Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Riconoscere la 'perdita ambivalente' e dare spazio alla compassione

L'altro giorno ho portato mio figlio Noè alla Motorizzazione (DMV, Department of Motor Vehicles) a farsi la foto per una nuova carta d'identità. Non era il momento ideale, ma avevamo un giorno libero ed era qualcosa che doveva essere fatto.

Quando siamo arrivati,...

Perché quella è la tua canzone preferita? La musica che ci piace dipende da neurobiologia e serendipità.

Abbiamo tutti delle canzoni preferite. Certe musiche si attaccano immediatamente alla nostra testa e si riverberano nella memoria di lavoro per ore o giorni, ma a noi non piacciono molto. I motivetti pubblicitari più efficaci si adattano a questa descrizione.

E poi...

Come tenere calmi gli anziani con demenza

La demenza induce gli anziani a sperimentare sintomi come abilità sociali limitate, cambiamenti di personalità, irritabilità e mancanza di moderazione, tra gli altri. I caregiver familiari devono sviluppare dei metodi per calmare i propri cari che stanno invecchiando...

Risparmiare anni di perdita con la diagnosi precoce dell'Alzheimer

Se la cura della demenza fosse una nazione, sarebbe la 21a economia del mondo. Nel 2018, il governo USA ha speso 277 miliardi di dollari per prendersi cura degli americani con morbo di Alzheimer (MA).

I pazienti iniziano con il perdere i ricordi ma, mentre il cervello...

Cammina all'indietro per migliorare la memoria

Ogni volta che ricordiamo qualche episodio del nostro passato, non è insolito per noi dire che stiamo 'tornando indietro' su di esso, attribuendo in modo figurativo le caratteristiche spaziali al tempo non spaziale.

Sappiamo che spazio e tempo sono entità separate,...

Dieci fatti sorprendenti sulla solitudine

Si stima che oltre il 40% di noi sentirà le fitte dolorose della solitudine ad un certo punto della nostra vita. Tuttavia, nonostante quanto sia comune la solitudine, poche persone sono pienamente consapevoli dei modi drammatici con cui impatta su di noi.

Ecco 10 fatti...

Marijuana per prevenire l'Alzheimer: alcune cose da sapere prima

La marijuana può prevenire il morbo di Alzheimer (MA)? Sì, ma ci sono alcune cose che devi sapere prima: Non usare marijuana quando il cervello è giovane; Fumare solo un soffio di marijuana ogni giorno tra i 30 e i 60 anni di età; Usa il tipo di marijuana che...

Perché l'esercizio fisico fa bene al tuo cervello

Nel pieno della settimana della conferenza JPM Healthcare di San Francisco, la conversazione sull'assistenza sanitaria diventa chiaroveggente con gli esperti che valutano le loro previsioni per le grandi tendenze del prossimo anno. Uno degli argomenti principali: sarà...

Un nutriente essenziale può aiutare a combattere l'Alzheimer tra generazioni

In un nuovo studio, i ricercatori del Biodesign Institute all'Arizona State University hanno esplorato un trattamento semplice e sicuro per una delle patologie più devastanti e imbarazzanti: il morbo di Alzheimer (MA).

Gli autori principali Ramon Velazquez e Salvatore...

I difetti genetici del sistema immunitario aumentano il rischio di Alzheimer

Uno studio internazionale su larga scala ha scoperto nuovi loci di rischio genetico per il morbo di Alzheimer (MA) e i ricercatori hanno pubblicato il loro lavoro su Nature Genetics. Combinare dati genetici su larga scala e in modo non convenzionale ha portato alla...

Studio: sono le cellule immunitarie difettose nel cervello a causare l'Alzheimer

Le mutazioni del gene TREM2 possono aumentare significativamente il rischio di morbo di Alzheimer (MA). Gli scienziati del Centro Tedesco Malattie Neurodegenerative (DZNE) e dell'Università Ludwig-Maximilians di Monaco di Baviera fanno ora luce sui motivi per cui il...

Ricercatrice scopre un potenziale nuovo trattamento per l'Alzheimer

Fernanda De Felice, ricercatrice della Queen's University in Canada, insieme ai coautori dell'Università Federale di Rio de Janeiro, ha identificato un ormone legato all'attività fisica che potrebbe rallentare la progressione del morbo di Alzheimer (MA). Questa ricerca...

