Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Cosa si è detto la scorsa settimana nel Mondo dell'Alzheimer

Ecco di seguito gli aggiornamenti della scorsa settimana del sito www.alzheimer-riese.it.

Nuovi contributi inseriti:

Il legame molecolare tra invecchiamento e neurodegenerazione

Per decenni i ricercatori hanno lavorato per far luce sulle cause dei disordini neurodegenerativi, un gruppo di condizioni devastanti, comprendenti l'Alzheimer e il Parkinson, che comportano la perdita progressiva di neuroni e della funzionalità del sistema nervoso....

Le pratiche di consapevolezza possono aiutare un caregiver di Alzheimer?

La consapevolezza (mindfulness), o terapia di consapevolezza, può significare molte cose diverse. Le sue radici sono nelle antiche tradizioni buddiste, come le meditazioni Zen e Vipassana.

Si ritiene che la pratica della consapevolezza insegni come diventare consapevoli...

4 Pazienti su 10 con fibrillazione atriale hanno danni cerebrali sconosciuti

Quattro pazienti su dieci con fibrillazione atriale, ma senza storia di ictus o attacco ischemico transitorio, hanno danni cerebrali precedentemente sconosciuti, secondo i primi risultati dello Swiss Atrial Fibrillation Cohort Study (Swiss-AF) presentato sabato scorso...

Prima di finire questo titolo, il tuo cervello si sarà rifocalizzato 20 volte

Forse ti sembra di avere una visione fluida e continua del mondo che ti circonda. Ma i neuroscienziati che studiano la percezione hanno ora scoperto che il nostro cervello sposta la concentrazione a una velocità scioccante: 4 volte al secondo.

Prestare attenzione richiede...

Test cognitivo dell'orologio andrebbe fatto di routine nei casi di pressione alta

Secondo una ricerca presentata qualche giorno fa al Congresso ESC 2018, un test di disegno dell'orologio dovrebbe essere eseguito di routine per rilevare le disfunzioni cognitive nei pazienti con ipertensione arteriosa.

I pazienti con pressione alta, che hanno una funzione...

Governo giapponese lancia piano per accoppiare pazienti di demenza ad aiutanti volontari

Il ministro giapponese del welfare prevede di lanciare un progetto nell'anno fiscale 2019 per fornire un aiuto migliore ai pazienti con demenza, associandoli a sostenitori volontari, hanno riferito fonti informate.

Il progetto includerà la fornitura di sussidi ai coordinatori...

Respirare aria tossica 'potrebbe aumentare il rischio di demenza'

Degli scienziati hanno scoperto che il declino mentale è maggiore nelle persone esposte a livelli di inquinamento atmosferico più elevati. Temono che inalare particelle velenose e gas potrebbe aumentare le probabilità di danni irreversibili al cervello.

Studi precedenti...

Sette modi per gestire i sintomi del sundowning nella demenza

A partire dal tardo pomeriggio e per tutta la sera chi ha l'Alzheimer o la demenza può diventare più agitato o ansioso. Potrebbe diventare aggressivo, delirante, paranoico, voler camminare o vagare all'esterno accidentalmente. Alcuni potrebbero avere un sonno interrotto...

La narrativa dell'«ottimismo» nell'Alzheimer aiuta l'industria farmaceutica e danneggia i pazienti

Abbiamo sottolineato più volte come le notizie sull'assistenza sanitaria possano essere contaminate dall'influenza dell'industria e da conflitti d'interesse nascosti. Abbiamo spiegato come le storie promozionali squilibrate possano inquinare la discussione pubblica sull'assistenza...

Nuova bioterapia potenziale per l'Alzheimer

Ricercatori dell'Università della Florida hanno scoperto che una versione modificata di un'importante proteina delle cellule immunitarie potrebbe essere usata per trattare il morbo di Alzheimer (MA).

Lo studio, pubblicato il 29 agosto sul Journal of Experimental Medicine,...

Nipote crea dolcetti gelatinosi per tenere idratata la nonna con demenza

 
Lewis Hornby, laureato in ingegneria, era preoccupato perché sua nonna, che soffre di demenza, non stava bevendo abbastanza acqua.

