Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Scoperto come la senescenza cellulare porta alla neurodegenerazione

Anche se è stato stabilito un collegamento tra infiammazione cronica e malattie neurodegenerative, ci sono molti interrogativi sul modo in cui su queste patologie influisce la senescenza cellulare, un processo in cui le cellule che smettono di dividersi sotto stress...

Risposta immunitaria imprevista nel cervello potrebbe aiutare a trattare le malattie neurologiche

Una scoperta inaspettata della ricerca sta fornendo nuove informazioni che potrebbero portare a nuovi trattamenti di alcune malattie e disturbi neurologici, come la sclerosi multipla, l'Alzheimer e le lesioni del midollo spinale.

Jason Plemel, ricercatore medico dell'Università...

Chiedersi 'Perché proprio a me?' è sprecare il tempo. Vale la pena continuare a farlo?

"Perché proprio a me?"

Non c'è dubbio che quelli di noi i cui familiari fanno abuso di alcol o di droghe illegali, o che hanno malattie incurabili, si sono fatti questa domanda. Io so di averlo fatto. Molte volte, soprattutto durante le crisi. E in modi diversi,...

Quali sono alcune delle condizioni cerebrali che possono causare demenza?

I tumori al cervello e l'ematoma subdurale sono due condizioni del cervello con sintomi molto simili alla demenza in quanto possono causare disturbi della memoria, difficoltà di comunicazione, scarsa concentrazione, cambiamenti di personalità, problemi a svolgere le...

Proteggi il tuo cervello dallo stress: così riduci il tuo rischio di demenza

Non è raro sentirsi disorganizzati e smemorati quando si è sotto un grande stress. Ma nel lungo termine, lo stress può realmente cambiare il cervello in modi che influenzano la tua memoria.

Studi condotti su animali e persone mostrano abbastanza chiaramente che lo...

'Possiamo modificare i geni dell'Alzheimer con 90% di efficacia nelle staminali umane'

Negli ultimi dieci anni, il CRISPR, strumento per l'editing genetico (=modifica, rielaborazione di geni), ha trasformato la biologia e ha aperto nuove strade di speranza per correggere malattie mortali ereditarie. Ora, sono iniziati i primi studi clinici (= sull'uomo)...

Profumo di rosa migliora l'apprendimento durante il sonno

Imparare senza sforzo durante il sonno è il sogno di molte persone. Ora dei ricercatori, con un vasto studio nel laboratorio del sonno, hanno dimostrato l'effetto di supporto dei profumi sulla riuscita dell'apprendimento, quando sono presenti durante sia l'apprendimento...

Hospice: non è una sentenza, ma un modo diverso di assistere

Per alcuni, anche solo la parola hospice ispira terrore nel loro cuore. Nel mio lavoro con l'hospice, ho imparato che c'è molta disinformazione e molti miti nei pazienti e nei caregiver su ciò che è, e fa, l'hospice. È importante alleviare l'ansia delle persone con...

Sfarfallio di luce mobilita chimica del cervello che contrasta l'Alzheimer

Da oltre un secolo, il morbo di Alzheimer (MA) resiste a tutti i tentativi di trattarlo. Ma negli ultimi anni, degli esperimenti controversi che usavano la luce tremolante hanno mostrato risultati promettenti.

Ora, i ricercatori hanno capito come potrebbe funzionare...

Esame del sangue rileva il rischio di una malattia che può indurre ictus e demenza

Uno studio guidato da ricercatori della University of California di Los Angeles ha scoperto che si possono usare i livelli di sei proteine ​​nel sangue per valutare il rischio di una persona per la malattia dei piccoli vasi cerebrali (CSVD, cerebral small vessel disease),...

Esercizio aerobico legato a migliore funzione cerebrale in persone a rischio di Alzheimer

Gli individui a rischio di morbo di Alzheimer (MA), a causa della storia familiare o della predisposizione genetica, che si sono impegnati per sei mesi in un allenamento con esercizi aerobici, hanno migliorato il loro metabolismo del glucosio cerebrale e la capacità di...

Nuovo composto è un promettente candidato farmaco per l'Alzheimer

Un composto appena identificato è un candidato promettente per inibire la produzione di amiloidi, le proteine ​​anomale che formano grumi tossici, chiamati fibrille, all'interno del cervello dei pazienti con morbo di Alzheimer (MA). Come pubblicato oggi nella rivista...

