gototop
QR-Code dieser Seite
Lunedì 21 Aprile 2014
FacebookTwitterRedditLinkedin
Donare

Caffè Alzheimer Montebelluna
Inizio: 06 Mag 2014, 16:30
Località: Caffé S. Antonio, Corso Mazzini 127, Montebelluna (TV)
Tema: La demenza in fase avanzata - quali problemi etici (geriatra)

Incontri Caffè Alzheimer
Inizio: 15 Mag 2014, 17:00
Località: Albergo Montegrappa, Via Montegrappa 8, Castelcucco (TV)
La chiave di tutto è l'amore: l'accompagnamento del proprio caro al fine vita (psicologa)

Camminata Nordic walking
Inizio: 25 Mag 2014, 09:00
Località: tba
Camminiamo insieme per stare bene!

Insieme Caffè Alzheimer
Inizio: 26 Mag 2014, 16:30
Località: Centro Civico Comunale, Piazza Donatori del Sangue 8, Resana
Le cure palliative ed il lutto anticipato: come accompagnare ...

Caffè Alzheimer Montebelluna
Inizio: 04 Giu 2014, 16:30
Località: Caffé S. Antonio, Corso Mazzini 127, Montebelluna (TV)
Tema: Lutto e cordoglio nella demenza (psicologa)

Incontri Caffè Alzheimer
Inizio: 19 Giu 2014, 17:00
Località: Albergo Montegrappa, Via Montegrappa 8, Castelcucco (TV)
Le cure palliative e la relazione con il malato in fase terminale (geriatra e psocologa)


Maggiori informazioni...
Calendario Eventi
«   Aprile 2014   »
lumamegivesado
 1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
    
Argomenti più trattati:

    

lalzheimer-potrebbe-dipendere-dallo-stile-di-vita-come-dallinvecchiamentoL'Alzheimer potrebbe dipendere dallo stile di vita come dall'invecchiamento
20 Aprile 2014 - La madre di Bob Skemp, che ha allevato 10 figli e gestiva un Girl Scouts Council, ha l'Alzheimer. Riconosce ancora i suoi cari, ma dimentica dove si trova e che giorno è. La madre di Sigrid Knuti, igienista dentale e sarta meticolosa, resa persa e vuota dall'Alzheimer, è morta a causa della malattia. Skemp e Knuti sono due delle oltre 1.500 persone del «Wisconsin Registry for Alzheimer’s Prev...

puoi-occuparti-di-un-genitore-di-cui-non-condividevi-le-ideePuoi occuparti di un genitore di cui non condividevi le idee?
20 Aprile 2014 - Quando avevo 16 anni mettevo in discussione le idee Battiste politicamente conservatrici della mia famiglia. Poi al college ho visto un amico dopo l'altro arruolato e spedito, contro i suoi principi, a combattere in Vietnam. Ho visto una serie di proprietari rifiutare di affittare i loro appartamenti ai miei amici, un uomo bianco e una donna nera che erano, dopo tutto, sposati. Ho sentito il bisogno...

neuroni-usano-piu-frequenze-per-svolgere-diversi-compitiNeuroni usano più frequenze per svolgere diversi compiti
19 Aprile 2014 - Il cervello trasmette le informazioni sulla posizione attuale e i ricordi di luoghi del passato attraverso gli stessi percorsi neurali, usando diverse frequenze di una attività elettrica ritmica chiamata onde gamma. La ricerca, effettuata da neuroscienziati dell'Università del Texas di Austin, e pubblicata sulla rivista Neuron il 17 aprile, potrebbe fornire conoscenze sul deterioramento cognitivo e d...

il-parkinson-e-una-malattia-autoimmuneIl Parkinson è una malattia autoimmune?
18 Aprile 2014 - La causa della morte neuronale nel Parkinson è ancora sconosciuta, ma un nuovo studio propone che i neuroni possono essere confusi per invasori stranieri e uccisi dal sistema immunitario della persona, proprio come le malattie autoimmuni come il diabete di tipo I, la celiachia e la sclerosi multipla attaccano le cellule del corpo. Lo studio è stato pubblicato il 16 aprile 2014 in Nature C...

