Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

E' vero che stiamo per arrivare a una cura per l'Alzheimer?

Un nuovo studio ha ispirato titoli che affermano che una cura per il morbo di Alzheimer (MA) potrebbe essere disponibile entro sei anni, ma siamo veramente così vicini a un trattamento efficace?

Dato l'onere fisico, emotivo e finanziario che infliggono il MA e le...

Scienziati guardano agli ingredienti della zuppa cinese per rallentare la demenza

Gli ingredienti di questo trattamento cerebrale sperimentale possono essere più conosciuti per i miglioramenti in cucina, non nella cognizione.

Degli scienziati cinesi hanno preso in prestito tre ingredienti dalla pratica della medicina tradizionale del paese - un approccio...

L'uso concomitante di diversi farmaci psicotropi è comune nell'Alzheimer

Fino a metà delle persone con morbo di Alzheimer (MA) usa un farmaco psicotropico, e uno su cinque usa due o più psicotropi in concomitanza, secondo uno studio condotto presso l'Università della Finlandia orientale.

L'uso di farmaci psicotropi era più comune tra...

Ricoveri ospedalieri per malattie gravi legati a cambiamenti cerebrali correlati alla demenza

I ricercatori della Johns Hopkins riferiscono che una nuova analisi su oltre un migliaio di pazienti aggiunge prove che l'ospedalizzazione, le malattie critiche e le principali infezioni possono ridurre le strutture cerebrali colpite di solito dal morbo di Alzheimer (MA).

I...

Paesi dell'UE non preparati ad applicare rapidamente un futuro trattamento dell'Alzheimer

I sistemi di assistenza sanitaria in alcuni paesi europei non hanno la capacità di applicare rapidamente un trattamento modificante la malattia per il morbo di Alzheimer (MA) dal momento dell'approvazione ad un uso clinico diffuso.

Ciò potrebbe lasciare 1 milione di...

Alzheimer: non rinunciare ai farmaci antiplacca, non ancora

Il morbo di Alzheimer (MA) è associato ad un accumulo di placche nel cervello chiamate amiloide-beta. Si pensa che queste placche determinino una perdita di neuroni, che quindi causa i classici sintomi della malattia, compresa la perdita di memoria. La maggior parte...

Può un esercizio leggero di 10 minuti dare un impulso reale alla memoria?

Un esercizio di 10 minuti che potenzia la memoria, e l'attività cerebrale che la supporta, potrebbe essere considerato solo l'ennesimo titolo acchiappa-clic, ma vale la pena dare un'occhiata più da vicino.

Solo 10 minuti di sforzo moderato e non stressante fatto su...

Studio: metà delle donne soffrirà di demenza, Parkinson o ictus durante la vita

Quasi la metà delle donne svilupperà demenza, sarà diagnosticata con morbo di Parkinson o subirà un ictus nel corso della vita, secondo una nuova ricerca.

Lo studio di 30 anni su oltre 12.000 persone ha scoperto che le donne sono colpite in modo sproporzionato dalle...

E' ora di ripensare come fare le diagnosi di Alzheimer, specialmente per le donne

Con tutta l'attenzione che riceve da diversi anni il morbo di Alzheimer (MA), a seguito dell'invecchiamento della popolazione, cosa abbiamo imparato?

Un simposio della riunione annuale della North American Menopause Society (NAMS), che sarà tenuta a San Diego dal 3...

Dott. Dale Bredesen: prevenire e invertire l'Alzheimer

Dale E. Bredesen MD è un professore di neurologia degli Easton Laboratories for Neurodegenerative Disease Research dell'Università della California di Los Angeles (UCLA).

Il laboratorio del Dr. Bredesen è concentrato sull'identificazione e comprensione dei meccanismi...

L'alcol può davvero prevenire la demenza?

La demenza è un problema che probabilmente quasi tutti abbiamo visto con i nostri occhi. Che siano i tuoi genitori, nonni o coniugi, tutti conoscono gli orripilanti effetti della demenza.

Anche se non è una malattia terminale come il cancro, le vittime della demenza...

Gestire la demenza nello studio del medico

Gestire la demenza nei pazienti più anziani può essere tra le cose più difficili che i medici devono affrontare nell'ambulatorio, dice Barak Gaster MD, medico di base (MB) e professore di medicina dell'Università di Washington di Seattle.

L'incidenza è elevata,...

