Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Quando invecchiamo si 'rompe' il legame tra ciò che vediamo e come lo ricordiamo

La dimenticanza e gli errori di memoria legati all'età sono una lagnanza comune per molti anziani, ma non abbiamo ancora compreso ciò che causa questi cambiamenti.

Una ricerca recente, pubblicata dagli scienziati del Rotman Research Institute (RRI) del Baycrest, ci...

L'impatto della dipendenza e delle sostanze sulla memoria

I pericoli della droga non sono così semplici come un'overdose, e noi stanno ancora imparando su di loro giorno per giorno.

Secondo uno studio di riferimento pubblicato sull'American Journal of Psychiatry, i ricercatori hanno scoperto che l'uso di cannabis ha un...

Ancora prove che una scansione oculare può rilevare l'Alzheimer all'inizio

I risultati di due studi mostrano che un nuovo dispositivo di scansione non invasivo può vedere i segni del morbo di Alzheimer (MA) in pochi secondi. I ricercatori hanno dimostrato che i piccoli vasi sanguigni nella retina, nella parte posteriore interna dell'occhio,...

Comunicazione personale-famiglia è cruciale per il successo della vita assistita

Una nuova ricerca di Karl Pillemer, professore della Cornell University, ha dimostrato l'efficacia di un approccio per ridurre il conflitto famiglia-personale nelle strutture di vita assistita, un aspetto importante per garantire il benessere degli ospiti in cura.

"Il...

Dopamina: il neurotrasmettitore che ci rende esseri umani

 
È ora di andare avanti nelle conoscenze di base sulla neurochimica del cervello, e parlare un po' della dopamina. Come esseri umani, la dopamina è decisiva, il che significa che i livelli globali e la sua quantità nell'emisfero sinistro o destro...

Lo stato molecolare della Tau può monitorare patologia e sintomi dell'Alzheimer

Dei ricercatori hanno riferito che la fosforilazione di un particolare residuo di proteina tau, misurata nel liquido cerebrospinale (CSF), è correlata a stadi biologici distinti del morbo di Alzheimer (MA).

Nicolas Barthelemy PhD, e i colleghi della Washington University...

Farmaco sviluppato in Cina potrebbe dare speranze ai pazienti di Alzheimer

Geng Meiyu, la ricercatrice che sta dietro lo sviluppo del GV-971, ha detto oggi che il farmaco oligosaccaride multi-obiettivo potrebbe offrire una speranza ai malati di morbo di Alzheimer (MA) di tutto il mondo. "Se tutto sarà confermato dagli studi futuri, questo può...

La demenza cambia il modo in cui il paziente comunica il dolore

 
Cara Mary, hai recentemente scritto qualcosa su una persona con demenza che non capisce quando ha dolore. Come può essere?
 
Caro lettore, per molti anni si è creduto che le persone con demenza non potessero più sentire dolore a...

Sicuro e sano: come occuparsi della persona con Alzheimer o demenza

Quasi 6 milioni di americani vivono con il morbo di Alzheimer (MA) e si prevede che tale numero aumenterà fino a circa 14 milioni entro il 2050. A parte il carico della malattia per il paziente, questo ha un impatto anche sui familiari. Secondo l'Alzheimer's Association,...

L'esercizio fisico può ridurre le cadute degli anziani con Alzheimer

Il morbo di Alzheimer (MA) è una malattia del cervello che causa cambiamenti che uccidono le cellule cerebrali. Il MA è un tipo di demenza, che causa perdita di memoria e problemi nel pensare e prendere decisioni. Le persone con MA e altre forme di demenza hanno difficoltà...

L'improvvisazione ha benefici nell'Alzheimer o nella demenza?

Prendersi cura di individui con morbo di Alzheimer (MA) o demenza è molto impegnativo e l'improvvisazione può aiutare a comunicare, rispondere alle sfide comportamentali e migliorare la relazione del caregiver con l'individuo colpito.

Fondamentalmente, l'improvvisazione...

La Grifols comunica risultati positivi per un farmaco di Alzheimer, ma ...

Lo scorso Venerdì la Grifols ha presentato i risultati del suo studio AMBAR (Alzheimer Management by Albumin Replacement) di fase IIb / III al Congresso 'Clinical Trials on Alzheimer's' di Barcellona.

L'AMBAR è un trattamento innovativo possibile basato sulle proprietà...

Un controllo più stretto della pressione può prevenire la demenza?

