Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Alzheimer e malattie cardiovascolari condividono la genetica in alcuni pazienti

La genetica può predisporre alcune persone sia al morbo di Alzheimer (MA) sia ad alti livelli di lipidi nel sangue come il colesterolo, una caratteristica comune delle malattie cardiovascolari, secondo un nuovo studio condotto da un gruppo internazionale di ricercatori...

In tavola alle prossime feste ti preoccupi che la dimenticanza della nonna sia Alzheimer?

Poiché le festività offrono l'opportunità di riunirsi con parenti visti raramente, alcune persone potrebbero notare cambiamenti nei loro familiari più anziani. Quello che vedi è solo un normale invecchiamento o è qualcosa di più serio?

Dipende. Secondo Kelly Parsons...

Perdita di sonno può essere fattore di rischio per l'Alzheimer

Perdere anche solo una notte di sonno ha portato ad un aumento immediato dell'amiloide-beta, una proteina del cervello associata al morbo di Alzheimer (MA), secondo un nuovo, piccolo studio condotto da ricercatori del National Institutes of Health. Nel MA, le proteine...

La saggezza della pigrizia: il sonno è una virtù perduta?

Nel sesto secolo, Papa Gregorio I compilò la notoria lista dei sette peccati capitali. Di questi sette, l'accidia è l'unico peccato che in inglese ha il nome di un animale: il bradipo. Ma questo animale curioso è veramente il simbolo del male?

I bradipi personificano...

La diagnosi di Alzheimer o demenza sta diventando più comune?

Secondo uno studio eseguito alla Duke University, gli scienziati della salute della popolazione hanno descritto il morbo di Alzheimer (MA) con una prevalenza sia in diminuzione che in aumento.

La confusione, sembra, deriva dalla difficoltà di fare una diagnosi definitiva....

Cantare in coro riduce la solitudine e aumenta l'interesse per la vita degli anziani

Un programma innovativo della University of California di San Francisco (UCSF) di cori comunitari per anziani ha scoperto che cantare nel coro riduce la solitudine e aumenta l'interesse per la vita, ma non migliora la cognizione o la funzione fisica, secondo uno studio...

Due scoperte recenti spiegano perché l'esercizio fisico ti fa bene

 
Molti comportamenti salutari aiutano a prevenire il deterioramento dell'invecchiamento, come spiegato nel libro Improve Your Memory for a Healthy Brain. Memory Is the Canary in Your Brain's Coal Mine (Migliora la tua memoria per un cervello sano. La...

La proteina Cloto promuove la longevità riducendo l'infiammazione nel cervello

La proteina Clòto ha dimostrato di promuovere la longevità e contrastare i deterioramenti legati all'invecchiamento. Avere più Clòto sembra consentire una vita più lunga e più sana, mentre un esaurimento di questa molecola accelera l'invecchiamento e può contribuire...

Pensi di essere bravo a ricordare le facce, ma non i nomi? Studio dice che è un'illusione

 
Con l'avvicinarsi della stagione delle feste, ci saranno molte opportunità per rivivere la situazione sociale familiare, e terribilmente imbarazzante, di non essere in grado di ricordare il nome di un conoscente.

Questa esperienza imbarazzante porta molti...

Piattaforma di medicina di precisione per Alzheimer lieve e individui a rischio

Il morbo di Alzheimer (MA) è una condizione progressiva e neurodegenerativa in cui gli individui manifestano perdita di memoria, demenza e compromissione del metabolismo.

Quasi tutti i precedenti studi a dominio singolo (ndt: che puntavano un singolo fattore, come l'amiloide-bea)...

Il lato oscuro e nascosto della demenza: violenza e abusi domestici

Ogni settimana nella mia clinica neurologica vedo i pazienti e le loro famiglie che hanno a che fare con la realtà della demenza. Tra le molte persone che incontro, queste tre storie evidenziano un crescente problema di salute che ritengo sia trascurato: la complessa...

Meditazione e musica alterano i marcatori di invecchiamento cellulare e Alzheimer

Un gruppo di ricerca guidato dalla Dott.ssa Kim Innes, professoressa della West Virginia University, ha scoperto che un semplice programma di meditazione o ascolto musicale può alterare alcuni biomarcatori dell'invecchiamento cellulare e del morbo di Alzheimer (MA) negli...