Lo stress ti sfida: l'equilibrio deriva da attività che ti fanno sentire positiva/o

Lo stress è una sfida affrontata da molti caregiver e professionisti, indipendentemente dall'età, dal ruolo o dall'ambiente in cui si trovano. Un'indagine eseguita nel 2016 da un'azienda sanitaria su 200.000 professionisti impiegati in 30 ditte indiane, ha rilevato...

L'esercizio riduce lo stress e migliora la salute cellulare dei caregivers familiari

Una nuova ricerca ha scoperto che l'esercizio fisico fatto almeno 3 volte alla settimana per 6 mesi ha ridotto lo stress in un gruppo di caregiver familiari e sembra che abbia persino allungato una piccola parte dei loro cromosomi che è considerata in grado di rallentare...

10 suggerimenti per dare conforto vero alle persone in crisi

Se sei come la maggior parte delle persone, spesso non sai cosa dire quando qualcuno sta affrontando una crisi o una tragedia. Le parole sono spesso inadeguate. Le rassicurazioni suonano vuote. Le banalità falliscono. Il consiglio spesso cade nel vuoto. Potresti considerare...

Non sentirsi intimoriti nello studio del medico: sei strategie

Le persone suppongono che, come ex professoressa di giurisprudenza, quando sono da un medico, sono in controllo. Ma se hai letto il mio libro How to Be Sick o il mio post The Stigma of Chronic Fatigue Syndrome, saprai non è sempre stato così.

Tuttavia, dopo...

L'intelligenza artificiale può predire il declino cognitivo che entro 5 anni porta all'Alzheimer

 
Un team di scienziati ha messo a punto un nuovo algoritmo di intelligenza artificiale (AI) per fare previsioni accurate sul declino cognitivo che porta al morbo di Alzheimer (MA).

Il dott. Mallar Chakravarty, neuroscienziato computazionale del Douglas Mental Health...

I batteri della parodontite possono scatenare l'Alzheimer

L'esposizione a lungo termine ai batteri della parodontite provoca infiammazione e degenerazione dei neuroni del cervello nei topi, effetti simili a quelli del morbo di Alzheimer (MA) negli esseri umani, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori dell'Università...

Demenza da Corpi di Lewy: che cos'è?

Il magnate dei media Ted Turner ha recentemente annunciato di avere la demenza da Corpi di Lewy, una diagnosi che il defunto comico e attore Robin Williams ha avuto dopo la sua morte.

La malattia spesso non è riconosciuta nemmeno dai medici, nonostante il fatto che...

Lascia andare quello che non puoi cambiare

Da quando non sono riuscita a riprendermi da un'infezione virale nel 2001, sono rimasta malata cronica. Quando qualcuno mi chiede come sto, ho le mie risposte tipo 'bicchiere mezzo pieno' o 'bicchiere mezzo vuoto'. La risposta 'bicchiere mezzo pieno' è che ora sono abbastanza...

 

I prossimi eventi:

Caffé Alzheimer Montebelluna: malattia di Alzheimer sospetta, che fare?

Martedì, 09 October 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: Spiegare la demenza dei nonni ai bambini

Giovedì, 18 October 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

Caffé Alzheimer Montebelluna: ruolo dei medici di medicina generale

Martedì, 13 November 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

CA Pedemontano: La risata terapeutica per il benessere della persona con demenza

Giovedì, 15 November 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

Caffé Alzheimer Montebelluna: Film 'Ella e John' del 2017

Martedì, 11 December 2018 16:30
Ritroviamoci al Caffè
"Demenze ... non solo Alzheimer" 2018-2019

E' una iniziativa, organizzata...
Luogo : Biblioteca Comunale di Montebelluna

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Marginatore con gemma

Delineatori di margine (marginatori)
Segnalimite europeo bianco/rosso – con gemma di cm. 5x18, collocati...

Localizzatore indossabile WEAR2 + smartphone

Nuovo GPS Tracking “WEAR2” che permette alle persone con Alzheimer, demenza, autismo e altri disturbi...

Specchio rotondo

Specchio stradale rettangolare completo di palo di installazione.
Diametri disponibili 50 - 60 - 70...

Rosso DOC Ca'Rossa

Il vino rosso “Rosso Ca’ Rossa” è ottenuto da un uvaggio di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc...

Bobby piccolo

Cagnolino ottenuto da un asciugamano piccolo di spugna in puro cotone, dimensione 30x30 cm.
Disponibile...

Il Veneto

Il Veneto Formato 30 x 32 cm Pagine 192 113 fotografie a colori e bianco e nero Copertina cartonata...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°