mancanza-di-emozioni-e-di-interesse-in-vecchiaia-possono-indicare-che-il-cervello-si-restringeMancanza di emozioni e di interesse in vecchiaia possono indicare che il cervello si restringe
18 Aprile 2014 - Le persone anziane che hanno apatia, ma non depressione, possono avere volumi cerebrali inferiori rispetto a quelle senza apatia, secondo un nuovo studio pubblicato il 16 aprile 2014 su Neurology®, la rivista medica dell'American Academy of Neurology. L'apatia è una mancanza di interesse o di emozioni. "Proprio come i segni della perdita di memoria possono segnalare cambiamenti cerebrali legati alla ...

cellule-staminali-modificate-una-risorsa-per-lalzheimerCellule staminali modificate: una risorsa per l'Alzheimer
18 Aprile 2014 - Neurobiologi della University of California di Irvine hanno scoperto che le cellule staminali neurali geneticamente modificate mostrano risultati positivi quando sono trapiantate nel cervello dei topi con i sintomi e la patologia di Alzheimer. La sperimentazione pre-clinica è stata pubblicata sulla rivista Stem Cells Research and Therapy, e l'approccio ha dimostrato di funzionare in due diversi ...

ricordi-cosa-e-come-li-memorizziamoRicordi: cosa e come li memorizziamo
18 Aprile 2014 - Scienziati del Salk Institute hanno creato un nuovo modello di memoria che spiega come i neuroni trattengono dei ricordi selezionati per alcune ore dopo un evento. Questa nuova cornice fornisce un quadro più completo sul funzionamento della memoria, ed è in grado di guidare la ricerca su disordini come il Parkinson, l'Alzheimer, lo stress post-traumatico e le difficoltà di apprendimento. "I modelli p...

il-naso-un-esploratore-collegato-alla-memoriaIl naso: un esploratore collegato alla memoria
17 Aprile 2014 - Quando ero bambino mi sedevo nella bottega di mio nonno, giocando con i trucioli di legno. Il legno appena raschiato ha un odore di felicità dell'infanzia, e ogni volta che ricevo un soffio di quel profumo il mio cervello evoca immediatamente immagini di mio nonno al suo banco di lavoro, il calore del camino e il cane accanto ad esso. I ricercatori del Kavli Institute for Systems Neuroscience hanno ...

intercettare-le-chiacchiere-tra-le-cellule-cerebraliIntercettare le chiacchiere tra le cellule cerebrali
17 Aprile 2014 - Tutto quello che facciamo - tutti i nostri movimenti, pensieri e sentimenti - sono il risultato di neuroni che comunicano uno con l'altro, e studi recenti hanno suggerito che alcune delle conversazioni potrebbero non essere proprio così private. Le cellule cerebrali conosciute come «astrociti» potrebbero essere in ascolto, o anche partecipare ad alcune di queste discussioni. Ma un nuovo studio sui to...

le-strutture-cerebrali-crescono-con-lo-sviluppo-della-memoriaLe strutture cerebrali crescono con lo sviluppo della memoria
17 Aprile 2014 - La nostra capacità di immagazzinare ricordi migliora durante l'infanzia, ed è associata ai cambiamenti strutturali dell'ippocampo e delle sue connessioni con le cortecce prefrontale e parietale. Una nuova ricerca della University of California di Davis sta studiando come queste regioni del cervello si sviluppano in questo momento cruciale. Alla fine, ciò potrebbe dare intuizioni sui disturbi che di so...

farmaci-antitumorali-bloccano-la-demenza-legata-allinfiammazione-del-cervelloFarmaci antitumorali bloccano la demenza legata all'infiammazione del cervello
17 Aprile 2014 - Una classe di farmaci sviluppati per il trattamento di condizioni immuno-correlate ed il cancro - tra cui uno attualmente in sperimentazione clinica per il glioblastoma e altri tumori - elimina l'infiammazione neurale associata alle malattie di tipo demenza e lesioni cerebrali, secondo i ricercatori della University of California di Irvine. Nel loro studio, l'assistente professore di neurobiologia e...