Così il 24enne ha deciso di creare dolcetti gelatinosi composti per oltre il 90% di acqua, per mantenerla idratata, argomento...

Casi di demenza destinati a raddoppiare ma lo stigma ritarda le diagnosi

Alcuni di noi sono 'impauriti o imbarazzati' a parlare alle persone con demenza, secondo l'Alzheimer Society of Ireland. Tuttavia, un nuovo sondaggio pubblicato in vista del Mese Mondiale di Alzheimer, che sarà a settembre, ha rilevato che gli atteggiamenti stanno cambiando...

L'ictus raddoppia il rischio di demenza, conclude uno studio su larga scala

Le persone che hanno avuto un ictus hanno circa il doppio delle probabilità di sviluppare demenza, secondo il più grande studio di questo genere mai condotto.

Lo studio, guidato dalla University of Exeter, ha analizzato i dati sul rischio di ictus e demenza di 3,2...

Finire di piacersi: una odissea di Alzheimer

Leggere le foglie di tè
Decenni di condizionamenti sono difficili da cambiare: i miei muscoli si sono tesi, e ho fatto un breve sospiro di esasperazione. Quelle parole hanno sempre avuto su di me quell'effetto; le avevo sentite tante volte prima. Centinaia, probabilmente...

I pazienti con demenza 'soffrono in silenzio', e un terzo di loro ha delirium

Le persone con demenza ricoverate in ospedale, che hanno un dolore, hanno più probabilità di sperimentare anche il delirium, spesso senza essere in grado di comunicare il dolore che provano, secondo un nuovo studio guidato dall'University College London.

La ricerca,...

 

I prossimi eventi:

CA Pedemontano: Comunicazione possibile nelle demenze

Giovedì, 20 September 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

CA Pedemontano: Spiegare la demenza dei nonni ai bambini

Giovedì, 18 October 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

CA Pedemontano: La risata terapeutica per il benessere della persona con demenza

Giovedì, 15 November 2018 17:00 - 18:30
Il Caffè Alzheimer Pedemontano Itinerante è un servizio che la Casa di Soggiorno Prealpina, in collaborazione...
Luogo : Centro Sollievo di Loria, Via Campagna 46

 

Il sito propone l'acquisto online di vari prodotti, un atto di solidarietà che aiuta la continuità dei servizi offerti a malati e famigliari. Ecco alcuni prodotti scelti in modo casuale:

Monti azzurri

I Monti Azzurri: Atlante dei Colli Euganei
La particolare ubicazione, la genesi vulcanica, i diversi...

Viaggio nelle Venezie - Rovigo

Immagini RovigoCollana Viaggio nelle Venezie Rovigo, terra tra due fiumi
 
Alla scoperta della città cuore...

Orologio GPS + Palmare

Kit composto da Orologio Localizzatore GPS e Palmare per la localizzazione in Real Time (richiesta connessione...

Bobby grande

Cagnolino ottenuto da un asciugamano di spugna di puro cotone, dimensione 110 x 60 cm.
Disponibile...

Rallentatori di velocità 3M

I rallentatori di velocità sollecitano il veicolo in transito, imprimendogli un'accelerazione verticale...

Bracciale GPS anti-rimozione + smartphone

Nuovo GPS Tracking “WEAR3” che permette alle persone con Alzheimer, demenza, autismo e altri disturbi...

Clicca per accedere alla sezione «Acquisti solidali».

 


L'associazione assiste i malati di Alzheimer, i loro famigliari e i caregivers con servizi gratuiti. Puoi decidere di supportarci in questa azione quotidiana associandoti,  inviando una donazione o destinando un lascito.
Grazie in anticipo.


Non vuoi più ricevere questa newsletter? Clicca qui.

Manda questa e-mail a un amico

Prego non rispondere a questa email generata automaticamente; per comunicazioni usare il modulo dei contatti.


2010-2018 © Associazione Alzheimer onlus - Riese Pio X°