Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Sei in post-menopausa con una storia familiare di demenza?

Il flusso recente di notizie è brulicante di rapporti della Conferenza internazionale dell'Alzheimer's Association (AAIC18), una riunione annuale di scienziati e ricercatori di tutto il mondo che hanno condiviso le loro ultime scoperte.

Seguo queste notizie da vicino...

Gocce di curcuma negli occhi potrebbero rilevare la demenza

Una goccia di curcuma negli occhi potrebbe rilevare la demenza anni prima che i sintomi diventino evidenti, riferiscono degli scienziati britannici.

Le gocce, sviluppate presso l'University College di Londra, potrebbero facilitare la diagnosi precoce prima di qualsiasi...

Un modo diverso di considerare e assistere i pazienti di demenza

La demenza è qualcosa con cui molti convivono, ma di cui non ne sanno molto. Non è una malattia, ma un termine generale che descrive un gruppo di sintomi.

Una conferenza progettata per informare e costruire consapevolezza sulla demenza si è tenuta a Edmonton (Canada)...

Co-prescrizione impropria è comune nella demenza di Parkinson

Un nuovo studio dimostra che quasi la metà dei pazienti con morbo di Parkinson (MP), che hanno assunto farmaci per la demenza, hanno avuto anche la prescrizione 'impropria' di farmaci anticolinergici che potrebbero aver interferito con l'azione dei farmaci contro la...

Estrogeni e progesterone: come gli ormoni riproduttivi proteggono il cervello

Mary è una donna impegnata. Suo figlio ha appena iniziato l'università e sua figlia sta per diplomarsi. Fa la farmacista ed è volontaria nella sua comunità nei fine settimana. Anche se ha sempre avuto molta energia, negli ultimi anni ha notato improvvise e fastidiose...

Perché non tutte le persone con demenza hanno lo stesso comportamento?

Per gli australiani, la demenza è la causa principale di morte per le donne e la terza per gli uomini.

Anche se la demenza NON è una parte normale dell'invecchiamento, il suo più grande fattore di rischio è l'età che avanza. Dato che la nostra è una popolazione...

Aberrazioni genetiche finora sconosciute sono associate all'Alzheimer

Con un'analisi su larga scala dell'RNA del tessuto cerebrale umano postmortem, i ricercatori del Mount Sinai e della Columbia University hanno identificato specifici eventi di splicing dell'RNA associati alla progressione del morbo di Alzheimer (MA).

Nel loro studio,...

Mappata l'area del cervello legata all'Alzheimer e ad altre malattie

Gli scienziati della University of Southern California hanno creato l'atlante più dettagliato fatto finora dell'ippocampo, la banca della memoria del cervello.

Attraverso traccianti fluorescenti e animazione 3D, gli scienziati mostrano strutture, connessioni nervose...

Studio conclude che le statine NON riducono il rischio di Alzheimer o demenza

Una ricerca suggerisce che le medicine prescritte di solito per ridurre il rischio di attacco cardiaco potrebbero avere un uso limitato per il trattamento di altre malattie.

Precedenti studi avevano suggerito che i farmaci che riducono il colesterolo - chiamati statine...

I pericoli di una vita in isolamento

Gli esseri umani sono programmati per interagire con gli altri, specialmente durante i periodi di stress. D'altra parte, quando affrontiamo da soli una dura prova, la mancanza di supporto emotivo e di cameratismo può aumentare la nostra ansia e ostacolare la nostra capacità...

L'apatia è un precursore della demenza?

Poiché non esiste una cura per la demenza, prevedere con precisione chi sarà destinato a svilupparla è fondamentale per minimizzarne l'impatto. Secondo una nuova revisione di studi, l'apatia potrebbe contenere la chiave.

La demenza colpisce in modo schiacciante gli...

Scienziato del cervello che studia l'Alzheimer spiega come si mantiene mentalmente in forma

Come specialista nella prevenzione del morbo di Alzheimer (MA), Jessica Langbaum sa che esercitare i suoi muscoli mentali può aiutarla a mantenere il cervello a posto.

Ma la Langbaum, che ha conseguito un dottorato in epidemiologia psichiatrica, non ha un programma...