Scoperto nuovo meccanismo cellulare legato a invecchiamento e malattie croniche

Un team internazionale di ricercatori ha scoperto di recente un meccanismo interno che può proteggere le cellule umane dal danno ossidativo. La scoperta potrebbe portare a progressi nella comprensione di molti problemi connessi con l'invecchiamento e con alcune malattie...

Affrontare lo stigma della demenza e il burnout del caregiver

La demenza è una condizione neurodegenerativa che colpisce la funzione cognitiva e, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, affligge 50 milioni di persone in tutto il mondo, con circa 10 milioni di nuovi casi di demenza diagnosticati ogni anno. Il morbo di Alzheimer...

Identificati neuroni che calcolano come una bussola e si deteriorano presto nell'Alzheimer

Sono le 17:00 quando lasci il parcheggio al lavoro, ma ti rendi conto di non avere idea di quale strada prendere per tornare a casa. Sai dove sei e in quale via c'è la tua casa, solo che non riesci a ricordare come arrivarci.

Questo è ciò che accade ai pazienti con...

Ci sono varianti genetiche che riducono il rischio di Alzheimer

 
Uno studio del DNA di oltre 10.000 persone, eseguito da scienziati della University College London, ha identificato una classe di varianti genetiche che sembrano proteggere dal morbo di Alzheimer (MA). I risultati, pubblicati in Annals of Human Genetics, suggeriscono...

I disturbi neurologici sono legati a tassi elevati di suicidio

Uno studio pubblicato di recente su JAMA mostra che le persone con disturbi neurologici hanno un tasso di suicidi superiore del 75% a quello delle persone senza disturbi neurologici. Però le morti per suicidio sono tuttora eventi rari.

Mentre il tasso di suicidio per...

Un 'interruttore' molecolare inverte l'infiammazione cronica e l'invecchiamento

L'infiammazione cronica, che si presenta quando la vecchiaia, lo stress o le tossine ambientali tengono iperattivo il sistema immunitario del corpo, può contribuire a varie malattie devastanti, dall'Alzheimer al Parkinson, dal diabete al cancro.

Ora, scienziati della...

Togliere la patente agli anziani ha l'esito sorprendente di aumentare il numero di incidenti

Se ai conducenti anziani con decadimento cognitivo non è più permesso stare al volante, si presume che i tassi di incidenti debbano scendere. Questo sembra buon senso, ma non sempre la logica è così semplice: dal 2009, quando il Giappone ha aggiunto i test cognitivi...

Cellule cerebrali ritenute passive hanno invece un ruolo cruciale nella memoria

Le microglia sono cellule immunitarie residenti nel cervello che agiscono come primo intervento, sempre alla ricerca di guai. Rappresentando circa il 10% delle nostre cellule cerebrali, sono state storicamente considerate come spettatori passivi nel cervello fino...

 

I prossimi eventi:

[CA Montebelluna] Come gestire la persona con demenza a casa: aspetti motori e assistenziali

Martedì, 11 February 2020 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2019-2020

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna, Largo Dieci Martiri 1, 31044 Montebelluna (TV)

Recital IL CUORE NON DIMENTICA

Venerdì, 28 February 2020 20:30
La Prealpina Residenze per Anziani, l'Associazione Alzheimer ONLUS, la Filodrammatica 'Bepi Sarto',...
Luogo : Sede Municipale, Piazza 13 Martiri, Cavaso del Tomba (TV)

Camminata per la Mente sul Montello

Domenica, 08 March 2020 09:00

Passeggiata di circa 11 km lungo le postazioni di difesa sul fiume Piave fino alla fondazione Jonathan,...
Luogo : Ritrovo / partenza: Campo sportivo Santa Croce del Montello (TV)

[CA Montebelluna] Demenza: etica e cure alla fine della vita

Martedì, 10 March 2020 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2019-2020

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna, Largo Dieci Martiri 1, 31044 Montebelluna (TV)

[CA Pedemontano] Film 'Ella e John'

Giovedì, 19 March 2020 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione con l’Associazione...
Luogo : Centro Polivalente "La Roggia", Via Caozocco 10, S. Zenone degli Ezzelini (TV)

 

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2020 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°