Calo del sonno profondo è uno dei primi segni di Alzheimer

Un sonno scadente è un segno distintivo del morbo di Alzheimer (MA). Le persone con la malattia tendono a svegliarsi stanche e, con il peggioramento della perdita di memoria e degli altri sintomi, le loro notti diventano ancora meno rinfrescanti. Ma non sapevamo ancora...

Una nuova idea su ciò che scatena l'Alzheimer

Alcune mutazioni genetiche ereditarie portano al morbo di Alzheimer (MA), ma sono relativamente rare. Uno studio recente del mio laboratorio, tuttavia, dimostra che anche le alterazioni genetiche non trasmesse dai genitori possono avere un ruolo chiave nell'innescare...

La musica aiuta a connettere le persone che vivono con demenza. Come?

Quando Eileen Pegg ha sviluppato la demenza nel 2015, è diventata molto ansiosa e si agita facilmente. I suoi caregiver della MHA Weston and Queensway care home di Stafford (GB) erano determinati a trovare un modo per renderla più felice, così decisero di vedere...

I funghi, come la candida, causano infezioni cerebrali e disturbi della memoria (nei topi)

Le infezioni da funghi stanno emergendo come una delle principali sfide mediche e un team guidato dai ricercatori del Baylor College of Medicine ha sviluppato un modello di topo per studiare le conseguenze a breve termine dell'infezione da funghi nel cervello.

I ricercatori...

Trovata risposta a questione irrisolta da decenni sulle placche di Alzheimer

Il cervello affetto da morbo di Alzheimer (MA) è pieno di placche chiamate amiloidi: aggregati proteici costituiti principalmente da amiloide-β. Tuttavia, questa amiloide-β è un frammento prodotto da una proteina precursore la cui funzione normale è rimasta enigmatica...

I caregiver vivono due mondi separati: interno con l'assistito ed esterno con gli altri

Prendersi cura di qualcuno con demenza è uno dei ruoli di assistenza più impegnativi nella società di oggi.

Uno studio pubblicato su Health and Social Care in the Community ha esaminato il supporto e le reti sociali dei familiari caregiver di persone con demenza...

Disturbi di mal di testa associati a rischio di demenza, ma non di Alzheimer

La demenza è la malattia neurologica più comune negli anziani e, oltre a cercare di sviluppare un trattamento farmacologico che possa ritardare significativamente la progressione della malattia, i ricercatori hanno anche cercato di identificare i suoi fattori di rischio...

Mia madre ha la demenza. Come posso tenerla impegnata?

Mia madre ha circa 70 anni e ha avuto la diagnosi di Alzheimer avanzato. È molto in forma e vive a casa con delle caregiver che l'aiutano. Sembra molto annoiata dalle sue attività limitate e sta iniziando a mostrare comportamenti indesiderati di aggressività e agitazione....

 

I prossimi eventi:

Caffé Alzheimer Montebelluna: sessualità e demenza

Martedì, 15 January 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

Caffé Alzheimer Montebelluna: un nuovo linguaggio da imparare

Martedì, 12 February 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

Caffé Alzheimer Montebelluna: il sostegno del fisioterapista

Martedì, 12 March 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

Caffé Alzheimer Montebelluna: Com'è difficile farsi aiutare!

Martedì, 09 April 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Coppia terminali x rallentatori 3M

I rallentatori di velocità sollecitano il veicolo in transito, imprimendogli un'accelerazione verticale...

Paletto pedonale

Paletto parapedonale verniciato bianco con 2 fasce rinfrangenti rosse.
Diametro 6 cm, altezza 120 cm....

Viaggio nelle Venezie - Rovigo

Immagini RovigoCollana Viaggio nelle Venezie Rovigo, terra tra due fiumi
 
Alla scoperta della città cuore...

I Mestieri di Venezia

I Mestieri di Venezia Storia, arte, devozione delle corporazioni dal XIII al XVIII secolo
Un viaggio...

Olio extra vergine oliva

L'olio ottenuto dai 1600 olivi delle coltivazioni Ca' Rossa permette all'Azienda Agricola Saporiti Angelo...

Marostica

Marostica: I castelli, le mura, il borgo.
Il suggestivo racconto – in parole e immagini – dell’origine,...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2019 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°