carenza-di-vitamina-d-e-legata-alla-cognizione-negli-anzianiCarenza di vitamina D è legata alla cognizione negli anziani
16 Aprile 2014 - La carenza di vitamina D e il deficit cognitivo sono comuni negli anziani, ma finora non c'era molta ricerca conclusiva sulla relazione tra i due. Un nuovo studio del Wake Forest Baptist Medical Center pubblicato online questo mese sul Journal of the American Geriatrics Society migliora la letteratura esistente sull'argomento. "Questo studio aggiunge evidenze che suggeriscono un'associazione tra...

variante-di-gene-aumenta-rischio-di-alzheimer-delle-donne-rispetto-agli-uominiVariante di gene aumenta rischio di Alzheimer delle donne rispetto agli uomini
16 Aprile 2014 - Essere portatrici di una copia di una variante del gene Apo chiamata E4 (ApoE4) conferisce un rischio sostanzialmente maggiore per l'Alzheimer alle donne di quanto non faccia per gli uomini, secondo un nuovo studio condotto da ricercatori della Scuola di Medicina dell'Università di Stanford. Gli scienziati sono arrivati a queste conclusioni analizzando i dati su un gran numero di individui anziani ...

percorso-sulleverest-spiega-come-nasce-il-diabete-di-tipo-iiPercorso sull'Everest spiega come nasce il diabete di tipo II
15 Aprile 2014 - Gli scienziati hanno acquisito nuove conoscenze sul processo molecolare che fa acquisire ad alcune persone il diabete di tipo II, informazioni che potrebbero portare a nuovi modi di impedire l'insorgenza della malattia. La ricerca, guidata dall'Università di Southampton e dalla University College London, ha avuto luogo sul monte Everest e ha valutato i meccanismi con cui i bassi livelli di ossigeno ...

coadiuvante-riduce-la-dose-di-anestesia-richiesta-in-interventi-chirurgiciCoadiuvante riduce la dose di anestesia richiesta in interventi chirurgici
15 Aprile 2014 - Un nuovo studio conclude che l'aggiunta di un farmaco sedativo chiamato dexmedetomidina può ridurre le dosi necessarie di altri farmaci anestetici, per i pazienti sottoposti a chirurgia. L'uso della dexmedetomidina come agente coadiuvante (aggiuntivo) può abbassare non solo la dose di anestetico, ma anche allungare il tempo prima che siano necessari forti antidolorifici dopo l'intervento c...

anziani-con-declino-rapido-nella-memoria-rischiano-meno-di-morire-di-cancroAnziani con declino rapido nella memoria rischiano meno di morire di cancro
14 Aprile 2014 - Le persone anziane che stanno iniziando ad avere problemi di memoria e di pensiero, ma che non hanno ancora una demenza, possono avere un rischio minore di morire di cancro, rispetto alle persone che non hanno problemi di memoria e di pensiero. Queste le conclusioni di uno studio pubblicato nell'edizione del 9 aprile 2014 di Neurology®, la rivista medica dell'American Academy of Neurology. "Gli ...

un-buon-rapporto-medico-paziente-vale-come-una-buona-curaUn buon rapporto medico-paziente vale come una buona cura
14 Aprile 2014 - Una meta-analisi degli studi che hanno indagato sulle misure destinate a migliorare le interazioni degli operatori sanitari con i pazienti conferma che tali sforzi possono produrre effetti sulla salute altrettanto benefici di un'aspirina al giorno per prevenire gli attacchi di cuore. A differenza di precedenti simili valutazioni, il rapporto corrente dell'«Empathy and Relational Science Program» del M...

