Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Studio collega inquinamento atmosferico con problemi di memoria e Alzheimer

Le donne dai 73 agli 87 anni che erano state esposte a livelli più alti di inquinamento atmosferico hanno sperimentato maggiori cali di memoria e più atrofia cerebrale di tipo Alzheimer rispetto alle coetanee che hanno respirato aria più pulita, secondo dei ricercatori...

'Credo che la mamma abbia problemi cognitivi. Quali segni devo cercare?'

Molti parenti tornano a casa per le feste, solo per trovare che il loro caro è cambiato, nel fisico, nella mente o in entrambi.

Con l'avanzare dell'età, i ricordi non rimangono altrettanto netti e un po' di oblio è normale. Tuttavia, se ti preoccupi che l'apparente...

Cerca nella dispensa la protezione dal declino cognitivo dell'invecchiamento

Con l'aumento delle evidenze che la nutrizione ha un ruolo fondamentale nel preservare la funzione del cervello, un nuovo studio riferisce che l'assunzione regolare di luteina, un componente di molte verdure, aumenta intelligenza cristallina, la capacità di...

Poche prove dell'efficacia anti demenza di giochi del cervello, medicine ed esercizio fisico

Da decenni, i medici di tutto il mondo stanno cercando i modi per rafforzare il cervello che invecchia e prevenire la demenza più tardi nella vita. I ricercatori hanno testato una vasta gamma di trattamenti, tra cui esercizio fisico, "giochi del cervello”, e medicinali.

I...

Alzheimer: scoperta la molecola che ringiovanisce il cervello.

L’anticorpo A13, sviluppato presso i laboratori della Fondazione EBRI Rita Levi-Montalcini, in collaborazione con il CNR, la Scuola Normale Superiore e il Dipartimento di Biologia dell’Università di Roma Tre, consente di ringiovanire il cervello favorendo...

Olio extra vergine di oliva evita varie forme di demenza nei topi

Il potenziamento della funzione del cervello è la chiave per allontanare gli effetti dell'invecchiamento. E se c'è una cosa che ogni persona dovrebbe considerare in questo momento per mantenere il cervello giovane, è aggiungere olio extra vergine di oliva...

'Mi sento ancora me stesso': i benefici dell'arte nelle persone con demenza

I programmi con l'arte per le persone con demenza esistono da anni nei musei e istituzioni artistiche in tutto il mondo, come al Museo di Arte Moderna di New York (MoMA) e allo Studio Museum di Harlem. Anche se tra i ricercatori c'è la crescente consapevolezza che i...

Come adattare le attività per i propri cari con Alzheimer

Per il benessere delle persone con Alzheimer è essenziale mantenere uno stile di vita attivo. Anche se i propri cari con questa malattia progressiva sperimentano una perdita di memoria, non perdono mai il loro innato bisogno di connettersi con altre persone, di provare...

Sci di fondo riduce rischio di depressione e demenza vascolare, ma non di Alzheimer

“Come ricercatori sul cervello, abbiamo avuto l'opportunità unica di analizzare per due decenni un gruppo eccezionalmente ampio di persone fisicamente molto attive, e abbiamo svelato alcuni fatti interessanti”, afferma Tomas Deierborg, leader del team di ricerca...

Team coreano riduce la neurodegenerazione associata alla demenza in modelli animali

Il Korea Brain Research Institute ha annunciato il 12 novembre che un suo team ha scoperto un nuovo meccanismo molecolare che sopprime la tossicità neuronale associata alla demenza e al morbo di Lou Gehrig (o SLA-sclerosi laterale amiotrofica o malattia dei motoneuroni...

Radioterapia a basso dosaggio: può trattare l'Alzheimer?

Un team dell'Istituto di ricerca Beaumont (Michigan/USA) crede che una radiazione a basse dosi potrebbe essere un trattamento promettente per il morbo di Alzheimer (MA) e sta ora cercando i pazienti con MA per lo studio.

Negli studi iniziali pre-clinici, la radiazione...