La musicoterapia è efficace nella demenza di Alzheimer?

Mentre i benefici della musicoterapia stanno diventando sempre più chiari, la musicoterapeuta Meghan Ross dice che i caregiver e i familiari di pazienti con morbo di Alzheimer (MA) o demenze correlate sono ancora sorpresi quando vedono i risultati in prima persona.

"Un...

Scansione del collo può predire il rischio di demenza vascolare 10 anni prima

Una scansione di 5 minuti dei vasi sanguigni nel collo durante la mezza età potrebbe predire il declino cognitivo dieci anni prima che compaiano i sintomi, afferma una nuova ricerca eseguita alla University College London.

Se i risultati (presentati alla conferenza AHA...

Il comfort di casa: aiutare le persone con demenza a rimanere a casa più a lungo.

Questo periodo dell'anno mi rende felice di essere a casa. Vedo la mia teiera e il suo copriteiera, entrambi regali dei miei figli. Conosco l'uso e la storia delle cose intorno a me; sono collegati alla mia vita e alle persone che amo. La casa significa molto per me.

La...

Differenze tra Parkinson e demenza da Corpi di Lewy

Il morbo di Parkinson (MP) è una malattia motoria che progredisce gradualmente. Colpisce i neuroni produttori di dopamina responsabili dei movimenti del corpo. La demenza da Corpi di Lewy (DLB), dall'altra parte, è una malattia che porta a un progressivo declino delle...

'Evitare l'Alzheimer potrebbe essere più facile di quanto pensi'

Hai l'insulino-resistenza? Se non lo sai, non sei sola/o. Questa è forse la domanda più importante che ognuno di noi può farsi sulla propria salute fisica e mentale, e tuttavia la maggior parte dei pazienti, e anche molti medici, non sanno cosa rispondere.

Qui negli...

Prescrizione sociale: le playlist nella demenza sono anche un problema di fondi

Non è un segreto che al governo [della GB] piaccia la 'prescrizione sociale'. La 'strategia per la solitudine' del mese scorso includeva proposte ai medici generici di indirizzare i pazienti a gruppi artistici, corsi di cucina e altre attività.

E parlando alla conferenza...

Come aiutare le persone con demenza a mantenere il potere di scelta

Il deterioramento nella capacità di produrre discorsi complessi o capire cosa chiede la gente, può rendere difficile per le persone con demenza compiere scelte nei modi convenzionali. Possono essere cose semplici come decidere quali vestiti indossare, o cosa mangiare...

13 segni che potresti avere l'Alzheimer a insorgenza precoce

1- Sei estremamente smemorato
La perdita di memoria è il sintomo più comune del morbo di Alzheimer (MA) ad esordio precoce (e anche di quello a insorgenza tardiva), che si verifica prima dei 65 anni, secondo la Mayo Clinic. In genere è uno dei primi segni che...

 

I prossimi eventi:

Caffé Alzheimer Montebelluna: Film 'Ella e John' del 2017

Martedì, 11 December 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: Riflessioni di fine percorso

Giovedì, 20 December 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Sede Municipale di Cavaso del Tomba, Piazza Martiri 13

Caffé Alzheimer Montebelluna: sessualità e demenza

Martedì, 15 January 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

Caffé Alzheimer Montebelluna: un nuovo linguaggio da imparare

Martedì, 12 February 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Collana VIAGGIO NELLE VENEZIE (completa)

Collana “Viaggio nelle Venezie”: otto volumi dedicati alla Terra veneta, finemente stampati, riuniti...

Il cuore non dimentica

"Il cuore non dimentica"
di Marisa Basso
In viaggio con mia madre e il “Signor Alzheimer”
Perchè...

Viaggio nelle Venezie - Volume introduttivo

Viaggio nelle Venezie Volume introduttivo - Nuova edizione 2012
«Sartie di navi, distese...

Set 3 Bobby

Set di 3 cagnolini ottenuti da asciugamani di spugna in puro cotone, dimensioni 110x60, 40x60 e 30x30...

Viaggio nelle Venezie - Vicenza

Immagini VicenzaCollana Viaggio nelle Venezie Vicenza, la Provincia preziosa
 
Una città “preziosa” per i sontuosi...

Orologio GPS

Localizzatore satellitare con funzioni di telefonia integrato in un orologio da polso. La migliore soluzione...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°