esci-nel-verde-per-non-sentirti-giuEsci nel verde per non sentirti giù
14 Aprile 2014 - Se inizi a sentirti meglio con l'inizio della primavera che spinge fuori i suoi teneri germogli, potresti essere la prova vivente della tendenza scoperta dai dati dell'Indagine della Sanità del Wisconsin: più è lo spazio verde nei paraggi, più le persone segnalano di sentirsi felici. "In tutte le zone del Wisconsin, dai boschi del nord alle città, i risultati sono sorprendenti", dice il Dott. Kristen ...

nuovo-scanner-che-combina-pet-e-ct-piu-efficace-e-meno-invasivoNuovo scanner che combina PET e CT: più efficace e meno invasivo
14 Aprile 2014 - Il Medical Center della Loyola University offre ora ai pazienti il più avanzato scanner PET / CT sul mercato. Il sistema di ultima generazione sta migliorando la diagnosi e il trattamento del cancro, delle malattie cardiache, dell'epilessia, dell'Alzheimer e di altre condizioni. Il sistema Philips Gemini TruFlight® fonde la tomografia computerizzata (CT), che mostra l'anatomia, con la tomografia ad e...

nuovo-modello-di-topo-potrebbe-rivoluzionare-la-ricerca-di-alzheimerNuovo modello di topo potrebbe rivoluzionare la ricerca di Alzheimer
14 Aprile 2014 - L'Alzheimer, la causa primaria di demenza negli anziani, impone un enorme carico sociale ed economico alla società moderna. In Giappone si stima che l'onere della malattia nel 2050 sarà di 500 miliardi (mezzo trilione) di dollari, una cifra equivalente alle entrate totali annuali dello stato. Purtroppo finora si è rivelato molto difficile sviluppare farmaci in grado di migliorare la malattia. Dopo un...

metabolismo-delle-cellule-i-difetti-che-inducono-neurodegenerazioniMetabolismo delle cellule: i difetti che inducono neurodegenerazioni
13 Aprile 2014 - Dei ricercatori della University of Alberta stanno esaminando più da vicino il modo in cui due percorsi metabolici interagiscono per aumentare la durata della vita delle cellule con difetti mitocondriali. Magnus Friis (PhD '10) è l'autore principale dello studio, che è presente online dal 10 aprile su Cell Reports e sarà pubblicato nell'edizione cartacea del 24 aprile. I mitocondri producono energia ...

scoperte-nuove-molecole-che-agiscono-contro-lalzheimerScoperte nuove molecole che agiscono contro l'Alzheimer
13 Aprile 2014 - I ricercatori della «Unit of Medicine Design and Molecular Topology» (Dipartimento di Fisica Chimica) della Università di Valencia (UV) hanno scoperto otto nuove molecole attive contro l'Alzheimer con un nuovo meccanismo d'azione, differente dai farmaci attualmente in uso. Secondo il direttore del team, il professore Jorge Galvez, uno degli aspetti più rilevanti del lavoro, appena pubblicato sulla riv...

forgiare-donne-di-ferroForgiare donne di ferro
12 Aprile 2014 - Un nuovo studio dell'Università di Melbourne ha scoperto che le donne che assumono integratori di ferro sperimentano un netto miglioramento della loro prestazione fisica. Gli autori dello studio, pubblicato sul Journal of Nutrition, hanno intrapreso una revisione sistematica e un'analisi degli effetti dell'integrazione di ferro sulla prestazione fisica delle donne in età fertile. Il ricercatore p...

le-nonne-che-si-prendono-cura-dei-nipoti-una-volta-alla-settimana-restano-piu-acuteLe nonne che si prendono cura dei nipoti una volta alla settimana restano più acute
12 Aprile 2014 - Uno studio del Women's Healthy Aging Project Australiano ha scoperto che prendersi cura dei nipoti un giorno alla settimana aiuta le nonne a rimanere mentalmente acute. I risultati, pubblicati online in Menopause, costituisce una buona notizia per le donne dopo la menopausa, quando esse hanno bisogno di ridurre i rischi di sviluppare l'Alzheimer e gli altri disturbi cognitivi. Al contrario,...

This site uses encryption for transmitting your passwords. ratmilwebsolutions.com