Perché il sonno è la parte più importante della tua giornata

“Ci sarà abbastanza da dormire nella tomba”, o in altre parole “Ci sarà molto tempo per dormire una volta che sei morto”. È una citazione famosa, spesso attribuita a Benjamin Franklin, tra gli altri. Chiunque l'abbia detto, però, ha sbagliato. La...

Svelato un meccanismo complesso nella codifica della memoria a breve termine

Dei ricercatori della National University of Singapore, guidati dai prof. Camilo Libedinsky e Shih-Cheng Yen, hanno scoperto che una popolazione di neuroni nel lobo frontale del cervello contiene informazioni stabili della memoria a breve termine, all'interno di un'attività...

Studio: dose minima di idrometiltionina potrebbe rallentare il declino cognitivo

In uno studio pubblicato online sul Journal of Alzheimer's Disease, la TauRx ha riferito risultati inaspettati di un'analisi farmacocinetica del rapporto tra dose di trattamento, livelli ematici ed attività farmacologica del farmaco idrometiltionina (hydromethylthionine)...

Esercizio aerobico e nutrizione per cuore sano possono attenuare i problemi di memoria

Il deficit cognitivo senza demenza (CIND, cognitive impairment without dementia) o lieve decadimento cognitivo (MCI, mild cognitive impairment) è una condizione che colpisce la memoria e può mettere a rischio di morbo di Alzheimer (MA) e demenza.

Secondo...

In viaggio con il sig. Alzheimer o la sig.ra demenza

Mettersi in viaggio durante le feste può essere frenetico, ma i viaggi come questi possono essere ancora più difficili per gli individui che hanno l'Alzheimer o un'altra demenza.

Che tu sia un caregiver o la persona con la diagnosi, ci sono alcune precauzioni da prendere...

I benefici del Tai Chi per le persone con demenza

L'esperimento TACIT eseguito alla Bournemouth University ha esaminato i benefici che il Tai Chi può portare alle persone con demenza, in particolare per verificare se il Tai Chi può prevenire le cadute e migliorare la qualità della vita.

Il dott. Samuel Nyman, direttore...

Invecchiamento e depressione: convivere con le perdite della vecchiaia

“Invecchiare non è per femminucce” - Bette Davis.
“Quando avevo vent'anni tutti quelli che conoscevo erano in psicoterapia, ora tutti quelli che conosco sono in terapia fisica” - donna 70enne.
“Quando avevo vent'anni la maggior parte delle mie amiche...

Come impedire alla mente di vagare durante la meditazione

Le virtù della meditazione e della consapevolezza vengono esaltate un po' ovunque. La ricerca ha dimostrato che la pratica della meditazione può avere benefici positivi sul benessere fisico e sulla salute emotiva ed è indicata per la gestione di gravi patologie come...

Sarà mai trovato un trattamento per l'Alzheimer?

Negli anni '90, i ricercatori di Alzheimer erano pieni di ottimismo. Tutti i nuovi studi genetici puntavano a un colpevole: grumi duri di una proteina, chiamata amiloide, che affollano il cervello delle persone con la malattia.

Con l'emergere del primo obiettivo tangibile,...

 

I prossimi eventi:

[CA Montebelluna] Film: “Florida”

Martedì, 10 December 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2019-2020

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna, Largo Dieci Martiri 1, 31044 Montebelluna (TV)

[CA Prealpina] Riflessioni sul valore della famiglia come rete di supporto

Giovedì, 19 December 2019 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione con l’Associazione...
Luogo : Casa Riese, Via don Gnocchi 5, Riese Pio X

[CA Montebelluna] Relazionarsi con la persona malata di demenza e con se stessi: due concetti di cura integrati

Martedì, 14 January 2020 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2019-2020

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna, Largo Dieci Martiri 1, 31044 Montebelluna (TV)

[CA Montebelluna] Come gestire la persona con demenza a casa: aspetti motori e assistenziali

Martedì, 11 February 2020 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2019-2020

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna, Largo Dieci Martiri 1, 31044 Montebelluna (TV)

 

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2019 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°