Sono il dott. Richard Isaacson, direttore della Clinica di Prevenzione dell'Alzheimer della Weill Cornell Medicine e del NewYork-Presbyterian. Sono qui per parlare di alcuni risultati molto interessanti dello studio SPRINT MIND, che potrebbe essere la prova più forte...

Assistenza in casa alla demenza: aspetti pratici, insidie e vantaggi

 
I desideri di Philomena erano sempre stati chiari: voleva essere assistita a casa sua. Nel 2014, quando ha iniziato a mostrare segni di demenza, la sua famiglia ha deciso di prendersi cura di lei il più a lungo possibile.

La nipote, Jenny Hughes, spiega:
"Stavo...

Alla ricerca di una cura di Alzheimer. Oltre l'ipotesi amiloide.

Per decenni, il campo della ricerca sul morbo di Alzheimer (MA) è stato dominato da una ipotesi prevalente: che la malattia è causata da un accumulo di amiloide-beta (Aβ) nel cervello. Tuttavia, nonostante anni di ricerca e miliardi di dollari spesi per gli studi clinici,...

Le arti aiutano gli anziani a evitare declino cognitivo e demenza?

Le teorie sulla riserva cognitiva, sulla sindrome da disuso e sullo stress suggeriscono che le attività mentalmente coinvolgenti, divertenti e socialmente interattive potrebbero proteggere dal declino cognitivo e dallo sviluppo della demenza.

Le attività artistiche...

Longevità e maturità sessuale nelle specie dipendono dal numero di neuroni nel cervello

Una nuova ricerca eseguita alla Vanderbilt University ha scoperto che la longevità degli umani e di altri animali a sangue caldo - e il momento della maturità sessuale - potrebbe avere a che fare più con il cervello che con il corpo. Più specificamente, non sono gli...

Studia molto e potresti ridurre le tue possibilità di demenza

 
Ogni anno centinaia di anziani studenti si riuniscono a Toronto per la convocazione, di persona e online, aspettando con ansia il loro diploma. Alcuni hanno novant'anni; alcuni hanno la demenza.

Una laureata, che ha completato 15 corsi tenuti alla facoltà della...

N-acetilcisteina: l'amminoacido con benefici in varie malattie mentali

Una delle cose più intriganti per me in psichiatria è il tira-e-molla tra diagnosi specifiche e fattori comuni. Tutti i disturbi psichiatrici sono fondamentalmente uguali o sono radicalmente diversi l'uno dall'altro?

Per esempio: la schizofrenia è diversa dal disturbo...

Greg O'Brien: 'Continua a fare domande', non esiste una porta tagliafuoco nell'Alzheimer.

Non esiste una barriera protettrice dall'Alzheimer. Questa malattia predatoria, che può durare un quarto di secolo o più per seguire il suo corso mortale, come avere una scheggia del cervello che lo raschia ogni giorno, non conosce demografia, razza, colore, partito...

 

I prossimi eventi:

Caffé Alzheimer Montebelluna: ruolo dei medici di medicina generale

Martedì, 13 November 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: La risata terapeutica per il benessere della persona con demenza

Giovedì, 15 November 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

Caffé Alzheimer Montebelluna: Film 'Ella e John' del 2017

Martedì, 11 December 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: Riflessioni di fine percorso

Giovedì, 20 December 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Sede Municipale di Cavaso del Tomba, Piazza Martiri 13

Caffé Alzheimer Montebelluna: sessualità e demenza

Martedì, 15 January 2019 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Rosso DOC Ca'Rossa

Il vino rosso “Rosso Ca’ Rossa” è ottenuto da un uvaggio di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc...

Marginatore con gemma

Delineatori di margine (marginatori)
Segnalimite europeo bianco/rosso – con gemma di cm. 5x18, collocati...

Viaggio nelle Venezie - Treviso

Immagini TrevisoCollana Viaggio nelle Venezie Treviso, i luoghi del colore
 
Alla scoperta della città famosa per...

Set 2 Bobby

Set di 2 cagnolini ottenuti da asciugamani di spugna in puro cotone, dimensioni 110x60 e 40x60 cm.
Disponibile...

Rallentatori di velocità 3M

I rallentatori di velocità sollecitano il veicolo in transito, imprimendogli un'accelerazione verticale...

Viaggio nelle Venezie - Venezia

Immagini VeneziaCollana Viaggio nelle Venezie Venezia, regina del mare e delle arti

 
Il fascino di una città...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°