7-8 ore di sonno sono l'ideale: di più o di meno riducono le prestazioni cognitive

I risultati preliminari dello studio sul sonno più grande mai fatto hanno dimostrato che le persone che dormono in media da 7 a 8 ore a notte hanno prestazioni cognitive migliori di quelle che dormivano di meno o di più di questa quantità.

I neuroscienziati del Brain...

Le 'onde cerebrali' della memoria sono uguali nel sonno e da svegli

Una nuova ricerca svolta all'Università di Birmingham, ha mostrato che la memoria nel cervello è innescata da meccanismi identici sia nel sonno che nella veglia.

Lo studio getta nuova luce sui processi usati dal cervello per 'riattivare' i ricordi durante il sonno,...

Farmaci antiepilettici legati a rischio più alto di ictus nell'Alzheimer

L'uso di farmaci antiepilettici è associato ad un aumento del rischio di ictus tra le persone con morbo di Alzheimer (MA), secondo un nuovo studio eseguito all'Università della Finlandia Orientale.

Il rischio non differiva tra vecchi e nuovi farmaci antiepilettici....

E' utile fissare degli obiettivi personali per la cura della demenza

La demenza è una condizione di salute che influisce sulla memoria in modi che possono rendere difficile svolgere le normali attività quotidiane. La causa più comune di demenza è il morbo di Alzheimer, causa di alterazioni anormali che uccidono le cellule cerebrali.

Tuttavia,...

Tutti i benefici degli acidi grassi Omega-3

Come te, io e la mia famiglia facciamo del nostro meglio per mangiare sano, e questo include molto pesce. Nella nostra casa, adoriamo il salmone pescato in natura, le bistecche di tonno alla griglia e persino le occasionali trote di lago appena pescate gettate sul fuoco...

Messo in discussione il legame tra inquinamento da particelle di magnetite e Alzheimer

Uno studio del 2016 (1) aveva dimostrato che l'esposizione all'inquinamento urbano che coinvolge le particelle di magnetite ha un ruolo nello sviluppo del morbo di Alzheimer (MA). Lo studio è partito dall'ipotesi che le particelle di magnetite genererebbero reazioni...

L'anestesia generale può smascherare il declino cognitivo nascosto

Uno studio molto ben fatto, pubblicato nel Journal of Alzheimer's Disease, ha dimostrato che alcuni individui subiscono un declino significativo delle loro capacità mentali dopo un intervento che richiede un trattamento di anestesia generale, in questo caso,...

L'ultimo recupero nella vita: la lucidità terminale, mistero del capezzale

Per parafrasare Shakespeare, ci sono più cose in cielo e in terra di quante possiamo immaginare o comprendere. Questo vale certamente per i molti eventi insoliti e misteriosi che possono verificarsi intorno al letto di morte.

Oggi, molte persone hanno sentito parlare...

 

I prossimi eventi:

CA Pedemontano: Spiegare la demenza dei nonni ai bambini

Giovedì, 18 October 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

Caffé Alzheimer Montebelluna: ruolo dei medici di medicina generale

Martedì, 13 November 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: La risata terapeutica per il benessere della persona con demenza

Giovedì, 15 November 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

Caffé Alzheimer Montebelluna: Film 'Ella e John' del 2017

Martedì, 11 December 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: Riflessioni di fine percorso

Giovedì, 20 December 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Sede Municipale di Cavaso del Tomba, Piazza Martiri 13

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Viaggio nelle Venezie - Rovigo

Immagini RovigoCollana Viaggio nelle Venezie Rovigo, terra tra due fiumi
 
Alla scoperta della città cuore...

Bracciale GPS anti-rimozione

Nuovo GPS Tracking “WEAR3” che rivoluziona il settore sanitario. Le persone con Alzheimer, demenza...

Viaggio nelle Venezie - Vicenza

Immagini VicenzaCollana Viaggio nelle Venezie Vicenza, la Provincia preziosa
 
Una città “preziosa” per i sontuosi...

Bobby medio

Cagnolino ottenuto da un asciugamano di spugna di puro cotone, dimensione 40 x 60 cm.
Disponibile nei...

Localizzatore indossabile WEAR2

Nuovo GPS Tracking “WEAR2” che rivoluziona il settore sanitario. Le persone con Alzheimer, demenza...

Monti azzurri

I Monti Azzurri: Atlante dei Colli Euganei
La particolare ubicazione, la genesi vulcanica, i diversi...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°