni nella demenza?

I disturbi del sonno sono incredibilmente comuni nella demenza. Se il tuo caro ha difficoltà ad addormentarsi, si sveglia nel mezzo della notte e si mette a vagare, o dorme durante la giornata, la domanda a cui rispondere è il motivo per cui si verificano queste interruzioni...

Perdere la mamma per l'Alzheimer, e poi ritrovarla: la bellezza alla fine del viaggio

Ho perso mia madre in questo periodo l'anno scorso, dopo la sua lotta di 10 anni con il morbo di Alzheimer (MA). Nel corso di questo anno passato, amici gentili si sono fatti vivi alle feste e ai compleanni, assumendo comprensibilmente che queste prime occasioni sarebbero...

Qualche idea di cibi per persone con Alzheimer o demenza durante la pandemia?

Si possono incontrare sfide extra nel mantenere una buona alimentazione durante questa crisi sanitaria mondiale. Anche se le raccomandazioni nutrizionali dovrebbero rimanere sostanzialmente invariate, il malato di Alzheimer o demenza potrebbe sperimentare una certa ansia...

Il pensionamento fa male alla tua salute mentale? Il ruolo della mancanza di obiettivi

Una volta avevo un collega che contava i giorni mancanti alla pensione, letteralmente. “538”, mi disse una mattina. Il giorno successivo, era “537”. Lui e sua moglie avevano dei piani. Avrebbero costruito la loro casa dei sogni su un terreno boschivo di montagna...

Il nuovo collegamento tra Alzheimer e inquinamento dell'aria

Il mio primo giorno a Città del Messico è stato duro. Lo smog era così fitto che, mentre salivo le scale della camera d'albergo, facevo sforzi per respirare. Ero preparata per il mal di testa da alta quota e per l'aria rarefatta, ma non per quanto era sporca l'aria...

Verso un modo più generoso di pensare alla demenza

Poche diagnosi evocano il genere di terrore silenzioso che accompagna regolarmente il morbo di Alzheimer (MA). La natura ambigua della malattia ci mette di fronte a domande difficili sul sé, la mortalità, la dignità, l'amore e il discepolato.

Con i loro nuovi libri,...

Livelli elevati di calcio nei mitocondri sono legati a morte di neuroni nell'Alzheimer

Per la prima volta degli scienziati hanno documentato, su un topo modello di morbo di Alzheimer (MA), un legame tra aumento dei livelli di calcio nei mitocondri e la morte dei neuroni nel cervello vivente.

Questo legame era stato documentato in precedenza nelle colture...

Perché abbiamo bisogno di camminare, e ora più che mai

Devi muoverti di più. È fin troppo facile in questi giorni a casa poltrire nel divano. La verità è che sappiamo tutti che dobbiamo muoverci di più, e sappiamo che ci sentiremo meglio dopo. Il movimento fa bene al cervello e al corpo, e tutti sappiamo che il movimento...

Test di demenza: perché voglio sapere se ho un deterioramento cognitivo

Perdo gli occhiali, dimentico i nomi degli attori, ripeto storie ai miei figli. Nessuna di queste scivolate è un sintomo da allarme del morbo di Alzheimer (MA). Tuttavia, ho fatto una serie di valutazioni cognitive, dagli esami della memoria ai test genetici, alle scansioni...

'Un modo diverso di parlare a mio padre ha cambiato in meglio la sua esperienza di Alzheimer'

Avrei dovuto sapere che c'era uno stigma che circonda il morbo di Alzheimer (MA), perché quando ho appreso della diagnosi di mio padre, sentivo come se fosse scesa un ombra sulla mia famiglia.

Tutto quello che avevo sentito della malattia era stato detto quasi in segreto,...

L'esercizio aerobico può essere un allenamento intelligente per il tuo cervello a ogni età

Non è mai troppo tardi per allacciarsi le scarpe da ginnastica e allenarsi, per migliorare la salute del cervello, secondo uno studio pubblicato il 13 maggio 2020 su Neurology®. La ricerca suggerisce che gli anziani, anche teledipendenti, possono avere prestazioni...

Tecnologia d'avanguardia consente diagnosi precoce dell'Alzheimer

Un team di ricerca guidato anche da uno scienziato della City University di Hong Kong (CityU) ha scoperto un modo nuovo e non invasivo per rilevare il morbo di Alzheimer (MA) in uno stadio precoce, aiutando i pazienti a ottenere i trattamenti necessari circa 10 anni prima...

Nuovo strumento di scansione mostra l'entità del danno alle sinapsi nell'Alzheimer precoce

Una nuova tecnologia di scansione permette agli scienziati di vedere la perdita diffusa di sinapsi nel cervello nelle fasi iniziali del morbo di Alzheimer (MA), una scoperta che un giorno può aiutare a sviluppare farmaci, secondo un nuovo studio svolto all'Università...

Ci può essere assistenza personale nelle strutture con restrizioni da COVID-19?

Cara Carol: Mia mamma ha la demenza da dieci anni, e vive da tre anni nel reparto di terapia della memoria di una casa di cura. Il personale lì è come una famiglia, ed è ben addestrato per la cura centrata sulla persona. Ora, però, la famiglia...

Trama della retina come biomarcatore precoce dell'Alzheimer

Ingegneri biomedici della Duke University hanno messo a punto un nuovo dispositivo di scansione in grado di misurare sia lo spessore che la consistenza dei vari strati della retina nella parte posteriore dell'occhio. Questo progresso potrebbe essere usato per rilevare...

 

I prossimi eventi:

[CA Pedemontano] L’accompagnamento ed il sostegno verso il fine vita ** ANNULLATO **

Giovedì, 21 May 2020 17:00 - 18:30
** ANNULLATO **
Il Caffè Alzheimer è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo, Via Campagna 46, Loria (TV)

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Valdobbiadene ** ANNULLATO **

Martedì, 09 June 2020 18:00 - 19:30
** ANNULLATO **
 
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando...
Luogo : Scuola Primaria, Via San Venanzio Fortunato 32, Valdobbiadene (TV)

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Altivole **ANNULLATO**

Martedì, 09 June 2020 20:30 - 22:00
** ANNULLATO **
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando...
Luogo : Centro Sociale, Via Roma 21, Altivole

[CA Pedemontano] La legge sul biotestamento ** ANNULLATO **

Giovedì, 18 June 2020 17:00 - 18:30
** ANNULLATO **
Il Caffè Alzheimer è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo, Via Campagna 46, Loria (TV)

Gruppo Auto-Mutuo-Aiuto Valdobbiadene ** ANNULLATO **

Martedì, 07 July 2020 18:00 - 19:30
** ANNULLATO **
 
Riscoprirsi risorsa tra persone unite dallo stesso problema, partecipando...
Luogo : Scuola Primaria, Via San Venanzio Fortunato 32, Valdobbiadene (TV)

 

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2020 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°